Cesena, la cura Castori comincia a funzionare

Quattro punti nelle ultime due partite e una solo sconfitta nelle ultime sette, la classifica resta però traballante.

06-12-2017 alle 10:12:19 da Redazione
1.786
Cesena, la cura Castori comincia a funzionare, foto 1

Venerdì 8 dicembre si giocherà Cesena-Pescara, sfida valida per la diciottesima giornata di Serie B. Il Delfino, dopo aver pareggiato in maniera rocambolesca con la Ternana, se la vedrà contro la squadra di Castori che sta attraversando un buon momento di forma. Nell'ultimo turno, infatti, la compagine romagnola ha pareggiato 3-3 in casa del Frosinone, un pari di carattere ottenuto anche in inferiorità numerica. Quattro punti in due partite per il Cesena che nell'ultima partita in casa ha battuto il Brescia cancellando la sconfitta di Empoli, l'unica nelle ultime sette partite.
Nel mezzo due successi e quattro pareggi di cui alcuni rocamboleschi come quello casalingo contro la Salernitana, due punti persi che potevano far molto comodo alla squadra di Castori. La classifica è ancora traballante visto che dopo un inizio shock, con annesso esonero di Camplone, la sua squadra ha cominciato a risalire la china e adesso occupa la quartultima posizione con 18 punti, tre in meno del Delfino. Due gli uomini da tenere d'occhio su tutti: Jallow e Laribi. L'ex Trapani ha messo a segno 7 gol in 17 partite mentre il numero 5 è l'autentico cervello della squadra ed è reduce dalla doppietta fondamentale in quel di Frosinone.
Castori, però, dovrà fare a meno degli squalificati Kupisz e Cacia con il primo che starà fermo tre giornate, a causa di una gomitata a gioco fermo, mentre l'ex calciatore del Verona salterà solo il Pescara. Il modulo di partenza dovrebbe essere il classico 4-4-1-1 con Fulignati tra i pali, pacchetto difensivo composto da Fazzi e Perticone sulle fasce mentre al centro Esposito e Scognamiglio. A centrocampo l'ex Kone e Schiavone in cabina di regia mentre sulle fasce Dalmonte e Vita che potrebbe giocare a destra al posto dello squalificato Kupisz. Davanti confermato il tandem composto da Laribi e Jallow.

Alessio Evangelista



Commenti
25

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da mauroioratti

se ci sta un allenatore che mi sta sui zibedei e' proprio Castori....quanto cazz mi sta antipatico....chissa' che darei per vederlo sconfitto

da InsertCoin

Certo ci ha perso soldi....come no......infatti sta ancora al suo posto! Ma jamm chi ci crede!!!!

da Seceradraculone

MENO MALE [pss laugher laugher laugher

da tusciabruzzese

@Seceradraculone: eyed hiss

da Max1967.

In pratica senza il paracadute si tornava in tribunale... pss

da Seceradraculone

Tusciabruzzese, " MA STI PARLA' SERJI?", o non ho capito io il senso?

da nemicissim0

...allò nni so capit...ma dipende da me, che sto fuso... ahah

da 433offensivo

No Nemicissimo.....il senso del mio post era ironico.....

da nemicissim0

433offensivo...purtroppo essere nati a pescara non significa per forza essere pescaresi (magari la mamma di cussù stava passando sulla a14 quando ha avuto le doglie... ahah), ed essere pescaresi non significa per forza volersi comprare la squadra di calcio, se il senso del tuo post è questo...

da 433offensivo

E' nato a Pescara il terzo uomo più ricco d'Italia. Si tratta di Stefano Pessina, ingegnere e imprenditore nato a Pescara il 4 giugno 1941.Laureatosi in ingegneria nucleare al Politecnico di Milano, nel 1977 avvia il riassetto della ditta di famiglia a Napoli specializzata nella distribuzione di prodotti farmaceutici, dando vita ad Alleanza Farmaceutica. Nei primi anni Ottanta la svolta: Pessina conosce Ornella Barra, giovane laureata in Farmacia, che aveva iniziato a lavorare in una farmacia di Chiavari e aveva avviato una ditta di distribuzione, la Di Pharma, poco distante, a Lavagna. Nel 1986 dalla fusione fra Alleanza Farmaceutica e Di Pharma nasce la Alleanza Salute Italia (Asi), con Barra nel ruolo di braccio destro di Pessina. Nel 1988 l'espansione in Francia, dove nasce Alliance Santé, che unisce Alleanza Farmaceutica e le catene transalpine Erpi ed Ipf. Nel 1997 Alliance Santé si unisce al gruppo britannico Alliance Unichem, mentre Asi assume il ruolo di azionista della più grande cooperativa di farmacisti del Nord Italia, Unifarma. Nel 2005 lo sbarco sui mercati russo e cinese, affidato alla Barra. Nel 2006 la sua azienda si è fusa con un'altra importante compagnia del settore, l’inglese Boots Group, dando vita alla Alliance Boots GmbH, gruppo leader in Europa nella distribuzione di prodotti farmaceutici e cosmetici.

da tritatopersempre

Notizia dell ultim’ora Dimissioni di Davide Nicola da allenatore del Crotone. E direte voi che ci frega del Crotone? Eh no in Italia dove la parola Dimissioni e vista come una peste va dato onore a quest’uomo di altri tempi che ha rinunciato a ben 250 mila euro per la sua dignità di uomo e allenatore. Chapeau. Qualcuno a caso dovrebbe prendere spunto da lui...

da johnny-blade

Pure la.mia azienda prima di chiudere si é data alla immobiliarità..

da tusciabruzzese

.. e poi siete tutti fuori tema rispetto alla notizia che riguarda la bravura di Castori, quello che qualcuno di illuminato voleva a Pescara già 6 anni fa al posto di Zeman!!!! Quindi smettetela che non ne capite niente di calcio E bilanci! La categoria del tifoso che lavora come commercialista è vietata dalla FIFA e soggetta a DASPO!

da UK_Dolphin

"..L'anno brossimo ghiuderemo in Addivo..". Ha finit' la purchett' ?

da tusciabruzzese

BASTA, MI SCANCELLO DA QUESTO BLOG. Solo pieno di malpensanti! Come può venirvi in mente che con operazioni ad arte si siano fatti sparire attivi patrimoniali per risultare in perdita? E come può venirvi in mente che ciò sia stato fatto addirittura per poi rispartire sottobanco con gli altri soci (... salvo uno?) quanto è stato fatto "fuoriuscire"!!! Tifosi da tastiera, gufi e chietini che non siete altro! IRRICONOSCENTI … verso questi poveri soci che OGNI ANNO affrontano un bilancio in perdita, non hanno utili da dividersi e pure si trovano a dover ricapitalizzare "uscendo" soldi di tasca propria, pur di garantire a noi 4 scemi uno spettacolo professionistico di alta qualità!!! Ma non lo vedete che è tutto trasparente e pulito! Non vedete che anche altre Società hanno perdite malgrado abbiano comprato “PIU’ O MENO” come noi? Tutt’al più capirei se alludeste alla sola altra ipotesi rimanente: la totale incapacità gestionale! Ma vi sbagliereste anche qui, perché il vero tifoso dovrebbe invece dire che senza l’eccellente gestione la perdita sarebbe stata perlomeno doppia, anzi saremmo già in eccellenza. INGRATI!

da Harken

Si stà come d'autunno i bilanci del Pescara

da frittura

Quindi in autunno cascano i bilanci e a noi tifosi le palle cry

da Harken

Ma pure voi... sono 5 anni che tra novembre e dicembre cullù annuncia debiti su debiti; così come sono 5 anni che in primavera parla di società sana e in attivo.

da nemicissim0

Ha dovuto pagare le prestazioni della Fata Turchina... laugher

da UK_Dolphin

Quindi 7M di passivo (che poi sarebbero 15 senza l'affare Skriniar-Caprari ) per fare la "Guerra gon le fionte"? GOMBLIMENDI !

da InsertCoin

E ZZ arriva al momento giusto con una squadra di moscioni...."Pescara, rosso di 7,3 milioni. Un piano per ripianare i conti Il bilancio dell'anno della serie A si chiude con perdite. Domani l'assemblea dei soci" Pure!!!! ahah ahah ahah ahah ahah ahah ahah

da frittura

Se vuole il cielo in pensione riesco a tornare a Pescara per prendere una casa in affitto mi potrò rivolgere all'immobiliare Pinocchio? pizzaonhead

da orazi52

L'immobiliarista ha fatto una grossa impolpano perché si sta accorgendo che sono in arrivo molte burrasche.

da johnny-blade

Le piadine mi fanno cacare horny

da LeBOMBEdiGELSI

davide Nicola si è dimesso hiss