Pescara, a Foggia un pari di rigore

Da rivedere il nuovo modulo dei pescaresi e Monachello al fianco del bomber Mancuso

10-02-2019 alle 16:02:52 da Redazione
4.155
Pescara, a Foggia un pari di rigore, foto 1

FOGGIA- Il Pescara torna dalla trasferta in Daunia con un punto e qualche certezza in più. La più importante è, senza dubbio, che questa squadra può anche giocare un modulo diverso dal 4-3-3 ed è sicuramente una bella trovata per il prosieguo del torneo. Da rivedere invece l’impiego di Monachello che allo Zaccheria si è fatto vedere più per il suo egoismo che per le sue qualità di bomber. Non è una bocciatura ma , nemmeno, una promozione , diciamo che si tratta una chiamata all’esame di riparazione che si profila a Crotone, lunedì prossimo per un impegno che la compagine biancazzurra non può sbagliare. Da rivedere è anche la posizione di Marras da funisseur che non sempre ha convinto. Resta comunque un dato incontrovertibile quello che vuole il Pescara a secco nel 2019. Non è il caso che si riprenda la strada della vittoria?
La trasferta in terra dauna mette Pillon davanti ad altre difficoltà. L’allenatore del Pescara, infatti, nel momento più difficile della sua gestione per gli asfittici risultati conseguiti, per una manovra di gioco che è tutt’altro che spettacolare e, non ultimo, per l’indisponibilità di metà difesa stante la contemporanea squalifica di Del Grosso e Gravillon. Per questo, nel pacchetto arretrato, con Balzano a sinistra, trovano spazio il redivivo Campagnaro nel cuore del reparto in coppia con Scognamiglio mentre sulla corsia opposta si rivede Ciofani.
La vera grande novità, però, nel clan biancazzurro è il cambio di sistema: dopo più di un semestre il tecnico di Preganziol mette da parte il 4-3-3 e dà vita ad un inedito 4-3-1-2. In mediana sistema Brugman in cabina di regia con due assistenti di spessore come Melegoni e Memushaj. Marras, stavolta, fa il suggeritore per il tandem offensivo composto da Mancuso e dal ritrovato Monachello. Un cambiamento, quello metodo, che ai più sembra epocale.
Sul fronte rossonero Pasquale Padalino si affida a uomini e modulo che nell’ultimo impegno di campionato hanno imbrigliato il temuto Palermo. Così nel 4-3-3 dei pugliesi si sistemano davanti al portiere Leali, da destra a sinistra: Loiacono, Martinelli, Billong, Ranieri, a centrocampo agiscono Busellato, Greco e Deli, mentre nel tridente d’attacco si attivano: Galano, Iemmello e Kragl.

LA PARTITA- L’avvio è tutto di marca biancazzurra. Nei primi 120 secondi la squadra di Pillon, infatti, conquista due corner consecutivi che, tuttavia, non riesce a sfruttare appieno. Almeno fino all'8' i pescaresi mettono pressione ai padroni di casa che l’occasione costruita da Melegoni per Mancuso che non si concretizza. Per avere il primo segno di vita del Foggia bisogna aspettare il 13’ campo con una punizione dal limite di Kragl che non raggiunge il bersaglio. Al quarto d’ora i pugliesi creano l'occasione più ghiotta: con Fiorillo deve uscire sui piedi di Iemmello per evitare il gol. Ma al 21' la formazione pescarese va davvero vicino al gol. Monachello calcia da posizione defilata, la sfera attraversa tutta la luce della porta ma nessuno la mette dentro. Da qui in avanti Monachello ha sui piedi diverse opportunità per regalare il vantaggio ai suoi ma, pecca, di eccessivo egoismo e il Pescara resta a bocca asciutta. L’episodio emblematico cade al 40’ Monachello, invece di servire Mancuso, solo in area, prova una conclusione davvero inguardabile. Due minuti dopo ancora l’ex lancianese non centra lo specchio della porta e dopo tanto sprecare arriva l’inevitabile punizione. È il 44' Deli accenna uno slalom in area pescarese, fa cadere Campagnaro, e poi piazza all'angolino basso in destro imparabile.

LA RIPRESA- Parte forte il Foggia. È Iemmello che in una circostanza sfiora il raddoppio. A tre minuti dall’inizio della ripresa, con un tiro dal limite colpisce il palo alla destra di Fiorillo e impreca contro la dea del calcio. Poi, dopo un intermezzo biancazzurro animato fa Memushaj e Brugman che non ottengono l’effetto sperato arriva, prepotente una opportunità per i padroni di casa davvero grossa. Al 55’ Fiorillo si immola a due passi dalla linea porta sulla potente conclusione portata da Iemmello. Il Pescara prova timidamente a reagire ma è ancora la compagine di casa a far paura. Poco dopo l’ora di gioco Iemmello assiste ad un altro miracolo di Fiorillo sulla sua sortita. L’idea è che il Pescara fatichi a ritrovare il balendo lo della matassa invece arriva quello che non ti aspetti. Al 65' Mancuso subisce un fallo in area da Billong, tanto inutile quanto vistoso che costringe il direttore di gara ad accordare il rigore per i biancazzurri . Dal dischetto lo stesso Mancuso fa centro. A questo punto il celeberrimo pragmatismo del tecnico dei pescaresi lo porta a ridisegnare lo scacchiere con Crecco in campo in luogo di Melegoni in modo a schierarsi secondo i principi del 4-4-2. L’inerzia potrebbe cambiare al 78' quando Mancuso se ne va di rimessa offre un assist al bacio al solito Monachello che, tanto per cambiare, tira debolmente. La stanche, a questo punto comincia a farsi sentire e Pillon mette altri puntelli al suo centrocampo inserendo, all’81’, Bruno al posto di Marras. Succede poco o niente fino al termine, nonostante i cinque minuti di recupero, se non un’occasionissima con Brugman che calcia a tu per tu con Leali che forse tocca il capitano del Pescara in maniera forse dubbia. Ma, come diceva Boskov, è rigore solo quando arbitro fischia. No?



Commenti
41

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da Fabbio82

Monachello è inguardabile, ma se gioca e segna Petagna in serie A, Monachello puo' giocare in Serie B. Quello che non si spiega è perchè Del Sole non giochi almeno se non di piu' di lui. L'ingresso di Bruno, non si commenta....

da Smiths

A me la squadra non è dispiaciuta e nemmeno Monachello è normale che quando si gioca poco si voglia spaccare il mondo. Marras purtroppo non ha il passo e il tiro per quel ruolo, ma comunque la squadra ha creato molto a differenza delle ultime trasferte ... ma sappiamo di chi sia la colpa di tutto. Bisognerebbe nemmeno vedere più DAZN, il telecronista ha commentato a senso unico.

da Pratalok

Monachello un pò egoista in alcuni casi e sicuramente cè da migliorare l'intesa con Mancuso,però non mi è dispiaciuto come modulo.. Marras forse non adatto a questo tipo di gioco dove non può 'sgroppare'..

da guerinomaione

Monachello, m'bo jucà. È inutile fare giri di parole.

da Giampaolo

Per me il 4312 invece è l'unico modo per valorizzare brugman, che metterei trequartista e metterei Kanoute mediano, così hai muscoli e fantasia. Marras tanta corsa ma del inconcludente, monachello non mi è mai piaciuto dai tempi di lanciano quindi nulla di nuovo.

da frittura

Il baffo fa quello che può con quello che ha, cioè un miracolo. Il fogna ovvero la zona retroCessi rimane a -15

da pescaratiamo

Cmq sullo zero a zero se Monachello l'avesse passata a Mancuso, staremmo a parlare di altra partita(così come col Brescia). Non siamo cinici per nnt

da freeeeeekt

il baffo piano piano sta virando verso il modulo a lui piu' congeniale. sono d'accordo. spiace per i vari antonucci, capone e sottil (acquisto assolutamente inutile) che saranno buoni magari per tornare a un 433 per recuperare. lo dico da tempo. interessante marras dietro le due punte e crecco e anche bruno (a me sinceramente non dispiace) quando si vuole dare piu' sostanza a un centrocampo a 4. bene cosi

da e

Pescara sempre padrone del gioco ottimo marras ..da rivedere di monachello e melegoni ..rigore netto ottima posizione dall'arbitro ...ribadisco foggia spesso schiacciato nettamente.. ragazzi padroni del campo. Stoppate le critiche

da Nuccio83

Io penso che Melegoni dovrebbe accomodarsi in panchina dando una possibilità a Crecco che sicuramente ha una esperienza diversa, una fisicità diversa e anche molta più cattiveria agonistica... Melegoni ora rappresenta un handicap

da bolgiabiancazzurra

Un punto buono per il morale e reazione della squadra bravo Bruno davvero entrato deciso con grinta facesse così tutte le partite

da 1936xsempre

Rispetto all'andata dopo 4 partite abbiamo 5 punti in meno!!!

da giobiancazzurro74

Noi 23 tiri e 4 nella porta loro 15 e 3

da NeSeMEnU

Ha ritrattato poco fa su tvsei dicendo che il rigore su brugman non c'era .

da Tontodonati

Qualcuno sa dirmi quante parate ha fatto il portiere del fogna?

da giobiancazzurro74

Padalino ha detto che per quanto riguarda il rigore su Brugman al 94 al posto di Pillon si sarebbe arrabbiato anche lui!!!

da johnny-blade

https://www.youtube.com/watch?v=iAY-1E8QnqM

da fulvio1966

Punto d'oro per la salvezza....! Se ci andrà di lusso faremo i play-offs giusto per divertirci a Giugno, poi si faranno le plusvalenze...., acquistando poi giovani promesse e il prossimo girone di andata (soltanto in quello) sogneremo la Serie A...! Poi a Febbraio si rifaranno plusvalenze dicendo che "li sold n'cii stann" per la A e ci accontenteremo della salvezza...! Fino a quando ci sarà questa dirigenza, sarà così....! E non dimentichiamo la salvezza in C ai play-outai tempi bui del post Pincione-Renzetti...

da Ritchie

Urge il var anche in serie b. Bella la mossa del baffo bruno-brugman, per poco non segnava

da marcolomo60

Che ha detto padalino?

da johnny-blade

per me su brugman nn è rigore perchè già prima del contatto ha tirato la palla fuori. Al massimo un fallo a tre in area.

da johnny-blade

tusciabruzzese PURE IO HO AVUTO LA STESSA IMPRESSIONE SUL DUO BRUNO BRUGMAN

da Willy_biancazzurro

Impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare impolpare

da orazi52

Complimenti a Padalino per la sua dichiarazione!

da tusciabruzzese

Non commento su Bruno (sarebbe come sparare sulla croce rossa). Voglio dire che però Pillon non aveva alternative in panchina. E ripeto: non è un cambio per forza difensivo. Con l'ingresso di Bruno, Pillon ha potuto tenere stabilmente Brugman in avanti. Insomma, con l'ingresso di Bruno, Pillon ha cercato di vincerla, NON DI DIFENDERSI. Non dovete guardare solo il cambio in sé, ma cosa DI CONSEGUENZA succede alle posizioni DEGLI ALTRI compagni di squadra eyed. E infatti, Brugman ha avuto la palla gol della vittoria con il suo inserimento solo davanti al portiere. Oggi Pillon davvero GRANDE (a parte il centrocampo un po’ scoperto nella prima mezz’ora): ha fatto 4-3-1-2, poi 4-4-2 retrocedendo Marras dopo il pareggio sulla linea del centrocampo e poi 4-1(Bruno)-4-1. Difficile chiedergli di inventarsi di più con questi uomini. E’ il solito Presidente che gli ha fatto un mercato “casual”, senza capo e senza coda, solo adatto a rinforzare il 4-3-3, l’unico modulo che lo stesso presidente chiedeva di cambiare per il piano B a 2 punte: ma vi rendete conto del ridicolo?!?!!? Chiede all’allenatore una cosa ma lui stesso gliene predispone un’altra. UNA RIDICOLAGGINE INFINITA!!!! Cioè, manco si tratta più di impolpare e basta. Addirittura, calcisticamente fa il CONTRARIO di quello che lui stesso vuole fare!!!!

da gips

Criticare brugman? Non son d'accordo e pure l'impatto di Bruno oggi e' stato buono bisogna dirlo

da nico956

Buono il punto.. Dopo il rovescio in casa contro il Brescia... Ma.. Partita inguardabile.. Ad un certo punto sembrava un incontro di tennis.. La palla andava di qua e di là.. Impazzita.. Sembrava ke sulle scarpette c era il sapone.. Comunque da tifoso.. Bn il punto..

da ortona biancazzurra

x audere.semper : ma come fai a dire Brugman cesso? pazzesco

da gips

Melegoni io all'eta tua correvo come un matto pizzaonhead ahah

da ale1963

Io direi anche pareggio grazie a FIORILLO che nessuno cita. Delle riserve entrate il migliore per me è stato Bruno. Ho detto tutto. Punto ottimo perché tanto su azione non segnavamo neanche in 180'.

da tusciabruzzese

Pillon oggi ottimo ma il presidente gli ha fatto il mercato ALL'INCONTRARIO. CIOè, GLI CHIEDE DI PASSARE A 2 PUNTE, MA INVECE DI COMPRARGLI UNA PUNTA GLI PRENDE SOTTIL .... UN ESTERNO DA 4-3-3 pizzaonhead ahah boo cartman perplex cry NON SI SA SE CI FA PIU' RIDERE PER LA SUA COMICITA' O PIANGERE pizzaonhead pss boo SEBASTIANI-REPETTO COPPIA TRAGICOMICA noo

da Mattej

Il punto va bene considerando il campo ostico, però col Crotone dobbiamo vincere e poi tornare a macinare in casa. Oggi era la classica partita da non perdere.

da freeeeeekt

sinceramente non capisco questo accanimento contro bruno. nel passare al 442 e' un buon giocatore davanti alla difesa e anche oggi ha fatto il suo . molto meglio mettere lui dietro, avanzare brugman e togliere quel cazzo di melegoni. oggi alla fine si poteva anche vincere

da audere.semper

Punto d'oro fondamnetale per la salvezza fagti contro una diretta concorrente al quintultimo posto!!! Salvezza ad un passo 5/7punti si fanno!!! Basta non perdere gli scontri diretti con le ultime!!!! Sopsiro di sollievo!!! Brugman sei un Ceesssooooooooo!!

da pescaratiamo

Davanti facciamo una fatica.. Marras se ne vola con un soffio di vento. Buon punto per la salvezza. In attesa di tempi migliori va bene. Il pesce puzza sempre dalla testa. Pinocchio vai via

da johnny-blade

SPERO ARRIVI PRESTO LA SALVEZZA MATEMATICA: RAG. GERMANO DA CUNEO A QUATO STIAMO? CI INVII LA DOCUMENTAZIONE PER FAVORE.GRAZIE. ahah

da Valencia085

È sempre forza Pescara da Valencia

da galeone4-3-3

Ottimo, un altro buon punticino e ancora ZERO vittorie nel 2019. SEBASTIANI VATTENE

da Ale-Firenze-

Pari meritato per atteggiamento e occasioni. Contento per ritorno al gol di lm7, cambi di pillon giusti -intelligente a passare al 442 con bruno- e punto buono fuori casa. Quinto o qyarto posto alla nostra portata! Forza delfino

da gips

Intanto abbiamo lasciato il foggia nei bassifondi ahah

da Willy_biancazzurro

Ricordo che secondo alcuni Bruno era un acquisto perfetto per il centrocampo, il mercato andava bene così, che andavano bene quelli che c'erano, che potevano giocarsi le proprie carte fino a giugno, che eravamo noi a enfatizzare tutto in quanto tifosi da tastiera isterici. Eppure ogni anno la storia si ripete pari pari, con le solite frasi arroganti, le figure di merda come quella col Brescia, le scuse sugli arbitri, le prese in giro verso i tifosi, i commenti ignobili verso il tecnico («piano B»). Bisogna solo ringraziare Iddio che in panchina ci sia un signore e soprattutto un vero allenatore che ci ha tenuto a galla con 35 punti.