45' Pescara-Treviso 0-2

Primo tempo da incubo per i biancazzurri sotto di due rete e ridotti in dieci per l'espulsione di Zoppetti.

da Donato Giampietro
726

Il Pescara, alla ricerca della pima vittoria stagionale, si schiera con il 4-5-1 che in fase di possesso si trasforma in 4-3-3. Difesa confermata rispetto alla gara di La Spezia, in mediana agirà i terzetto Papini-Carozza, Luci, sugli esterni Antonelli e Rigoni a supportare l’unico terminale Ferrante.
Sulla sponda trevigiana, Bortoluzzi può permettersi il lusso di far accomodare accanto a sé bomber Fava e il talento belga Baseggio. 4-4-2, dunque, per gli ospiti, Beghetto ed Acquafresca le bocche di fuoco.
Al 2’ minuto primo pericolo per i biancazzurri, Zoppetti anticipa di un soffio Acquafresca lanciato a rete.
Quattro minuti più tardi è ancora il numero 18 veneto a procurare brividi, il sinistro da posizione defilata termina sul fondo.
Trascorrono i primi dieci minuti ed i padroni di casa appaiono piuttosto contratti, chi s’aspettava una partenza sprint rimane deluso.
La paura blocca le gambe ed annebbia la mente.
Il Treviso ragiona e mostra organizzazione di gioco.
Primi timidi segnali al 17’, Carozza per Rigoni, sponda dell’ex ternano per Luci, destro alto sulla traversa.
Al 24’ patatrac Pescara, Delli Carri si scontra con Acquafresca, entrambi a terra, Spadavecchia esce senza convinzione, la palla è raccolta da Beghetto che metto dentro da pochi passi.
Si fa notte prima del tempo all’Adriatico, al 27’ raddoppio ospite.
Viali irride Zoppetti, serve al centro e Aquafresca di sinistro batte Spadavecchia.
La contestazione monta in curva “Mazza”.
Il Pescara accusa il doppio colpo e sbanda paurosamente, non c’è reazione nervosa.
Il Treviso quando attacca crea sconquassi senza faticare.
Al 41’ piove sul bagnato, Zoppetti atterra Acquafresca, rosso diretto sventolato da Velotto e Pescara in dieci.
Carozza lascia il posto a Gimenez, De Martis si sposta a destra.

Commenti
1

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da a te

horny