"L'APPETITO VIEN PARLANDO" con Angelo Renzetti

DOMANI ALLE ORE 13,00 ANDRA' IN ONDA SU TELE 9 UNA PUNTATA SPECIALE DELLA TRASMISSIONE "L'APPETITO VIEN PARLANDO" CONDOTTA DA BRUNO BARTELONI.

da Redazione
4.269

DOMANI ALLE ORE 13,00 ANDRA' IN ONDA SU TELE 9 UNA PUNTATA SPECIALE DELLA TRASMISSIONE "L'APPETITO VIEN PARLANDO" CONDOTTA DA BRUNO BARTELONI.
OSPITE IL PRESIDENTE DIMISSIONARIO DELLA PESCARA CALCIO ANGELO RENZETTI.
LA REGISTRAZIONE E' STATA REALIZZATA DIRETTAMENTE NELLA SUA ABITAZIONE PESCARESE DI VIA SACCO.
SARANNO SPIEGATI TUTTI I MOTIVI DELLA SUA IMPROVVISA DECISIONE.

Commenti
272

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da OLIVIERI RAUS

X GUARANA': come sempre mio caro amico Bruno la tua sincerità e la tua passione ti torna indietro come l'uccello Pagulo. Non diverrai mai un giornalista vero perchè non sei sufficientemente BASTARDO E BUGIARDO. Con affetto il tuo amico TRICHECO.

da OLIVIERI RAUS

Grande Renzetti!! Finalmente qualcuno ha detto la verità in faccia a Lussuoso. Cmq pur se ha detto il vero certe cose non si dicono in diretta TV. L'irascibilità del buon Angelo spiega uno dei motivi per cui lo hanno fatto fuori: non è affidabile per i 2009 giochetti che "gli altri" stanno preparando. Una domanda a tutti: secondo voi chi c'è dietro a D'Ambrosio? Cioè chi è il forte socio locale (ben oltre l'apparente 5%) dei soci "stranieri" (Pincione+Principe)?

da guaranà

VORREI REPLICARE A TALE "cn" IN MERITO ALLE SUE AFFERMAZIONI RIPORTATE IN QUESTO FORUM.....PER TUA CONOSCENZA IL POSTO DI ADDETTO STAMPA DELLA PESCARA CALCIO MI E' STATO PROMESSO DALLA SIG.RA MARIANGELA DAMIANI (MOGLIE DEL NOTAIO D'AMBROSIO)....INCARICO CHE IO HO PRONTAMENTE RIFIUTATO PER UNA DUPLICE RAGIONE: 1) PERCHE' LA FONTE NON E' ATTENDIBILE 2) PERCHE' NON ACCETTO IMPOSIZIONI O RUOLO DI SEGRETARIO AL SERVIZIO SOTTO DETTATURA CHE SIA CHIARO A TUTTI !!!!! IO NON MI VENDO A NESSUNO !!!! noo Firmato: BRUNO BARTELONI

da un vecchio amico

jet a fatiaaaaaaaa!!!!!! cry

da Aleks.

Se Renzetti ha detto no a un ritorno di Galeone, ha fatto benissimo, perchè bisogna guardare avanti. Non credo ne tema la popolarità, perchè il nostro Presidente sa molto bene che in realtà è il contrario. Grande Angelo tutto il popolo biancazzurro è con te; VAI AVANTI!!!

da brunonobili

buonasera a tutti e un saluto agli anta.Le petizioni ora facciamole per poter rientrare allo stadio tutti!Sindaco fai la tua parte! La squadra ora ha bisogno del nostro sostegno! Spero solo che Renzetti ci ripensi e per il momento non esca dalla società (anche come semplice socio, poi si vedrà) abbiamo bisogno del suo carisma per vincere! Visto che siamo in tema: jet a jucà a sdazz...! (è l'invito che rivolgo al comune!)

da hooo!!!!

$ iet a mogn li tur $

da PescaraNord

Iet a coj la liv ahah

da RickyRickyRickyVola

iet a scruscià le marrocche

da TATANKA

laugher laugher laugher laugher laugher

da *pescarese*

jet a raccoj le sciuscelll pizzaonhead

da fabioout

la piu classica: iet a pasce li pecur

da king

vi puzz lu fiat a tutt quint!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

da TATANKA

IET A PASCIA LI BUMMALITT!!

da diabolik

iet a pasc li musilung...

da zdenek

dgtuttalavita: ma mo' che hai fatto? pizzaonheadperchè hai deciso di abbandonare proprio adesso? pizzaonhead

da dgtuttalavita

MI DISPIACE MA IN QUESTA CITTà SENZA PERSONE COLTE NON SI PUò FARE UN BEL NIENTE. CMQ LU NUTAR E LA MOGLIE SANNO IL FATTO SUO. SE QUALCUNO VORRà FARE LA PETIZIONE AL MIO POSTO CHE BEN VENGA MI MANDI UNA BELLA MAIL ALL'INDIRIZZO bruceharper13@libero.it CHE GLI DARò IL FILE PER EFFETTUARE LA PETIZIONE. sono deluso e rammaticato

da biancazzurro_

sto pregando perchè RENZETTI rientri in società da PRESIDENTE pss

da mancho

Tranquilli, Paterna continuerà a non venire allo stadio e nesuno lo vedrà laugher Calma, calma, calma...la situazione si chiarirà presto. Magari qualcuno salta...Renzetti ha detto che già domani sarebbe disposto ad acquistare le altre azioni per rientrare.

da zdenek

hiss

da ultime

sangue biancazzurro: ti si è inceppato il pc.... laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da zdenek

come dice il nostro caro amico SSNV: "SOLO FRAGOROSI PUBS DI LEGNO CON POLTRONE E SGABELLI E SANI WHISKY E SANE PINTE E IMMENSO STILE RENDONO ONORE AL GUERRIERO PRIMA E DOPO LA BATTAGLIA". inzomm' fatt'na birr e rilassati... che ormai l'era paterna è morta sepolta e finita

da Palladini

Concordo con TATANKA, qua in mezzo ci stanno un sacco di isterismi inutili.

da SANGUE BIANCAZZURRO

ED HANNO DETTO ANCHE CHE PINCIONE HA ACCETTATO LE DIMISSIONI DI RENZETTI

da SANGUE BIANCAZZURRO

LO HANNO DETTO A RETE8

da jagoxxxx

Spero che pincione sia una persona con un minimo di intelligenza!

da SANGUE BIANCAZZURRO

SI MA PATERNA PRESIDENTE SIGNIFICA TORNARE ALLE SCONFITTE! IMMAGINATE I GIOCATORI CHE DEPRESSIONE SOLO A VEDERLO!

da zdenek

esatto gattabeninicamplone ahah

da IL PESCARA E BASTA

per ultime: SCUSA. I TUOI AMICI !

da zdenek

sangue biancazz√Ļ, tranquillo. tanto non succede nulla fino all'assemblea... paterna al massimo potr√† mettere due firmette. ma poi, ne sei davvero sicuro? la carica vacante di presidente mica si trasmette automaticamente al suo predecessore? fammi sapere pss

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da gattabeninicamplone

SANGUE BIANCAZZURRO stai tranquillo, la presidenza di Paterna non conta nulla: lui sarà vice-presidente, formalmente, fino al prossimo Consiglio d'Amministrazione (28.02.07) e poichè il Presidente (Renzetti) si è dimesso ora Paterna ne deve fare le veci. E poi legale rappresentante del Pescara attualmente e la Dott.ssa Corvacchiola!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da dgtuttalavita

per sangue bianco azzurro ti ho risposto stamattina vedi la mail. e fami sapere

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da BORGOMARINA

.....mio nonno diceva "quand li muntanar venn a cummannà a lu mare si finisce lu monne"....infatti sta arrivando l'asteroide sulla terra...

da gattabeninicamplone

Non cadiamo del tranello!!! C'√® gente su questo muro che vuole farci schierare con Renzetti o con Pincione, ma il problema vero √® il Notaro! Guardate che Pincione √® un grande tifoso del Pescara ed ha dei progetti ambiziosi che aveva gi√† condiviso con Renzetti, prima che qualcuno si mettesse in mezzo. VIGILIAMO VIGILIAMO VIGILIAMO: vi sembra normale che la MOGLIE del NOTARO (a che titolo poi) impegni la Pescara calcio a cacciare 300.000 ‚ā¨ per i tronelli che dovrebbe comprare il Comune? Vi ricordo che il Notaro ha messo 100.000 ‚ā¨, quindi sta spendendo i soldi altrui! Chi ci risparmia,IL SINDACO?

da gattabeninicamplone

Non cadiamo del tranello!!! C'√® gente su questo muro che vuole farci schierare con Renzetti o con Pincione, ma il problema vero √® il Notaro! Guardate che Pincione √® un grande tifoso del Pescara ed ha dei progetti ambiziosi che aveva gi√† condiviso con Renzetti, prima che qualcuno si mettesse in mezzo. VIGILIAMO VIGILIAMO VIGILIAMO: vi sembra normale che la MOGLIE del NOTARO (a che titolo poi) impegni la Pescara calcio a cacciare 300.000 ‚ā¨ per i tronelli che dovrebbe comprare il Comune? Vi ricordo che il Notaro ha messo 100.000 ‚ā¨, quindi sta spendendo i soldi altrui! Chi ci risparmia,IL SINDACO?

da gattabeninicamplone

Non cadiamo del tranello!!! C'√® gente su questo muro che vuole farci schierare con Renzetti o con Pincione, ma il problema vero √® il Notaro! Guardate che Pincione √® un grande tifoso del Pescara ed ha dei progetti ambiziosi che aveva gi√† condiviso con Renzetti, prima che qualcuno si mettesse in mezzo. VIGILIAMO VIGILIAMO VIGILIAMO: vi sembra normale che la MOGLIE del NOTARO (a che titolo poi) impegni la Pescara calcio a cacciare 300.000 ‚ā¨ per i tronelli che dovrebbe comprare il Comune? Vi ricordo che il Notaro ha messo 100.000 ‚ā¨, quindi sta spendendo i soldi altrui! Chi ci risparmia,IL SINDACO?

da SANGUE BIANCAZZURRO

IN QUESTO SITO SIETE UNO PIU' COGLIONE DELL'ALTRO! STATE PARLANDO DEL NULLA QUANDO VI HO APPENA DATO LA NOTIZIA PIU' BRUTTA CHE SI POTESSE SENTIRE!

da PIUCCIO

ultime riderai ancora per poco...

da PE DA CR

CON L'AUMENTO DI CAPITALE PESCARA 70 HA DI FATTO SPODESTATO RENZETTI CHE FINO AD OGGI E' L'UNICO CHE HA FATTI I FATTI CONCRETI. CHI HA DATO IL DIRITTO ALLA MOGLIE ED AL NOTAIO DI PARLARE A NOME DELLA SOCIETA' QUANDO IL PRESIDENTE ERA ANCORA RENZETTI ?? IO VOGLIO UN GRANDE PESCARA MA NEI CONFRONTI DI RENZETTI CI SONO STATE SCORRETTEZZE

da ULTIME

PER IL PESCARA E BASTA: I TUOI AMICI O IL TUO AMICO?? laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da SANGUE BIANCAZZURRO

PATERNA PRESIDENTE FINO AL 28 FEBBRAIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!IL CANCRO E' TORNATO!!!

da SANGUE BIANCAZZURRO

X DG TUTTA LA VITA. TI HO SCRITTO UNA E-MAIL 2 GIORNI FA SULLA PETIZIONE PRO RENZETTI MA NON TI SEI FATTO SENTIRE ... BELL'IMPEGNO ...

da IL PESCARA E BASTA

PER ULTIME: IL SUGGERIMENTO NON ERA CERTO PER TE E I TUOI AMICO ! ! !

da oliver

A questo punto,bravi ragazzi complimenti,Aspettiamo Pincione e insieme al notaio D'ambrosio faremo grande il pescara!Grazie Pincione Grazie Prinipe Mustafà..grazie moglie di D'ambrosio. QUESTO CALCIO NON MI APPARTIENE PIU.

da zdenek

x dgtuttalavita. ho appena contattato sergio mancini sul suo sito, radiodelta1.it e mi ha risposto dicendosi entusiasta di appoggiare la petizione che tu dici di voler portare avanti. credo che da parte tua sia opportuno contattarlo pss

da SANGUE BIANCAZZURRO

RAGAZZI MA AVETE LETTO QUELLO CHE HO SCRITTO???????????????????PATE
RNA SARA' DI NUOVO PRESIDENTE FINO AL 28 FEBBRAIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

da Cascella

L'obiettivo era ed è quello di fare grande il Pescara, non quello di essere per forza il Presidente. Renzetti ha fatto un bellissimo ed entusiasmante lavoro di coinvolgimento, ma questo non gli da i titoli per essere per forza alla guida di una s.p.a. Secondo il mio modestissimo parere dovrebbe restare in seno alla società. Se in futuro le sue capacità veranno riconosciute dagli altri componenti come determinanti per fare grande la squadra non credo che ci sranno ostacoli per occupare nuovamente la poltrona. Purtroppo col denaro si colmano molte lacune....ecco perchè comanda chi ha i soldi.

da PESCARE_VERO

concordo con TATANKA... prima cosa.. fino a prima di natale chi conosceva Renzetti? non mi sembra un addetto ai lavori nel calcio, infatti fa l'architetto! e poi.. chi vi dice che questo fantomatico Pincione non sia anche lui un tifoso del Pescara ed uno che capisce di calcio?!? ora.. facciamo scapparci questa opportunità irripetibile di una società con i soldi... per difendere Renzetti.. sinceramente io TIFO PESCARA::: e non renzetti, se il suo sacrificio vuol dire un grande PESCARA... ben venga questo sacrificio!!!!! e mo avast a fa li mongoloid, la petizione faceml per un GRANDE PESCARA!!!!

da oliver

ALLORA VOI NON AVETE PROPRIO CAPITO LA MESSA IN SCENA CHE HANNO MESSO LA GALLINA E IL NOTARO L'ALTRA SETTIMANA... pizzaonhead MA E POSSIBILE CHE SIETE GROSSI E VACCINATI E NON VI RENDETE CONTO DI CHI E AFFIDABILE E CHI NO? MAH...

da SANGUE BIANCAZZURRO

PATERNA PRESIDENTE FINO AL 28 FEBBRAIO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
OOOOOOO IL CANCRO E' TORNATO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!

da PIUCCIO

ultime guarda caso tu spunti fuori sempre e solo in questi casi,ma sei cosi stupido che secondo te non abbiamo capito chi sei? PESCARA AMA RENZETTI e adesso vi li facem capì a fatti...

da dgtuttalavita

IL GIORNALISTA MANCINI CMQ SONO 15 ANNI CHE STA A PESCARA, E CHI LO CONOSCE VERAMENTE SA CHE QUANDO SEGNA IL PESCARA ESULTA COME UN MATTO, LUI ORMAI è PESCARESE A TUTTI GLI EFFETTI.

da oliver

E IMPRESSIONANTE COME GENTE ADULTA POSSA REGISTRARSI SU QUESTO SITO E A NOME DEI SOCI FARCI CAMBIARE IDEA SU RENZETTI. PER TUTTI QUELLI CHE FREQUENTANO IL SITO,RAGAZZI MA AVETE CAPITO IN MANO A CHI CI STIAMO METTENDO?MA VIVETE A PESCARA VOI OPPURE CERTE COSE LE SO IO SU QUESTO "SORCIO"? IO SE QUESTO QUA CI DEVE RAPPRESENTARE O NON VENGO PIU ALLO STADIO OPPURE VERRO SEMPRE CON LO STRISCIONE "DAMBROSIO VATTENE".MI SEMBRA ASSURDO COME IN UN MOMENTO COME QUESTO ANCHE VOI QUI SOPRA STATE SOTTOVALUTANDO IN MANO A CHI STIAMO PASSANDO...SVAGLIATEVI PORCA TROIA QUA BISOGNA SVEGLIARSI!!

da dgtuttalavita

VI RICORDO CHE PER LE SORTI DEL PESCARA STO TRALASCIANDO UN ESAME, CHE DOVRò SOSTENERE MERCOEDì POMERIGGIO. LA PETIZIONE SI FARà PER RENZETTI PRESIDENTE.

da Alex_sbafone

X LEO@JUNIOR: in effetti la famiglia D'Ambrosio a Pe è amata e stimata non x questo notaio,ma per l'altro,che credo si chiami Nicola e che gli sia parente

da johnnyP

MAGICO PE HAI ROTTO IL CAZZO

da ultime

per IL PESCARA E BASTA: che devo dire a Pincione? vuoi suggerirmi pure il contenuto.... laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da Milano

ho letto dei commenti sullo stadio nuovo in effetti uno stadio nuovo a pescara l'hanno fatto in molte città, persino ad ancona. lo stanno facendo persino a pavia e come ho letto a brescia stanno pensando in grande, messina, cesena, reggio emilia etc etc hanno strutture che sono avanti anni luce rispetto alla nostra!

da IL PESCARA E BASTA

CONTATTATE MAX PINCIONE PER DIRGLI LA VOSTRA 579 5th Avenue Suite 1410 New York, NY Phone: 212 752 0001 Fax: 212 421 8091

da oliver

DAMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE PERSONA SEI, LA GENTE CHE QUI SOPRA SI STA METTENDO NELLE TUE MANI NON TI CONOSCE BENE...RAGAZZI SVEGGLIATEVI CHE QUESTO E PEGGIO DI PATERNA E NON AVETE CAPITO CHE PINCIONE NEMMENO ANCORA LO CONOSCE A QUESTO!!

da PieroMilano

Mettiamo i tornelli se no non si entra neanche col Cesena...

da TATANKA

QUALSIASI PRESIDENTE CI SARA' IO TIFERO' SEMPRE PESCARA!!

da BORGOMARINA

.....ALLORA CONTINUATEVI A FARE LE PIPPE MENTALI

da stefano69

che sito di cacca la pescaracalcio. hanno messo un aggiorn. sulla partita del napoli e nulla perla vittoria a bari.. la 1 cosa che deve fare la nuova società è di mandare via tutti i dipendenti. aria nuova gente nuova. da ultimo rilancio la mia petizione per stadio nuovo senza pista. io non dico di ristrutturare l'adriatico ma di farne uno nuovo, magari fuori città, ben collegato e con un centro commerciale annesso per sostenere l'investimento (brescia lo farà con circa 30milioni). mi sono sempre chiesto perchè dobbiamo far arricchire francesi-auchan bolognesi-ipercoop e tedeschi-iper

da zdenek

x borgomarina: non credo che quelli che vogliono la petizione vogliano dividere la piazza, ma solo riconoscere i meriti che a RENZETTI purtroppo qualcuno vorrebbe trascurare. per quello che è successo a gennaio RENZETTI sarebbe il naturale candidato alla presidenza. lui ha aperto la strada verso LA LIBERAZIONE DAL MALE, lui ha condotto e portato a termine una trattativa resa difficilissima dalla malafede di quei lucratori che hanno distrutto, in termini economici e sportivi, la società. ecco perchè mi sento anch'io di appoggiare chi vuole portare avanti la petizione

da TATANKA

anche io mi fido solo di angelo..ma cmq sia non puoi già contestare un progetto che fino a questo momento non è stato manco fatto...cioè non hanno manco fatto il consiglio d'amministrazione e già stem a cuntestà a me mi sembra na cazzata colossale!!! e cmq nn so se avete sentito e ancora paterna il presidente fino al prossimo cda laugher laugher laugher laugher

da zdenek

tatanka, io per il momento mi fido solo di angelo renzetti, l'unico che ha dimostrato di avere una passione senza limiti epr il pescara. sarebbe un peccato perdere una persona così competente e passionale. spero che dalla prossima della società esca fuori RENZETTI come candidato unico alla presidenza: significherebbe che l'ambiente si sia tutto ricompattato per ottenere il progetto di un grande pescara

da TATANKA

cmq mancini è sardo sicuro..lo conosco

da BORGOMARINA

....Ho detto che è foggiano perchè piscar s'arbit di puglis.....comunque chi è veramente pescarese non deve dividere la piazza...

da TATANKA

si zdenk hai ragione ma se faranno un grande pescara?? e se hanno veramente tutta quella moneta che paventano?? in quel caso possono mettere pure il padre eterno in minoranza a me nn fotte nulla...interessa solo il pe!!

da TATANKA

per me che ultime sia uno di pescara 70 è una grande CAGATA!! laugher laugher

da zdenek

un modo per dimostrare affetto e riconoscenza ad una persona come renzetti che ne merita davvero

da zdenek

X BORGOMARINA; a me risulta che mancini sia di origini sarde, ma non vorrei metterci la mano sul fuoco... pssma il problema non è chi vuol fare quella petizione. il problema è lo sconcerto che tutti dovremmo provare per come si sono svolte le ultime fasi della trattativa. RENZETTI aveva detto: io sono disposto a comperarmi il pacchetto azionario che manca per arrivare alla maggioranza. il FURBACCHIONE di un notaio ha preferito vendere ad altri pur di metterlo in minoranza, facendogli perdere tutta la fiducia ne gruppo di PE70. il problema credo che sia questo... non le petizioni che sono

da TATANKA

d'accordissimo con te thc66..ma aspettiamo prima di giudicare e poi non è manco detto che quella delle dimissioni sia una strategia di renzetti..cmq aspettiamo aspettiamo aspettiamo..e se renzetti non dovesse piu' rientrare sosteniamo la nuova società se fa il suo lavoro..e cioè un GRANDE PESCARA!!

da torellobrindisino

allora Barteloni non fa parte di forzapescara.com attenti ultime è uno di pescara70 attentti attenti ATTENTI

da thc66

spero che siano solo mie supposizioni e spro io per primo che con i fatti mi smentiscano..... ma fino ad ora dove sono stati? perchè non si sono fatti avanti loro per primi? perchè non ci mettono la faccia? perchè, a parte qualke parola del notaio, gli altri sono come fantasmi? spero di sbagliarmi.

da TATANKA

dico la verità per me la petizione va anche bene è una cosa democratica..ma non rompete i coglioni iniziando a contestare senza manco sapere chi cazzo sono e cosa hanno in mente questi. Tanto renzetti probabilmente non ci sarà piu' anche con la petizione e quindi torniamo a pensare al ns pescara e a sabato che sada VINC

da ultime

per thc66: hai ragione infatti il principe (che ha comprato FIGO e quasi RONALDO) e pincione non capiscono di calcio come quel santuomo laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da BORGOMARINA

....chi apre la petizione √® in mala fede. Mancini secondo me √® pugliese...vi sate facendo fregare da stu puglies di m....Aspettate con i giudizi. Renzetti ha sangue pescarese...Pincione ha sangue pescarese pi√Ļ di tanti pseudopescaresi che si stanno mettendo in mostra spaccando la piazza (vedi mancini & c. )....

da TATANKA

x thc66: sono solo tue supposizioni!!! chi cazzo te lo dice se sn 2 giorni che l'anno comprata?? i soliti teoremi da pescaresi..d'alfonso..de cecco e tutte le altre cazzate che dite

da sivigliano

D'alfonso nn e' il mio sindaco!mangio pasta Del Verde, e con o senza Renzetti (grazie di tutto!)saro' sempre con la squadra!!!Avanti tutta Pescara! Mi scuso per lo sfogo, ma davvero nn ce la faccio piu' con questo immobilismo, e qua si pensa alle cazzate della querelle Renzetti/pincione/D'ambrosio..
.quando domenica tocca vede' la partita su sky...

da MAN

PER GATTA....: STA COL SINDACO E CON LA CRICCA DI SUOI AMICI....IMPRENDITORI EDILI........=.....PESCARA 2009 cry cry cry cry cry cry PINCIONE RITIRATI ANCHE TU.....SENNO' CUSSU' T' SPENN COME NA GALLINA

da thc66

x tatanka, forse non ti è kiaro un piccolo particolare, nella pescara 70 l'unico che ci capiva un pò di calcio era renzetti, gli altri non sanno nemmeno se la palla è tonda o quadrata, questo significa nessun amore per questo sport, e quindi nessuna ambizione sportiva..... Di conseguenza ora ti è chiaro perkè si sono interessati???? solo per farsi luce ma per i loro interessi. ricordati senza passione non si va da nessuna parte, sono i fatti che lo dimostrano Paterna ti dice nulla o è passato troppo tempo????

da sivigliano

vogliamo fare qualcosa, sarebbe ora di andare tutto sotto il comune a maniofestare il nostro dissenso piu' assoluto nei riguardi di questa giunta, che nn ha fatto altro che prenderci in giro, i tornelli nn sono pronti e nn lo saranno mai se continuiamo cosi'!!!intanto col Cesena di nuovo a porte chiuse, rischiando cosi' di vanificare il colpaccio di Bari!!!la piazza pescarese cominciasse a muoversi su queste tematiche, sul fatto che abbiamo uno stadio che fa schifo, sul fatto che tra poco piu' di 2 anni cisaranno i Giochi e ancora si attaccano manco i cartelli degli appalti!!! continua

da TATANKA

IL PROBLEMA DI PESCARA SONO I PESCARESI..NON VI VA MAI BENE UN CAZZO!!! dopo non lamentatevi se vengono tipi come paterna

da zdenek

x dgtuttalavita: credo che per avere un riscontro alla tua proposta di petizione popolare per vedere Renzetti alla presidenza del PE potresti rivolgerti a SERGIO MANCINI di radio delta1 che nella trasmissione di ieri a rete 8 ha dimostrato di essere molto vicino al popolo biancazzurro ( proprio lui che abruzzese non è...) nella sua lotta per vedere riconoscere a Renzetti quello che merita veramente. ti consiglierei di metterti in contatto con lui sul sito radiodelta1.it. POTREMMO AVERE UN GIORNALISTA IN APPOGGIO DI QUESTA TUA IMPORTANTE INIZIATIVA... pss

da TATANKA

ma chi cazzo te lo ha detto a te che vuole lucrare... PORCA MADDONNA SONO 2 GIORNI CHE HANNO COMPRATO IL PESCARA E GIA' INIZIATE A ROMPERE I COGLIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII
IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

da sivigliano

x dgtuttalavita: sei pesante!sta petizione la farete in 10 persone, anzi in 5...parliamo di 2 persone adulte e responsabili che sicuramente troveranno un accordo a breve, e se cio' nn dovesse accadere, compito di noi tifosi e' quello di incitare la squadra a prescindere dal presidente...mo basta, la piazzza fa sul serio, la piazza e' satura...ma che state a di'!per prendere al balzo un incipit di milano, vi dico che 10 anni fa la piazza avrebbe fatto clamore, nn ci scordiamo che veniamo da 3 anni di Paterna, dove gli si e' concesso di tutto e di piu'!!!invece, se proprio vogliamo fa .. continua

da gattabeninicamplone

Non mifido del Notaro, ha usato e pugnalato Renzetti e lo farà pure con Pincione! Vita dura a chi lucra sulla nostra passione, capito Notà!

da TATANKA

zico io sn tristissimo per renzetti cry cry MA IO TIFO PER IL PESCARA NON PER RENZETTI CHE SIA BEN CHIARO..IO VOLGIO VEDERE IL PESCARA VINCERE SUL CAMPO CON GIOCATORI FORTI..NON MI FREGA SE è RENZETTI O JIMMY IL FENOMENO ALLA PRESIDENZA-- e poi non cominciate a fare scazzare le persone prima che ancora incomincino-- non facciamo sempre I PESCARESI PLEASE!!

da TATANKA

x dgtuttalavita ma tu ti rendi conto che cazzo stai a dire?? inizieranno a tremare??? per che cosa per averci salvato dal fallimento? per aver creato una società forte con un arabo petroliere?? io ci andrei cauto..mi dispiace per renzetti..ma alla fine non mi frega un cazzo di niente io voglio i giocatori e campionato vincenti ci po sta pure san procopio come presidente non me ne frega nulla!! RENZETTI FA PARTE DEL PASSATO

da thc66

...o ma si può sapere che cavolo si è detto in televisione?????? iammè nessuno l'ha potuto seguire????

da ZICO

Caro Tatanka, io personalmente non dimentico niente!

da ZICO

Grazie Guaranà, purtroppo non prendo Tele9 cry. Quindi sono parenti ma gli interessi familiari sono ben differenti. Ma il Notaio Nicola non potrebbe prendersi la pallacanestro? eyed

da Bruno

PESCARA: Angelo Renzetti, nella tarda serata di ieri, si √® dimesso dalla carica di presidente del Pescara, assunta ufficialmente il 10 gennaio 2007. La presidenza Renzetti, dunque, √® durata poco pi√Ļ di un mese. E' bastata, per√≤, a riaccendere un po' di entusiasmo nei cuori dei tifosi biancazzurri, sempre pi√Ļ delusi dalle passate gestioni di Scibilia prima e Paterna poi. Insanabili evidentemente sono state le incomprensioni con i soci della Pescara 70. Ironia della sorte, fatali a Renzetti sono stati i soci della societ√† da lui stesso ideata e fondata dal nulla, quando il Pescara sembrava non interessare a nessuno. Il desiderio dell'oramai ex presidente √® gi√† stato esaustivamente espresso nei giorni passati. Renzetti non ha nessuna intenzione di collaborare in societ√† al fianco di un nuovo patron. L'imprenditore italo-svizzero vuole guidare da solo l'‚ÄĚautovettura‚ÄĚ Pescara calcio. Il suo desiderio, per√≤, ‚Äúcozza‚ÄĚ con il volere della maggioranza dei soci di Pescara 70 che non lo indicano come la figura ideale per guidare un club professionistico. L'aumento di capitale, lo ricordiamo, ha infatti messo Renzetti in minoranza all'interno della societ√† che, pochi giorni fa, ha acquistato l'intero pacchetto azionario del sodalizio di via Mazzarino da Paterna. Pincione nel frattempo, che ha intuito le doti di grande comunicatore di Renzetti per il rilancio del club, starebbe cercando di ricucire lo strappo. L'impresa √® ardua ma l'imprenditore italo-americano, in ogni caso, ha compreso il fatto che questo √® il momento peggiore per assumere direttamente o indirettamente la carica di presidente del Pescara. Le dimissioni di Renzetti arrivano nel momento migliore della squadra. Grazie a quest'ultimo, i ragazzi sono pi√Ļ sicuri e consci dei propri mezzi. Renzetti ha rappresentato quello che Paterna non √® riuscito ad essere in tre anni di sua gestione, un vero punto di riferimento sempre vicino alla squadra, soprattutto nei momenti pi√Ļ difficili. Non √® casuale il fatto che la prima vittoria in campionato sia arrivata al suo esordio da patron del club adriatico. La popolarit√† di Renzetti presso i tifosi del delfino, detto ci√≤, √® altissima. Lo stesso √® il classico presidente eletto dal popolo. Per questo, non √® da escludere un ripensamento dell'ultim'ora dello stesso Renzetti. Pescara ha bisogno di un massimo dirigente che riporti anima ed entusiasmo in una piazza ormai sfinita dalle ultime disastrate gestioni. Renzetti, sotto questo punto di vista, √® il personaggio ideale pertanto, quasi certamente, non √® stata detta ancora l'ultima parola su questa ennesima querelle, ora interna alla stessa societ√†.

da TATANKA

il notaio d'ambrosio ha dichiarato. "renzetti fa parte del passato del pescara" quindi a malin cuore dimentichiamocene e iniziamo a sostenere questa società che sta piena di moneta!! basta con le contestazioni preventive

da dgtuttalavita

PER cn: MA COSA DICI MA LO SAI CHI è BRUNO BARTELONI, UN APPASIONAT EL PESCARA CALCIO E LUI PER IL BENE DEL PESCARA DAREBBE LA VITA, NON GLI SERVE ARE L'ADETTO STAMPA DEL PESCARA, MA LUI è UN SEMPLICE GIORNALISTA, E SICCOME RIVEDE IN ANGELO RENZETTI, QUEL TIFOSO PASSIONALE COME LO è LUI, ALLORA LO AMA COME LO AMIAMO TUTTI NOI. VAI RENZETTI PRESIDENE LA PETIZIONE è IN ARRIVO D'AMBROSIO E SOCI INIZIATE ATREMARE CHE QUESTA VOLTA LA PIAZZA FA SUL SERIO.

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da cn

PER REDAZIONE: MA E' VERO CHE SIETE COSI'PRO-RENZETTI PERCHE' HA PROMESSO IL POSTO DI ADDETTO STAMPA DEL PESCARA A BRUNO BARTELONI???

da zdenek

torello brindisino è vantaggiato in persona pss

da alberto

Questo D'Ambrosio non lo conosco. E' un nipote di Nicola D'Ambrosio, il padre delle ragazze Fabrizia e Daniela che giocavano basket con la Varta Pescara. Quello che ha i soldi è Pincione, ma vive negli States e non può fare il Presidente della Pescara calcio. Vuole un uomo fidato che per ora è il notaio. Angelo Renzetti è un grande. Non si farà battere da un azzeccagarbugli. Vi sembrerà strano ma solo noi, nu seme nu, i tifosi con il calcio nel sangue, possiamo essere decisivi. Forza Angelo, Forza PESCARA.

da guaranà

x leo@junior....nella famosa intervista con Massimo D'Ambrosio si faceva riferimento allo zio NICOLA D'Ambrosio, papà di Daniela e Fabrizia ex atlete di basket....

da gattabeninicamplone

Be allora questo spiegherebbe molte cose, soprattutto perche si è cercato di distruggere l'ottimo rapporto che si era instaurato all'inizio fra renzetti e Pincione!

da LEO@JUNIOR

X ZICO:GUARDA CHE E' PROPRIO QUELLO LI' IL NOTAIO.HO SENTITO CON LE MIE ORECCHIE L'INTERVISTA DI BARTELONI IN CUI IL NOTAIO PARLAVA DEL BASKET GIOCATO DALLE FIGLIE!!!

da cn

MA CHI E'IL PROPRIETARIO DI FORZAPESARA.COM.....RENZETTI??
? laugher laugher laugher laugher laugher perplex perplex perplex perplex perplex pss pss pss pss pss boo boo boo

da man

per zico: ma sn parenti???

da man

per GATTAecc.: mi sa che hai proprio ragione.....lo so quasi per certo

da gattabeninicamplone

D'Ambrosio non sarà mica una pedina del Sindaco messa lì in mezzo a rompere i coglioni?

da ZICO

Per evitare equivoci vorrei sottolineare che a Pescara c'è (o c'era)un altro Notaio D'Ambrosio con lo studio a Viale Regina Margherita, marito di un'ottima Professoressa e padre di Daniela e Fabrizia, colonne della pallacanestro pescarese degli anni 80. Non c'entrano nulla col Notaio D'Ambrosio di Pescara70.

da CN

MA CHI E'IL PROPRIETARIO DI FORZAPESARA.COM.....RENZETTI??
? laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da Galeone

D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO. D'AMBROSIO SAPPIAMO TUTTI CHE SEI UN MALAVITOSO.

da dgtuttalavita

oggi vado a vedere il luogo dove poter fare questa petizione, cmq vi dico che se mi danno l'ok già da domani in giornata inizierà la petizione. Potranno mettere la firma solo le persone maggiorenni, con la dimostrazione al momento della firma di un documento d'identità o patente. A BREVE SAPRETE ALTRE NEWS. se c'è qualche giornalista che mi vuole fare pubblicità mi contatti pure nella mia mail: bruceharper13@libero.it

da pe1

ma a sto punto mi domando:perche cacchio renzetti ha aperto le porte a d'ambrosio in societa???bastava informarsi bene all'inizio...o cmq parlare molto piu chiaro...questo è l'unico errore che ha fatto renzetti!!! per colpa di paterna ha dovuto stringere i tempi e far entrare in societa persone che non conosceva bene...e questi sono i risultati!! la colpa è ancora di paterna, che come ha detto il tg3 ora è di nuovo presidente fino al 28! pizzaonhead pizzaonhead

da akuila

Leggo che il notaio è simpatico a pochi!!!! Sono contento perchè io da subito mi sono fatto una cattiva impressione!! E se non sbaglio la famiglia D'Ambrosio non ha proprio una buona reputazione.....vero? FORZA RENZETTI x canesciolto: non ti conosco ma secondo me 6 un mito

da Renzettisantosubito

ciao a tutto il popolo biancazzurro......chi volesse mandare un messaggio di stima ad Angelo Renzetti, io l¬īho fatto questa mattian e mi ha risposto, questo √© il link: http://www.renzettipartners.ch
/contatti

da Renzettisantosubito

x magico pe........cerca di lasciare i tuoi post leggermente piu¬īcorti...abbiam capito che vuoi ANgelo presidente...

da carpe

renzetti ha parlato al tg3 e ha detto che d'ambrosio non c'entra niente con il calcio.

da MAGICO..PE

forzapescara.com, nn riniziare. basta, nn ti rispondero piu. RENZETTI PRESIDENTE

da MAGICO..PE

CI SIAMO CAPITI O NO. PESCARA VUOLE RENZETTI. FATEVI DA PARTE. RENZETTI PRESIDENTE

da mancho

Nell'intervista su radio delta 1 Renzetti, poco fa, ha detto anche che se il popolo biancazzurro lo vuole lui domani è pronto ad acquistare altre azioni, ma il problema è che non lo vuole una persona in particolare....(chissà chi è ???) poi ha sparato grosso dicendo che il sindaco l'ha mandato alla Caripe per pagare l'irpef ma la banca non ne sapeva niente. Lui era in buona fede ma è stato preso in giro e non sa cosa c'è dietro. MA CI RENDIAMO CONTO ???? noo noo noo

da Jordison

alex b ma hai letto qualche articolo e ascoltato qualche intervista di Renzetti? Ma che stai cadendo dalle nuvole?

da alex b

non state con i paraocchi, D'Ambrosio non comanda e non comanderà mai, è solo una piccola pedina della società quindi anche se vi è antipatico per il suo modo di fare (almeno è uno che ci tiene al Pescara) non vedo perchè ve la dovete prendere con lui... perplex

da Forzapescara.Com

MAGICO..PE horny ci hai scocciato con i tuoi messagi stupidi,patetici e senza senso che intralciano laa lettura a noi itenti "normali"...X LA REDAZIONE MA E' POSSIBILE BANNARE?NON E' LA PRIMA VOLTA...ADESSO BASTA! noo

da alex b

x canesciolto: vatti a vedere le partite del chieti, noi, VERI TIFOSI PESCARESI, vogliamo la serie A, chiunque sia il presidente! come vi passa per la testa di fare manifestazioni? la nuova società non ancora inizia a lavorare, e già state a piangere... pizzaonhead

da Robert

Certo Magico PE...ndi' nu' cazz da fa' pe sta' sempre a scrive qua'! Scherzo e! laugher FORZA MAGICO RENZETTI

da MAGICO..PE

RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESIDENTE RENZETTI PRESID

da carpe

renzetti si incontrera' giovedi con pincione. giovedi si sapra il suo futuro

da ciarlantini

Lo stadio senza pista è il desiderio credo di tutti, ma se sarà ristrutturato per accogliere i giochi del mediterraneo dove la pista è indispensabile, dubito che si possa successivamente smantellare per rifarlo senza.

da dgtuttalavita

ciao a tutti, vi dic che la petizione partirà presto, però non un luogo pubblico purtroppo ci sono troppi cavilli burocratici da affrontare e non c'è la facciamo con i tempi, quindi sarà aperto a tutti ma in un luogo privato. a breve saprete tutto RENZETTI PRESIDENTE

da guaranà

RINGRAZIO TUTTI COLORO CHE MI HANNO TELEFONATO PER FARMI I COMPLIMENTI, IN MODO PARTICOLARE L'AMICO DARIO. PER COLORO CHE SI SON PERSI LA TRASMISSIONE, DOMANI SI REPLICA SEMPRE SU TELE 9 ALLE ORE 13,00 !!!! pss

da stefano69

si apre la seguente petizione: stadio nuovo senza pista... chi aderisce?

da MAGICO..PE

so scritt propri d'merda!! CESENA MERDA. FORZA ANGELO pizzaonhead

da MAGICO..PE

FUORI I GUFI DA PESCARA.(CAMPLONE,D'AMBROSIO E LA MOGLIE,D'ALFONSO, ASSESSORI VARI,PATERNA( CHE RINGRAZIANDO GESU CRISTO, SE NE ANDATO, E TUTTI I LUCRATORI VISCIDEI SIGNOROTTI CAFONETTI DI PESCARA) SOLO COSI RIUSCIREMO AD AVERE UN GRANDE PESCARA. ANGELO PESCARA E CON TE. ||AVANTI ANGELO|| 1936 ||AVANTI ULTRAS 1936|| FORZA PESCARA...E PER SABATO:....PESCARA MAI PESCARA INFIORE CESENA MERDA PESCARA AMORE QUANDO RIPENSO.........CESENA CESENA VAFFANCULO

da Max11

Secondo me alla fine Renzetti e Pincione si chiariranno entro venerdi .. stavolta di persona eyed

da Jordison

Spero proprio che Pincione chiarisca con Renzetti...Dai Max, se rimetti in ordine le cose sarai osannato da tutta Pescara assieme al nostro Angelo!! FORZA PINCIONE! FORZA RENZETTI! Ci avete liberato dal male già una volta...fatelo di nuovo e cacciate a calci D'Ambrosio!

da biancazzurro_

BE SE SI INCONTRANO SPERIAMO CHE RISOLVANO STA QUESTIONE UNA VOLTA X TUTTE!!!!!

da torellobrindisino

AALLORA HO UN PO DI COSE DA DIRE: I GIOCATORI AL TERMINE DELLA VITTORIA SUL BARI HANNO ABBRACCIATO RENZETTI NEL CHIUSO DELLO SPOGLIATOIO CANTANDO PER LUI...QUESTO è PER FAR CAPIRE L'ANTIFONA! 2. PINCIONE HA CHIAMATO RENZETTI DOPO IL 90 DI BARI E GLI HA DETTO CHE GIOVEDI SI INCONTRERANNO...SUL CENTRO DI OGGI INVECE TUTTAL'TRE DICHIARAZIONI. Mò AVETE CAPITO COM'è E CHI METTE LA MERDA....

da torellobrindisino

la neve sta sciogliendosiLA MERDA VIENE A GALLA

da Renzettisantosubito

spero che Pincione e Renzetti si chiariranno........dovrebbe essere cosí...... eyed

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da gattabeninicamplone

Ma ci meravigliamo ancora del Cencio! Si sa per chi parteggia! Se non sbaglio qualcuno era stato accusato di scrivere articoli dettati da MAsciarelli della FIRA vero?

da gattabeninicamplone

E' tutto vero, Renzetti e Pincione si incontreranno e chiariranno! Per cui smettiamola tutti di accentuare le divisioni e prender parte per l'uno o per l'altro! L'unico che ci stona ormai s'è capito chi è!

da Canesciolto

MARCO CAMPLONE ... LA STORIA SI RIPETE! PRIMA DIFENDE L'INDIFEDIBILE, CIOE' PATERNA! POI INIZIA AD ATTACCARE RENZETTI AVANZDO DUBBI SULLA PESCARA70. ADESSO CHISSA' PER QUALE MOTIVO SI SCHIERA CON D'AMBROSIO... SARA' QUALCHE MOTIVO PERSONALE?? IL TEMPO MI SARA' TESTIMONE! MARCO CAMPLONE SEI UN MEDIOCRE GIORNALISTA! MI CONOSCI DI PERSONA, MA ABBASSI LO SGUARDO PER STRADA, COME MAI? NON TI PREOCCUPARE CHE SARAI SPUTTANATO A DOVERE!

da torellobrindisino

LA NEVE STA SCIOGLIENDOSI, LA MERDA STA VENEDNDO FUORI

da torellobrindisino

l'ha detto renzetti prima...e me l'ha riferito chi era presente!LA NEVE STA SCIOGLIENDOSI, LA MERDA STA VENEDNDO FUORI

da biancazzurro_

TORELLO COME FAI A SAPERE QUESTE COSE?? A DO LI LETT O CHI TE LE HA DETTE?? il cencio sappiamo tutti che oramai mette solo zizzagna

da torellobrindisino

AALLORA HO UN PO DI COSE DA DIRE: I GIOCATORI AL TERMINE DELLA VITTORIA SUL BARI HANNO ABBRACCIATO RENZETTI NEL CHIUSO DELLO SPOGLIATOIO CANTANDO PER LUI...QUESTO è PER FAR CAPIRE L'ANTIFONA! 2. PINCIONE HA CHIAMATO RENZETTI DOPO IL 90 DI BARI E GLI HA DETTO CHE GIOVEDI SI INCONTRERANNO...SUL CENTRO DI OGGI INVECE TUTTAL'TRE DICHIARAZIONI. Mò AVETE CAPITO COM'è E CHI METTE LA MERDA....

da torellobrindisino

AALLORA HO UN PO DI COSE DA DIRE: I GIOCATORI AL TERMINE DELLA VITTORIA SUL BARI HANNO ABBRACCIATO RENZETTI NEL CHIUSO DELLO SPOGLIATOIO CANTANDO PER LUI...QUESTO è PER FAR CAPIRE L'ANTIFONA! 2. PINCIONE HA CHIAMATO RENZETTI DOPO IL 90 DI BARI E GLI HA DETTO CHE GIOVEDI SI INCONTRERANNO...SUL CENTRO DI OGGI INVECE TUTTAL'TRE DICHIARAZIONI. Mò AVETE CAPITO COM'è E CHI METTE LA MERDA....

da Jordison

Qualcuno può fare un riassunto di quello che ha detto Renzetti? Io non ho potuto seguire la trasmissione (tranne gli ultimi 5 minuti)

da BRONXPESCARA

RENZETTI è UN GRANDE E SI VEDE CHE CI TIENE VERAMENTE AL PESCARA.... IL GIORNALISTA LO STA UN Pò PUNZECCHIANDO CON DOMANDE SUI RAPPORTI CON PINCIONE E GLI ALTRI SOCI

da stefano69

io lancio una petizione. spero che sarete in molti ad appoggiarla. pincione quando arrivi sappi che vogliamo programmi chiari sul futuro della squadra ma soprattutto vogliamo......... LO STADIO NUOVO!!!!!!!! UAGLIU' DAI tutti concentrati a chiedere lo stadio nuovo, uno stadio all'inglese senza protezioni e senza pista d'atletica. questo è il sogno. se princione vuole ce lo costruisce. facciomo una petizione per questo. STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO SENZA PISTA! STADIO NUOVO

da nzipass

Massimo rispetto x Renzetti, ma anche fiducia e appoggio a Pincione.. non facciamo le teste di cazzo pls pss

da Milano

MAGICO.PE LA PIANTI DI INCASINARE IL FORUM COME UN BAMBINO BASTA CHE LO SCRIVI UNA VOLTA SOLA E LO CAPIAMO . CI VUOLE IL BAN CRIBBIO! ALLA FINE PRO UNO O PRO L'ALTRO SPERIAMO CHE IL PESCARA SI SALVI, INVECE DI FARE STRISCIONI POLITICO SOCIETARI COMINCIAMO A TIFARE COME SI DEVE , BASTA CON STE IDEOLOGIE DEL CAXXO DI NON FARE CORI PER I GIOCATORI O PER LA SQUADRA , ONORE AI 15 DI BARI MA SE INVECE DI ONORARE ALTRI CI SI MUOVESSE A QUEST'ORA NE ERANO 50! E CON QUALCHE STRISCIONE IN PIU PER IL PESCARA.

da zdenek

renzetti ha detto da mancini, radio delta 1, che: 1 ormai la macchina societaria è fuori controllo, dove ognuno fa e disfa a modo proprio senza chiedere nulla al presidente. E' questa la motivazione ufficiale delle sue dimissioni; 2 se il popolo biancazzurro lo vuole si dice disposto ad acquistare tutto il pacchetto azionario pss

da max@max

l'accordo segreto è servito per metterlo in c... a l'essere odioso ke era presidente. vatti a rivedere la trasmissione dove ha spiegato il motivo dell'accordo e il perke del silenzio verso i soci

da johnnyP

ragazzi, chi sta vedendo il programma potrebbe gentilmente riferire cosa dice renzetti?! please

da stefano69

magicope ma quanti anni hai? per favore smettila di ingombrare questo muro con le tue follie. pescara non odia nessuno men che meno chi cmq chi lavora in piazza e ci mette le faccia. oh ma che renzetti ha ammesso di aver fatto accordi segreti con paterna su carrozza non frega pi√Ļ niente a nessuno? voglio vedere se nel futuro vi capiter√† di fare gli imprenditori e a un certo punto scoprite che il vostro socio vi ha nascosto qualcosa. come la prendereste? forza princione e poi a quell'altra che ha detto che comandano gli ultr√† lo inviterei a stare attento, c'√® l'arresto ormai per ste cose

da geronimo

Ciao cimpiel, ti capisco e mi unisco alla tua dichiarazione di amore per il delfino. ho 36 anni e da 6 anni facico il tifo solo per il pescara, senza vergogna. Sono un po' incazzato per certe vivcende del cazzo nel calcio, ecco perke' la mia provocazione: renze' pilgiati il porto.

da galeone_forever

eyed

da guaranà

COMINCIA LO SPECIALE SU TELE 9.....BUONA VISIONE !!!!

da geronimo

caro milano, secondo te, considerando il nostro centrocampo e difesa (senza ritornare sui se e sui ma del mercato), ti dico con quello ke abbiamo, e con la grinta e la coesione ritrovata in squadra, come si potrebbe imbrigliare meglio Papa Waigo?

da max@max

e adesso aspetto le dichiarazioni di pincione sui programmi e sulle vicende societarie. se poi fa parlare il notaro o peggio la compagna STEM ALLA FRUTT!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!

da cimpiel

Seguo il Pescara da 40 anni,è il mio unico Credo calcistico,ripudio chi tifa milaninterjuve ed altre zozzerie del genere. Chi ama il Delfino,non ha altri amori,perchè il Pescara mi ha reso grande,orgoglioso di essere Abruzzese,quando sento un pescarese un corregionale,dichiarare di essere iuventinomilanistainterista..q
uando vedo bambini vestiti con quei colori..penso ai limiti mentali dei genitori, che fanno assorbire ai figli il mediatico pi√Ļ riprovevole e la sottocultura del servo,sempre ai servigi del padrone. C'√® un unico grande amore,si chiama Pescara.

da pe1

sta a inizia

da max@max

...bruto e tanti cesare non so se afferri la metafora. ki ne fa le spese alla fine siamo noi ke siamo ammalati per il DELFINO e ke non sopportiamo di essere trattati cosi. la si deve finire di non tenere conto di noi tant'è ke ki ci teneva a noi ANGELO RENZETTI è stato fatto fuori.

da geronimo

Il rpogramma e le intenzioni di renzetti ormai lo potete giudicare, no? A ki piace e a ki no. Adesso sarebbe corretto verso i tifosi che ki ha un'altra visione, un altro programma (Pincione? Principe? Taverner?) ce lo dicesse al pi√Ļ presto. Non vi sembra corretto anke a voi a questo punto?

da max@max

stefano meglio un presidente passionale ke ci mette l'anima e tutto quello ke ha nella squadra del cuore ke persone calcolatrici ke quando vedono il mancato guadagno ti mollano senza preavviso. Quello ke dico è ke pincione e il principe sono arrivati tramite ANGELO ke è riuscito anke a far riaccendere l'entusiasmo di noi tifosi. il sior notaro ha fatto di tutto per non far diventare RENZETTI socio con quote alte rifiutando un ulteriore versamento per far entrare di giacomo e tavarner(????????????????????)
gente che del PESCARA se ne è sempre fregato. cio significa ke in societa ci sono tanti

da geronimo

Appunto Ricky, aspetto di conoscere la REALE VISIONE PROGRAMMATICA di mr PINCIONE..e le garanzie (vist che renzetti l'abbiamo messo in croce per le garanzie)

da torellobrindisino

STATE TUTTI ATTENTI TUTTI INDISTINTAMENTE PESCARA E' STANCA DI SUBIRE, PESCARA COME TORINO! ATTENTITTUTTI!

da RickyRickyRickyVola

vorreisolo ricordare che tutte sti casini per trovare i soldi, servono solo a comprare il titolo sportivo del pescara. di una società che ha 6 -7 milioni di euro di debiti. i soldi veri servono dopo, per risanare la società, per comprare i giocatori, pagare gli stipendi pagare le tasse l'affitto dello stadio etc etc. i soldi necessari per comprare la società sono niente rispetto alle spese da affrontare, rendetevene conto

da geronimo

Spero ke ti sei segnaot il mio nick, magicoleo. Le mani ormai me le sono "sporcate" nel prendere una parte. La misura di Renzetti me la sono fatta e me la faccio grazie al fatto che i suoi difetti e i suoi pregi li posso vedere e appurare. Il sig. Pincione disse che la PE70 non aveva programmi. Con correttezza, oltre a sperare che sia disposto a mettere tutti i soldi necessari, attendo di conoscere la sua VISIONE PROGRAMMATICA. Se decider√† di fare a meno di Renzetti sar√† una sua scelta (io penso ke √® uno spreco buttarlo al cesso) e vedremo quanto pagher√†. Se vorra fare rendere mene la sua enorme disponibilit√† ad investiree decider√† ke renzetti gli far√† sprecare i soldi, che si trovi a libro paga un manager. Solo ke i manager costano e rimarrebbe il rischio che potrebbero farsi gli intrallazzi propri alla lungha (partite vendute, buffi coi giocatori,...). Renzetti come manager c'ha la passione (garanzia di fiducia) e non lo paghi, anzi √® lui ke ci mette i soldi. Caro Renzetti, se te ne vai dalla PECalcio non buttare via il tuo entusiasmoo e la tua competenza nel calcio, valuta il Porto. Io, da pezzente, ci sto. Evidentemente mi chiedo se non sono degno pi√Ļ di essere un tifoso biancobl√Ļ.

da dgtuttalavita

tutti su tele 9

da Canesciolto

PER FAVORE POTETE ASCOLTARE RADIO DELTA1 TRA 5 MINUTI C'è IL TG SPORT. DITEMI COSA DICE MANCINI...

da Bruno

Qualcuno sa dirmi a che ora c'è la replica?

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da stefano69

magicope ma quanti anni hai? per favore smettila di ingombrare questo muro con le tue follie. pescara non odia nessuno men che meno chi cmq chi lavora in piazza e ci mette le faccia. oh ma che renzetti ha ammesso di aver fatto accordi segreti con paterna su carrozza non frega pi√Ļ niente a nessuno? voglio vedere se nel futuro vi capiter√† di fare gli imprenditori e a un certo punto scoprite che il vostro socio vi ha nascosto qualcosa. come la prendereste? forza princione e poi a quell'altra che ha detto che comandano gli ultr√† lo inviterei a stare attento, c'√® l'arresto ormai per ste cose

da torellobrindisino

stefano69 che cazz ti serv? lo sai perchè ho sto nick ndundi?

da kurt10

E' SOLO UN PRESUNTUOSO..!!

da gattabeninicamplone

Canesciolto siao con te, e con tutti i 15 di BARI! Onore a voi!

da stefano69

già con quel nome torello brindisino... vabbè. io non uso il gale contro renzetti. per renzetti resta un mito, quello che ha smosso le acque, che ha cacciato paterna e che ha dimostrato di essere un tifoso ed un competente di calcio. ma nel calcio di oggi contano i soldi e renzetti ha dimostrato di non averne a sufficienza per comprarsi da solo il pescara. ora c'è questa occasione con il princione. io dico solo che se vengono e fanno programmi pazzeschi, magari con il gale, io sono con loro. le petizioni facciamole a princione per farci fare lo stadio nuovo senza pista allora si che firmo tutto

da gattabeninicamplone

MA la smettete di mettere zizzanniz fra RENZETTI e PINCIONE? Loro si chiariranno in settimana e si risolverà tutto! Il problema è il Notaio! Fin quando ci sarà lui neanche Pincione può stare tranquillo! Così come nessun altro!

da kurt10

CAZZO PURE I SOLDI DI DECECCO..!!!ECCO..ORA DITEMI SE E' PROPRIO INTELLIGENTE QUESTO TIPO!

da Canesciolto

IERI IL NOTAIO AVREBBE RIFIUTATO ULTERIORI 200.000 EURO DI RENZETTI (uniti a soldi di De Cecco sembra) PER EVITARE CHE QUESTI DIVENTI AZIONISTA DI MAGGIORANZA! MA VI PREANNUNCIO ANCHE CHE LA NOTTE HA PORTATO CONSIGLIO, E SI APPRESTA NON AD UNO,MA A DUE PASSI INDIETRO hiss E ANCHE IL NOTAIO GIA' LO SA, CHE COMANDANO GLI ULTRA'!!! horny horny horny laugher laugher

da MAGICO..PE

D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESC

da kurt10

femy..hai ragione!!A ME NN PIACE SOPRATTUTTO IL FATTO KE RINUNCIANO COSI' ALLA FELICITA' DI NOI TIFOSI..XKE' CREDONO DI CONQUISTARCI SOLO COI SOLDI..ke atteggiamento e'?..se tu vuoi il bene..renzetti ci vuole!

da LEO@JUNIOR

PINCIONE E' AL 169 POSTO NELLO STATO DI NEWWORK.(FONTE GOLDMANSACKS)

da stefano69

già con quel nome torello brindisino... vabbè. io non uso il gale contro renzetti. per renzetti resta un mito, quello che ha smosso le acque, che ha cacciato paterna e che ha dimostrato di essere un tifoso ed un competente di calcio. ma nel calcio di oggi contano i soldi e renzetti ha dimostrato di non averne a sufficienza per comprarsi da solo il pescara. ora c'è questa occasione con il princione. io dico solo che se vengono e fanno programmi pazzeschi, magari con il gale, io sono con loro. le petizioni facciamole a princione per farci fare lo stadio nuovo senza pista allora si che firmo tutto

da FeMy*

Chi dice che si sta segnando tutti i nick che dicono contro pincione co. per poi rinfacciarci le parole piu avanti forse nn ha capito un benemerito***! Per me puo entrare oggi anche Bill Gates o Murdoch e portarci alla Champions. Certo che ne sarei felice! Quello che Io contesto nn è tanto la persona d'ambrosio che mi hanno detto che sia cmq una brava persona...,ma il modo in cui hanno agito.. Cosi come hanno fregato Renzetti nel tempo possono fregare chiunque, anke noi...il buon giorno si vede dal mattino... perplex

da LEO@JUNIOR

PINCIONE E' AL 169 POSTO NELLO STATO DI NEWWORK.(FONTE GOLDMANSACKS)

da LEO@JUNIOR

PINCIONE E' AL 169 POSTO NELLO STATO DI NEWWORK.(FONTE GOLDMANSACKS)

da torellobrindisino

CRISTO BENEDETTO QUA SI USA GALEONE CONTRO RENZETTI. SIAMO ALLA FOLLIA PURA PORCODUE. VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI ZOZZONI

da torellobrindisino

CRISTO BENEDETTO QUA SI USA GALEONE CONTRO RENZETTI. SIAMO ALLA FOLLIA PURA PORCODUE. VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI ZOZZONI

da Milano

SCUSA STEFANO69 MA DOVE LA PRENDI QUESTA SICUREZZA CHE PINCIONE ABBIA TUTTI QUESTI SOLDI?

da torellobrindisino

CRISTO BENEDETTO QUA SI USA GALEONE CONTRO RENZETTI. SIAMO ALLA FOLLIA PURA PORCODUE. VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI ZOZZONI

da kurt10

dg..devi mandare una lettera alla redazione..per attirare l'attenzione di tt..anke di quelli ke leggono se ci sono novita' e escono.

da torellobrindisino

CRISTO BENEDETTO QUA SI USA GALEONE CONTRO RENZETTI. SIAMO ALLA FOLLIA PURA PORCODUE. VERGOGNATEVI, VERGOGNATEVI ZOZZONI

da kurt10

infatti si vede ke iaconi mo fa ricala' pure il frosinone. . .

da stefano69

princione presidente, galeone direttore totale con deleghe su campagna acquisti, scelta dei giovani della primavera e scelta allenatori. vi starebbe bene così? a me si cazzo. erano anni che aspettavamo un miliardario, ora l'abbiamo e pare che voglia mettere il gale a comandare e state ancora a pensare a renzetti? ma smettetela. la petizione pro renzetti la firmerete in 100, i 40000 di bologna sono pro miliardi e galeone. non contate nulla e se venite alo stadio per fare casino state a casa perchè sennò vi arrestano e francamente farebbero bene. vogliamo un calcio libero dai disordini

da Milano

SI IFATTI DAL 2001 AL 2007 CON GENTE NUOVA C'ABBIAMO CACATO IN GIRO PER L'ITALIA ( IACONI, SIMONELLI BALLARDINI AMMAZZALORSO ETC ETC) pizzaonhead

da kurt10

a stefano..ua' ke proprio nn facciamo casino.. io sto pure ai distinti..

da torellobrindisino

x stefano 69 LI CAPPILLAT DILL A NATRA PARTE VOCCAPè...RENZETTI HA DICHIARATO AL COMPLEANNO DI GALEONE CHE ERA STRAFELICE DI ACCOGLIERLO E CHE PER LU IERA MOTIVO D'ORGOGLIO, PRIMA DI SPUTARE VELENO APPICC LU CERVELL NDUNDIT

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da stefano69

princione presidente, galeone direttore totale con deleghe su campagna acquisti, scelta dei giovani della primavera e scelta allenatori. vi starebbe bene così? a me si cazzo. erano anni che aspettavamo un miliardario, ora l'abbiamo e pare che voglia mettere il gale a comandare e state ancora a pensare a renzetti? ma smettetela. la petizione pro renzetti la firmerete in 100, i 40000 di bologna sono pro miliardi e galeone. non contate nulla e se venite alo stadio per fare casino state a casa perchè sennò vi arrestano e francamente farebbero bene. vogliamo un calcio libero dai disordini

da MAGICO..PE

D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA. D'AMBROSIO PESCARA TI ODIA.

da Milano

il problema è trovarlo uno ke ha i soldi , non sono così sicuro che pincione tutti questi soldi li abbia, dilena , gruppo ilca ormai sono il passato e spero che lo sia anche paterna ormai basta parlare ancora di sta gente ( anche se Dilena non mi dispiaceva) , ho sentito il nome di Zamparini ma ricordo che zamparini prima di fare grande il palermo ha fatto grandi altre squadre, pincione fin'ora solo a parole puo sembrare così ricco, ecco perchè dico che per me sarebbe difficile schierarsi, comincio a pensare che solo dececco abbia davvero tutti sti soldi a pescara gli altri sono chiacchieroni

da kurt10

cmq..aspettiamo l'1.. vediamo ke dice..

da Canesciolto

RENZETTI SI E' OPPOSTO A GALEONE PERCHE' E' ORA DI GUARDARE AVANTI E RINNOVARSI! ANCHE LA TIFOSERIA L'ULTIMA VOLTA NEL 2001 SI OPPOSE A GALEONE! VI RICORDATE IL COMUNICATO STAMPA, CONGIUNTO BAD BOYS E PESCARA RANGERS? FU SCRITTO A CHIARE LETTERE CHE ERA ORA DI FINIRLA CON I "RITORNI", PESCARA AVEVA BISOGNO DI GENTE NUOVA! E MO CHE VOLETE FA?? RICHIAMARE GALEONE?? MA STETEV A LA CAS VU, LU NUTAR E LA MOGLIE!

da kurt10

ma nn ha bisogno..di temere del gale.. lui lo sa quanto vale per noi..e secondo me vuole la poltrona..xke' se l'e' meritata!..

da dgtuttalavita

Bartelò, bonè lu timball. un saluto special alla madre ed al padre de nostro Presidente Renzett. GRANDE ANGELO

da stefano69

e poi basta soprattutto con le polemiche. ora tutti con la squadra anche perchè io n C non ci voglio andare e tutti con princione. spero anche io che renzetti venga utilizzato in qualche modo per la causa ma se ciò non fosse e questi cacciano milioni amen e sempre forza pescara. avete sentito per esempio l'indiscrezione che galeone era stato contattato da princione per fargli fare l'organizzatore di tutto ma renzetti si era opposto a tale eventualità per temeva di essere oscurato dal gale? se fosse vera voi come la prendereste? io sono pro princione con GALEONE presid/dirett/organizz/ di tutto

da torellobrindisino

mettiti davanti lo stadio. piano piano verranno nti preoccupà e credo che forzapescara.com divulgherà la notizia

da kurt10

a stefano ma come puoi dire tt con pincione manco lo conosci..!!????e poi con la squadra io per lo meno ci sto sempre..lo vedi ke sei offuscato dai soldi..DEVI AMMETTERLO..

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da Canesciolto

DE CECCO E GLI IMPRENDITORI LOCALI NON SONO ENTRATI AD AFFIANCARE PATERNA PERCHE' CONSAPEVOLI DEL DISASTRO DELLE SUE AZIENDE! CHI E' CHE ANDREBBE A RISCHIARE DI METTERSI IN SOCIETA' CON UN FALLITO, SUL QUALE I CREDITORI SONO PRONTI A RIVALERSI??? Spiegatemelo,io non ci arrivo proprio! TRA POCO UN GRANDE SILENZIO AVVOLGERA' LO STADIO...

da guaranà

pss FRA MEZZORA TUTTI INCOLLATI ALLA TV !!!! TELE 9 ORE 13,00 !!!! pss

da MAGICO..PE

NOTARO, NON TI FAR INCONTRARE PER STRADA. NOI VOGLIAMO RENZETTI PRESIDENTE(O ALMENO IN SOCIETA) CHE ZIZZITA CHE ZIZZITA CHE ZIZZITA STA SOCIETA CHE ZIZZITA CHE ZIZZITA STA SOCIETA. MO E INIZIATA E GIA FA SCHIFO. IL PRESIDENTE DEVE SEMPRE STARE INSIEME E VICINO ALLA SQUADRA. E DUBITO CHE PINCIONE DALL'AMERICA POSSA FARLO.

da dgtuttalavita

ESATTO HAI RAGIONE, TU CHE MI CONSIGLI PER LA PETIZIONE, DOVE DOVREI METTERE I BANCHETTI PER RACCOGLIERE LE FIRME?

da stefano69

e poi basta soprattutto con le polemiche. ora tutti con la squadra anche perchè io n C non ci voglio andare e tutti con princione. spero anche io che renzetti venga utilizzato in qualche modo per la causa ma se ciò non fosse e questi cacciano milioni amen e sempre forza pescara. avete sentito per esempio l'indiscrezione che galeone era stato contattato da princione per fargli fare l'organizzatore di tutto ma renzetti si era opposto a tale eventualità per temeva di essere oscurato dal gale? se fosse vera voi come la prendereste? io sono pro princione con GALEONE presid/dirett/organizz/ di tutto

da dgtuttalavita

ESATTO HAI RAGIONE, TU CHE MI CONSIGLI PER LA PETIZIONE, DOVE DOVREI METTERE I BANCHETTI PER RACCOGLIERE LE FIRME?

da Canesciolto

Voi non avete capito che personaggi sono Di Giacomo e quell'altro zezzone appresso a lui!! MA LI VULET CAPI' CHE IL NOTAIO E' ENTRATO NEL PESCARA SOLO PERCHE' DEVE CANDIDARSI ALLE PROSSIME AMMINISTRATIVE??? MA PROPRIO NON CI ARRIVATE??? Poi che cazzo di manovra è quella di aumentare il capitale sociale?? LORO QUEL POMERIGGIO DOVEVANO CACCIARE I SOLDI E BASTA,SENZA FAR ENTRARE ALTRI SOCI, CHE SAREBBERO ENTRATI UNA VOLTA ACQUISTATE LE AZIONI. QUESTI ERANO I PATTI! COMUNQUE DIVERTITEVI CON QUESTI SPROVVEDUTI, IO ERO A BARI E CI SARO' SEMPRE... MA CONTESTANDO!!! VOGLIANMO L'AVV. MASCIA SINDACO!!

da RickyRickyRickyVola

e poi io de cecco e gli imprenditori locali non li voglio, non li voglio pi√Ļ. abbiamo aspettato per anni e non hanno mosso un dito quando stavamo attaccati alla canna del gas, potevano intervenire in qualsiasi momento e sarebbero stati portati in tripudio dai pescaresi, non l'hanno fatto, ci hanno fatto marcire, e ora che abbiamo trovato di meglio vogliono entrare in societ√†? io non li voglio non li voglio assulutamente

da Renzettisantosubito

ciao a tutto il popolo biancazzurro......chi volesse mandare un messaggio di stima ad Angelo Renzetti, io l¬īho fatto questa mattina e mi ha risposto, questo √© il link: http://www.renzettipartners.ch
/contatti ciao eyed

da kurt10

MA COME FA LUI??NN CE MAII??..deve pre forza farlo fare a qlkn..di qua'..e ki e' questo qlkn...D'AMBROSIO???..col sigaro..NO QUESTO NN L'ACCETTO..!!!

da torellobrindisino

mannaggia cribbio, qua dentro non capite un cazzo di niente... ma a PINCIONE CHI CAZZO è CHE HA APERTO LE PORTE? CHI? RISPONDETE A SA MERDA DI DOMANDA? CHI CAZZO E' HA TRATTATTO CON PATERNA(SAPEE CHI E') CHI E' CHE HA VINTO LA GUERRA CON PATERNA( SI CARO CAMPLONE E' UNA GUERRA, E' STATA UNA GUERRA)CHI HA SMOSSO UNA MONTAGNA, CHI HA TAPPATO LA FOGNA PER RICOSTRUIRCI SOPRA? CHI? MENTECATTI FATE ABBAGLIARE DAI SOLDI, FATE...SENZA RENZETTI PINGION SI DO STEV?MI FA SPECIE CHE PERSONE INTELLIGENTI NON SI RENDANO CONTO...

da torellobrindisino

mannaggia cribbio, qua dentro non capite un cazzo di niente... ma a PINCIONE CHI CAZZO è CHE HA APERTO LE PORTE? CHI? RISPONDETE A SA MERDA DI DOMANDA? CHI CAZZO E' HA TRATTATTO CON PATERNA(SAPEE CHI E') CHI E' CHE HA VINTO LA GUERRA CON PATERNA( SI CARO CAMPLONE E' UNA GUERRA, E' STATA UNA GUERRA)CHI HA SMOSSO UNA MONTAGNA, CHI HA TAPPATO LA FOGNA PER RICOSTRUIRCI SOPRA? CHI? MENTECATTI FATE ABBAGLIARE DAI SOLDI, FATE...SENZA RENZETTI PINGION SI DO STEV?MI FA SPECIE CHE PERSONE INTELLIGENTI NON SI RENDANO CONTO...

da kurt10

IO QUESTO VOGLIO RICKY..ma se loro nn riescono a capire ke per il bene del pescara ci vuole renzetti BENE..NN SONO POI COSI' TANTO INTELLIGENTI E SONO ABB. PRESUNTUOSI'..ke poi stiamo su un filo..se poko poko cominciamo a perdere loro ci saranno ancora???RENZETTI SI..MA LORO??..la gente come risponde??cosa fa??senza renzetti??CIOE'..DEVONO CAPIRLO!!!NN POSSONO ESSERE CIEKI CAZZO!!

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da dgtuttalavita

RENZETTI NON VA NE CONTRO IL PRINCIPE NE CONTRO PINCIONE, MA SOLO CONTRO D'AMBROSIO LU NUTAR DI GIACOMO E TAVARNER, CAPITO, LUI SARà QUI GIOVEDì PER PARLARE DIRETTAMENTE CON PINCIONE.

da stefano69

kurt10 io pure voglio fare il presidente, vado allo stadio da 35 anni, e chi mi conosce sa l'amore che ho per il pescara. fate na colletta e mettetemi a fare il presidente. con i soldi vostri farò un pescara grandissimo. ma dai, ma che si può andare avanti ancora con i presidenti squattrinati. ma vi ricordate dilena? o ilca? o paterna? qua ci vuole il miliardario alla zamparini, e se pincione lo è mo con i soldi suoi fa comandare renzetti? ma che stete addì? sosteniamo questa occasione unica, abbiamo un miliardario a portata di mano e stete ancora a gridare voglio il presidente tifoso? mah

da kurt10

E POI KE COSA MI DEVE INSEGNARE CATANIA????GUARDA KE LE COSE SONO SBAGLATE A PRIORI..!!!ORGANIZZAZIONE ZERO..!!!GUARDA BARI!!!KE LA GENTE ENTRA COI PALMARI ..MA VAFFANCULO XKE' NOI..????KE C'ABBIAMO I LETTORI KE CAMBIA..E' KE NN SE NE FREGANO UN CAZZO DI NOI!!!!NIENTE..!!!

da RickyRickyRickyVola

Io capisco tutto l'amore per renzetti, vorrei ben vedere come si potrebbe non amare un personaggio del genere. c'√® da dire che per√≤ fare un macello per renzetti e far scappare gli altri potrebbe voler dire fare del male al pescara. perch√® se i nuovi ci fanno volare mi dispace da morire ma preferisco volare che starnazzare con renzetti. e poi chi l'ha detto che bisogna essere per forza presidenti. presidente √® chi ci mette pi√Ļ soldi. gli altri possono rimanere all'interno della societ√† con incarichi illustri tipo berlusconi - galliani chi mette i soldi mette i soldi. chi ne capisce di calcio lavora per il calcio. sarebbe la soluzione migliore, perch√® abbiamo bisogno di renzetti come l'aria. Ma senza soldi non si va da nessuna parte √® inutile fare le chiacchiere. E poi quello che √® successo negli anni 70 √® un'altra storia, era un'altro calcio, ci volevano meno soldi. Renzetti sarebbe un genio a gestire gli introiti della lega dei diritti tv non ci sono dubbi. ma se pincione&co cominciano a cacciare di tasca loro la moneta per comprare giocatori voi ci sputereste sopra? potenzialmente il principe portebbe comprarci messi e ronaldinho ( vi ricordo che guadagna qualcosa come 400 miliardi di dollari l'anno ma forse mi sbaglio guadagna anche di pi√Ļ) ora prima di sparare sentenze vediamo come si presentano e cosa hanno da dire. vi farebbe schifo avere uno che caccia tutti sti soldi per il Pescara e uno come renzetti che li gestisce? Altro che de cecco & co e altri soci, questa secondo me sarebbe la soluzione migliore per tutti.

da torellobrindisino

e fai sa cazzo di petizione falla falla

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da kurt10

KIAREZZA SI..MA SE LUI NN CI VUOLE IO NN VADO A PREGARE..XKE IO SO QUANTO E' IMPORTANTE QUESTA PIAZZA!!!NN GLI FACCIO CAPIRE PROPRIO NIENTE..!!

da kurt10

MA LO VEDI !!!!!!!!!!!!!!!!!!! FACCIAMOGLI KAPIRE !!!!! MA PERKE'!!!INVECE..NN LO SA'?????????? RISPONDIMI???? XKE' NN LO SA KE FA DOBBIAMO LECCA'!!!!MA VAVA!!!

da kurt10

VOLEVO DIRE.. SE IL PESCARA PERDE..

da stefano69

noi possiamo pretendere solo una cosa.. che si faccia finalmente chiarezza. venerdi pincione sar√† a pescara e sicuramente terr√† una conferenza stampa. facciamolo parlare e sosteniamolo, se viene e dice rifacciamo lo stadio senza pista compriamo giocatori e puntiamo alla A voi che fate gli dite vogliamo renzetti presidente? uagli√Ļ steteve alla casa, catania non vi ha insegnato niente, ora facciamo capire a pincione che pescara pu√≤ essere una buona piazza per fare calcio ad alto livello senza rischi e null'altro. ho una petizione.. firme per chiarezza e programmi e sostegno incondiz. alla squadra

da kurt10

appunto fagli caccia' i soldi..ma secondo te..se il pescara ki e' ke ci sta male???lui dentro la piscina??..IO VOGLIO IL CUORE..VOGLIO LA PASSIONE..DOVE SONO..io nn sono RAPPPRESENTATO DAI SOLDI..IO SONO RAPPRESENTATO DA UNA PERSONA KE AMA IL PESCARA...NN DI KI LA TRATTA COME SOCIETA'..

da stefano69

fate ridere.. quelli che stanno inneggiando a renz. fanno ridere e non vogliono il bene del pescara. ora abbiamo la possibilit√† di far innamorare pincione e il principe, cio√® princione, del pescara e fargli cacciare un sacco di soldi e voi state a fare le petizioni a favore di uno che fa accordi segreti senza dirlo ai soci, che non ha soldi a sufficienza, e che avrebbe voluto comandare con i soldi degli altri. siete solo dei ridicoli e sicuramente poco pi√Ļ che bambini. chi come me ha 37 anni e ne ha viste tante spera solo che il miracolo di un miliardario alla guida del pescara si avveri

da kurt10

ale..ma nn li vedi i filmati?? pincione no.. ma i filmati.., il fatto ke va a parlare coi giocatori , ke devo vedere ankora??

da kurt10

sci ma allo'..la cosa giusta e' fare pace pincione e renzetti e dopo di ke gestire la societa'..E CMQ..A ME NN SEMBRA KE DAMBROSIO NN VOGLIA SPENDERE I SOLDI DEI RICCONI..QUINDI IO CONSIGLIEREI A PINCIONE..DI GUARDARSI SOPRATTUTTO DA D'AMBROSIO..

da ale

ma che diavolo di requisiti avete per giudicare pincione e d'ambrosio?ma che ne sapete?

da kurt10

ua' ke da solo..nn fa niente..ma lui se entra nn restera' solo..se gl'altri vogliono IL BENE DEL PESCARA laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher nn fa rid

da SEVEN

RAGà BASTA ADESSO NON FATE I BAMBINI,DIAMO IL TEMPO A CHI HA PRESO IL PSTO DI RENZETTI DI DIMOSTRARE SE è ALL'ALTEZZA E SE RISULTA SIMPATICO ALLA PIAZZA.COMUNQUE SI POTEVA INTUIRE QUESTA STORIA,ALLA FINE RENZETTI AVREBBE PRESO MERITI CONTANDO SUI SOLDI DI ALTRI SECONDO VOI IL PRINCIPE E PINCIONE CACCIAVANO I SOLDI RIMANENDO SOLO DEI SEMPLICI SOCI????PAZZI!!!

da Milano

decidiamo noi laugher ma se decidete voi e poi renzetti da solo non riesce a gestire la società e falliamo ve ne andreste da pescara?

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it ahah ahah ahah

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it ahah ahah ahah

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it ahah ahah ahah

da Canesciolto

LeoJunior credo che rimarrai profondamente deluso. Se se ne va renzetti faremo scappare tutti gli altri, fino a che non ripartiremo dalla promozione. METTETEVELO IN TESTA! Questa settimana oscilliamo tra le stelle e le stalle. DECIDIAMO NOI!

da Renzettisantosubito

ciao a tutto il popolo biancazzurro......chi volesse mandare un messaggio di stima ad Angelo Renzetti, io l¬īho fatto questa mattian e mi ha risposto, questo √© il link: http://www.renzettipartners.ch
/contatti giochiamoci anche questa carta....

da kurt10

se la gente vuole renzetti ..e loro sono cosi' inteliggenti da compromettere l'entusiasmo..bene..gia hanno commesso un errore..

da kurt10

scrivi KURT10 ..

da LEO@JUNIOR

QUANDO PINCIONE ED IL PRINCIPE VERANNO A PESCARA E FARANNO PROGRAMMI AMBIZIOSI(LEGGASI SERIE A) VOGLIO VEDERE COSA DIRETE TUTTI VOI CRITICONI!!!MI STO SEGNANDO TUTTI I NICK CHE CRITICANO PINCIONE ED IL NOTAIO E NE RIPARLEREMO FRA QUALCHE MESE noo noo noo

da LEO@JUNIOR

QUANDO PINCIONE ED IL PRINCIPE VERANNO A PESCARA E FARANNO PROGRAMMI AMBIZIOSI(LEGGASI SERIE A) VOGLIO VEDERE COSA DIRETE TUTTI VOI CRITICONI!!!MI STO SEGNANDO TUTTI I NICK CHE CRITICANO PINCIONE ED IL NOTAIO E NE RIPARLEREMO FRA QUALCHE MESE. noo noo noo noo

da dgtuttalavita

ciao a tutti, io sono pronto per iniziare la petizione pro RENZETTI PRESIDENTE,però aspetto che i pescaresi mi facciano sapere se lo vogliono veramente, perchè non vorrei raccogliere solo poche firme, ma davvero tantissime, per dimostrare a lu nutar chi sono davvero i pescaresi e cosa vogliono. contattatemi per e-mail bruceharper13@libero.it

da guarana

pss LO SPECIALE REALIZZATO A CASA DEL PRESIDENTE SI RIFERISCE AD OGGI (lunedì) ALLE ORE 13,00 E MARTEDI' IN REPLICA ALLA STESSA ORA. TUTTO QUESTO...PER LA PRECISIONE !!! pss

da dgtuttalavita

Bartelò, bonè lu timball. un saluto special alla madre ed al padre de nostro Presidente Renzett. GRANDE ANGELO

da Luca2036

urrà! laugher laugher

da kurt10

raga ma lo vedete ke fa proprio ride.. cioe'..addo puo' anda' a fini???

da kurt10

hip hip!!! laugher

da Luca2036

laugher laugher laugherprimo!!!