Il 28 maggio riunione per decidere la ripresa in A, pronta anche la B?

Il comitato tecnico ha approvato il protocollo e le modifiche chieste dai club.

da Redazione
1.135
Il 28 maggio riunione per decidere la ripresa in A, pronta anche la B?, foto 1

Il 28 maggio può essere il giorno in cui il calcio, finalmente, ripartirà. Per quel giorno è prevista una riunione tra il Ministro dello Sport Spadafora, il presidente della FIGC Gravina e il presidente della Lega di A Dal Pino, con l'obiettivo di decidere la data di ripresa del campionato. Il comitato tecnico ha approvato il nuovo protocollo che autorizza gli allenamenti collettivi e non prevede più la quarantena di squadra. In caso di positività di un giocatore, infatti, solo lui sarà isolato mentre i compagni potranno continuare ad allenarsi. 
In virtù di questa importante apertura, bisognerà capire quali saranno le mosse della Lega di B e se incontri con Governo e FIGC si terranno anche per la serie cadetta.

Commenti
7

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da pescaratiamo

questa volta Sebastiani ha fatto bene a non prendere un nuovo allenatore. Tutte le società stanno facendo carte false per ridurre gli ingaggi e pinocchio avrebbe dovuto fare il contrario??

da orazi52

Durante questa sosta si sono guariti tutti, tranne Chochev, e rientreranno in piena forma. Non temete, a ranghi completi e con un mister illuminato, faremo i play off.

da Ndokojo Kojo

Il terzo gol di Caprari è la dimostrazione che la classe, la predisposizione, la forza fisica, la tecnica e la potenza sono il nulla rispetto alla mente. Se la mente gira bene tutto viene facile, se si inceppa nelle sue ataviche credenze negative, allora non si riuscirà mai ad emergere. E così fu.

da giulio0808

Infatti WARCO, purtroppo solo noi abbiamo come presidente un intelligente asintomatico

da Warco

Calcisticamente (e solo calcisticamente) parlando, questo coronavirus è stato per noi un insperato colpo di fortuna perché ha permesso di interrompere il trend negativo di una squadra oramai prossima al tracollo. A quel punto sarebbe dovuto intervenire il dirigente lungimirante e avveduto che, preso atto del netto fallimento dell'esperimento Legrottaglie, avrebbe dovuto sollevare quest’ultimo dall’incarico e immediatamente contattare un allenatore esperto con cui programmare la gestione del finale di campionato. Sebastiani invece ha preferito giocare alla roulette russa, puntando tutto sulla non ripresa delle ostilità. In questo modo avrebbe risparmiato lo stipendio di un nuovo mister e al tempo stesso avrebbe avuto le mani libere a Giugno per ingaggiare l’ennesimo esordiente da poter poi gestire a proprio piacimento. Un piano molto astuto, oserei dire quasi diabolico ma come spesso accade il diavolo fa le pentole e non i coperchi per cui adesso se si riprende davvero a giocare il nostro amato presidente rischia seriamente di restare col culo scoperto (e noi appresso a lui).

da frittura

Ma no Willy... dai che Bojinov riesce a farsi espellere anche in streaming... ahah

da Willy_biancazzurro

Se la B non riparte si rischia il fallimento (forse si forse no). Se la B riparte, siamo condannati alla retrocessione visto il livello mostrato nelle ultime uscite. Per cui io dico che è meglio se annullano la B laugher