Tappa per tappa la "storia" Paterna - Renzetti.

L'amico e direttore di Tele 9 William Carosella, ha inviato in redazione un suo pensiero sulla situazione e la ricostruzione degli eventi da dicembre ad oggi.

da Redazione
2.484

Al di là delle dichiarazioni più o meno colorite o discutibili spesso anche strumentalizzate da parte di quelli che fanno il “tifo” per l’uno o per l’altro, i due protagonisti, Paterna e Renzetti, stanno praticando una sorta di tiro alla fune.

Renzetti arriva e sigla un compromesso versando una cifra pari euro 65.000,00 con l’impegno di versare euro 400.000,00 a fine gennaio, euro 600.000,00 a fine febbraio, e il restante debito a fine dicembre 2007 a saldo della cifra pattuita. Inoltre Renzetti si impegna a fornire garanzie per la parte dilazionata.

Renzetti ai primi di gennaio, a sorpresa, anticipa il versamento di euro 400.000,00 e viene nominato dal c.d.a. presidente con Paterna v.presidente.

Paterna convoca il 15 gennaio i giornalisti per una conferenza stampa e rende nota la sua intenzione di chiedere a Renzetti le garanzie da fornire entro due o tre giorni.

Saltiamo il capitolo “Pescara 70” che non c’entra, ufficialmente, con la vicenda Paterna - Renzetti.

Giovedì 18 gennaio Paterna dichiara alla stampa di aver fatto formale richiesta delle garanzie a Renzetti col dovere, da parte di quest’ultimo, di precisare, entro sabato 20 gennaio, la natura delle garanzie e fornirle entro e non oltre martedì 23 gennaio.

Alle ore 24.00 di martedì 23 le richieste di Paterna non sono state soddisfatte e Renzetti ha comunicato di sistemare tutto giovedì 25 gennaio con il suo ritorno a Pescara.


Ora ci si chiede come andrà a finire e mi permetto di fare alcune ipotesi e considerazioni.

Il fatto che Paterna stia accelerando i tempi può dipendere da tre fattori:

1° Se è vero che ha preso un appalto in sud Africa, probabilmente ha bisogno di definire la questione per dedicarsi, nel migliore dei modi, a questa operazione all’estero.

2° Ha ricevuto pressioni da parte di altra cordata di imprendotori che a Pescara “contano” e che non gradiscono l’avvento di altro operatore sulla piazza, garantendo l’acquisto della società; ma questa ipotesi è credibile nel momento in cui Renzetti dovesse rinunciare e tornare in possesso totale o parziale di quanto anticipato. Ma se Renzetti non rinunciasse si potrebbe ipotizzare il ricorso alle vie legali con il conseguente interessamento del Tribunale ed il blocco delle azioni rendendo impossibile l’acquisto da parte di altri. Questa sarebbe una vera e propria disgrazia per il Pescara con la non iscrizione al prossimo campionato e che non converrebbe neanche alla cordata su citata oltre che a Paterna che ha manifestato, invece, la ferma intenzione di cedere la società. A meno che siamo di fronte a personaggi ai quali non interessa lo sfascio e che, magari, figurerebbero poi come “salvatori del Pescara” utilizzando il lodo Petrucci per l’iscrizione al campionato di C2. Ma questa sarebbe una storia per niente bella e direi squallida. Non posso crederci.
Penso che la cosa più credibile sia, invece, quella che Paterna voglia definire, in via bonaria, la vicenda con Renzetti.

3° Non vuole sobbarcarsi il peso del calcio mercato; credo che non sia vero in quanto si sta operando facendo ricorso a cessioni e prestiti senza tirar fuori molti euro.

Allora, ipotizziamo che giovedì 25 Renzetti metta fine alla querelle fornendo le garanzie; tutto sarebbe risolto.
Se invece Renzetti offrisse subito 600.000,00 euro con il trasferimento del pacchetto azionario alla presentazione delle garanzie, credo che Paterna accetterebbe perché, ripeto, non conviene a nessuno dei due tirare troppo la corda facendo sfociare il tutto in una vicenda giudiziaria dannosa a tutti, dico tutti! D’altra parte non dimentichiamo che è stato lo stesso Paterna a scegliere quale compratore Renzetti “persona affidabile” (dichiarazione di Paterna).

Altra considerazione riguarda la cifra pattuita che risulta oltremodo esagerata per una squadra che è con un piede e mezzo in C1. Alla fine credo che Paterna accetti i 600.000,00 euro che sommati ai 465.000,00 euro formano la cifra di 1.065.000,00 euro che, forse, non avrebbe mai immaginato di incassare per una squadra in queste condizioni, pretendendo le garanzie a fine febbraio.

Credo che questa sarebbe la logica conclusione di questa stucchevole vicenda con la buona volontà da parte dei due contendenti che hanno sempre dichiarato di voler bene al Pescara.
Nel caso contrario sarebbero tutti e due artefici della fine del calcio che conta a Pescara.

Non posso pensare, inoltre, che Renzetti, definito dal notaio D’Ambrosio, imprenditore con capacità finanziarie tali da poter acquistare il Pescara da solo, non sia in grado di risolvere il problema.

Una cosa è certa: i tifosi e gli sportivi biancazzurri sono oltremodo stufi. La pazienza è finita. Lo stadio Adriatico sarà sempre più deserto con la responsabilità di vari personaggi che dovrebbero soltanto vergognarsi !!!

Noi restiamo alla finestra.

William Carosella

Commenti
26

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da _TRITATO_

WILLIAM UNO DI NOI! VENERDI' TUTTI ALLO STADIO

da mazingaro

Venerdì sarà importante venire allo stadio per far sentire la nostra voce tutti insieme contro questa situazione!Personalmente attendo qualche notizia sicura prima di trarre delle conclusioni, una cosa è certa però: tutti i "personaggi locali" che stanno facendo del male alla 1936 non dovranno mai più contare su di noi per i loro interessi, invito tutti a diventare più "critici"

da WBD

Grazie a Carosella per il punto della situazione. Io rimango sempre fiducioso su Renzetti, anche se ( mi ero abituato male ?!) il silenzio mediatico degli ultimi giorni mi ha un po' ammosciato. L'ideale sarebbe andare allo stadio venerdì con qualche certezza in più ( oltre al freddo che di sicuro patiremo ). SOLO E SEMPRE FORZA PESCARA

da SANGUE BIANCAZZURRO

QUI SI STA GIOCANDO CON I NOSTRI SENTIMENTI MA A QUANTO PARE IL "DIO" DENARO PREVALE SU TUTTO, MA BURNS IO SPERO CHE CON I SOLDI CHE HA LUCRATO SULLA NOSTRA PASSIONE LI POSSA SPENDERE IN FARMACI MOLTO COSTOSI ...

da acprincipe

vi dico solo che questa situazione sta dilaniando tutti dai TIFOSI HAI GIORNALAI AGLI ADDETTI HAI LAVORI DEL PESCARA CALCIO STESSO. RENZETTI PER VENERDì REGALACI IL TUO DEFINITIVO PASSAGGIO DI PROPRIETà CON IL 100% DELLE AZIONI. E NOI SAREMO TUTTI ALLO STADIO SOLO PER I COLORI E PER I TUOI SFORZI. FORZA PESCARA (DG TUTTA LA VITA)

da SANGUE BIANCAZZURRO

horny FACENDO LE DOVUTE CORNA MA SE DOVESSE INFORTUNARSI POLITO CHI GIOCHEREBBE IN PORTA IO? MAH!

da SANGUE BIANCAZZURRO

SAPPIAMO SOLO CEDERE ... MAI ACQUISTARE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

Serie B Pescara: Tardioli in partenza 24.01.2007 12.12 di Marcello Mastrocola articolo letto 608 volte Il Pescara potrebbe cedere all'Arezzo il portiere Michel Tardioli, trentaseienne che ha giocato in A con il Perugia. Tardioli ad Arezzo prenderebbe il posto di Marconato, appena trasferitosi al Manfredonia.

da Fafà.

noo

da Fafà.

Questa storia non mi piace per niente.Non vorrei che avessimo fatto troppi voli pindarici...piena fiducia a Renzetti, ma agisca al più presto. Altrimenti la cosa comincerebbe a puzzare un pò di bluff... Spero nella nostra risurrezione... All'ipotesi del complotto di presunti sciacalli non voglio nemmeno pensare: scoppierebbe una rivoluzione. Forza 1936, in ogni categoria.

da Cascella

Grazie Carosella.

da Cell di cane

Ma che dobbiamo fare??? A me sta situazione puzza.....

da alberto

A me va bene la prima soluzione, ma a una condizione. Non sud Africa, ma Africa centrale. Qualsiasi stato dove ancora praticano il cannibalismo. Riguardo alla faccenda mi viene da dire come un famoso filosofo. " Più so e più mi accogo di non sapere. Bacio le mani.

da carpe

confermo quello che ha detto william, se domani renzetti e paterna non si metteranno d'accordo, si andra in tribbunale con relativo blocco delle quote del pescara e la mancata iscrizione al campionato 2007/08

da massimo

Barteloni, tu che hai avuto contatti diretti con Renzetti nonhai la possibilità di sapere qcs in anticipo?...così tanto per sapere se dobbiamo prepararci alla guerra!!!

da carpe

adesso lo sapete tutti, qual'e la volonta degli imprenditori di pescara. prendere la squadra in c2, senza debiti e ripartire da zero. bravo william, noi tifosi subiremo ancora tante amarezze.

da vicenza pescara

Proprio ora che Tardioli stava facendo gran parate...chi mettiamo in porta Polito? ma può già giocare domenica?? boo

da Milano

Continuo a non capire le volontà di entrambi! ho notato anke ke si vince col genoa e tutti a fare videoconferenze dagli u.s.a. telefonate dagli emirati arabi etc. si perde a brescia e non si sente più parlare nessuno all'infuori di Paterna! se la cosa va avanti per le lunghe comincerei a pensare ke questi soci in caso di retrocessione sparirebbero quasi tutti! Intanto tra meno di una settimana finisce gennaio. Mi sembra di essere tornato indietro di qualche anno quando si passò da scibilia a paterna stesse dichiarazioni di fiducia prima e poi lo scontro con grandi nomi ( cosmi,ganz etc)

da Alex_sbafone

Bravo William! Cmq noi pensiamo ad andare allo stadio venerdì sera e a strappare qsta vittoria!Supportando la squadra e facendo sentire a paterna come la pensiamo....Dobbiamo riempire la curva,DAI!!!!!!!!

da Lestof@nte

Nessun commento alla notizia di Tuttomercatoweb TARDIOLI ALL'AREZZO?

da max@max

grazie per la delucidazione sulla storia infinita. io sono propenso a credere al secondo punto che tu hai esposto in maniera esauriente. gli squallidi personaggi di pescara non aspettavano altro ke il fallimento per azzerare i debiti e iscriversi al campionato di c2 proclamandosi salvatori della patria. ma è arrivato Renzetti a scombussolare i piani e attualmente si trovano in difficolta non sapendo come agire...e pressano paterna.

da Lestof@nte

OTTIMISMO - Ho capito che, per non farsi il sangue amaro, bisogna essere ottimisti. Non oso nemmeno immaginare cosa possa succedere se si verifichino alcune supposizioni appena fatte dal signor Carosella...La fine del calcio nella nostra città non è nemmeno pensabile.

da pe1

grazie! attendiamo fiduciosi sviluppi positivi...

da ALESSANDRO

SPERIAMO CHE ACCADA COME DICE IL DIRETTORE

da Lestof@nte

Grazie William..

da max@max

primo