Parma, sognando il triplo salto

I Ducali, guidati da Roberto D'Aversa, hanno ottenuto due promozioni in due anni e adesso puntano al ritorno nella massima serie.

12-10-2017 alle 15:10:59 da Redazione
1.170
Parma, sognando il triplo salto, foto 1


Se in bacheca hai la fortuna di avere sette trofei Nazionali e Internazionali un campionato di Serie B Ŕ considerato, quasi, come un incidente di percorso, uno strumento di passaggio. ╚ il caso del Parma che, dopo i gloriosi anni novanta, si Ŕ ritrovato nel baratro della Serie D a causa del fallimento di tre anni fa. La compagine Emiliana Ŕ ripartita dai Dilettanti e in due anni ha ottenuto due promozioni arrivando in Serie B come una delle favorite visto l'organico e il blasone. La cittÓ sogna il triplo salto per chiudere quel cerchio, negativo, che Ŕ si aperto qualche anno fa. L'inizio di campionato, forse, non Ŕ stato quello che molti si aspettavano con tre vittorie, due pareggi e tre sconfitte. Alla fine per˛, per via della classifica corta, i Crociati sono a tre punti dalla vetta nonostante occupino la decima posizione in classifica. In realtÓ nemmeno la fortuna ha aiutato la squadra di Roberto D'Aversa che ha pagato soprattutto in casa con le sconfitte contro Empoli e Brescia e il pareggio subito in rimonta dalla Salernitana. I Ducali, per˛, stanno vivendo un buon momento come dimostrano i cinque punti raccolti nelle ultime tre partite con il successo a Venezia, il pareggio con la Salernitana e quello al Barbera di Palermo della settimana scorsa. Il mercato estivo Ŕ stato importante, grazie alla nuova proprietÓ Cinese, e sono arrivati giocatori ottimi per la categoria. La difesa Ŕ rimasta, quasi intatta, tanto che gli unici due nuovi acquisti sono stati Gagliolo dal Carpi e Germoni dalla Lazio (l'anno scorso al Pisa). Dalla cintola in gi¨, invece, la squadra Ŕ cambiata rispetto alla passata stagione: a centrocampo sono arrivati Dezi dal Napoli e BarillÓ dal Trapani anche se in cabina di regia resta Scozzarella. I Crociati hanno alzato le marce nel reparto offensivo confermando il tridente dell'anno scorso (Baraye-Calai˛-Nocciolini) e rinforzando notevolmente la prima linea con gli arrivi di Di Gaudio dal Carpi, Siligardi dal Verona, Insigne dal Napoli e Ceravolo dal Benevento. In pratica, un reparto offensivo composto da sette titolari. La squadra, nel complesso, Ŕ esperta tanto che l'etÓ media Ŕ di quasi 29 anni mentre lo schema prediletto da D'Aversa Ŕ il 4-3-3. SarÓ questo il modulo con cui i Crociati affronteranno il Pescara con Frattali tra i pali, pacchetto difensivo composto da Lucarelli e Gagliolo centrali mentre i terzini saranno Mazzocchi e Iacoponi. A centrocampo dovrebbe esserci Scozzarella, che ieri Ŕ tornato a lavorare in gruppo, e dargli manforte saranno BarillÓ e Dezi. In attacco Di Gaudio Ŕ in dubbio e, in caso di forfait dell'ex Carpi, dovrebbe giocare Insigne insieme a Calai˛ e Baraye.


Alessio Evangelista



Commenti
1

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da NeSeMEnU

OTTIMO centrocampo. Per il resto squadra alla portata...sempre se non giochiamo come domenica scorsa.