Il Delfino è spiaggiato. Auteri in bilico

Il punto sul Pescara dopo la pesante sconfitta col Pontedera

da Redazione
3.706
Il Delfino è spiaggiato. Auteri in bilico, foto 1

La crisi è nera. Come la faccia dei protagonisti di una vicenda vecchia di anni. La caduta di Pontedera, però, è solo l'epilogo di un frana che smotta, di volta in volta, da circa un quinquennio e in modo a dir poco pericoloso. Il rischio, tutt'altro che remoto, è che, a questo punto, possa travolgere tutto e far sparire, così, la felice e nobile esistenza del Delfino. In tutta questa triste storia c'è un solo denominatore comune. Sono cambiati, infatti, tanti personaggi ma, mai, il protagonista. Il calcio, si sa, è come il  copione di un film diretto da un grande Maestro del cinema: tutto è possibile tranne sostituire l'attore principale. Per questo, se, ahinoi, il massimo dirigente del sodalizio biancazzurro è inamovibile, ci è dato solo la possibilità di vagheggiare una mini rivoluzione tecnica all'interno del  Pescara. E, in attesa di sapere cosa frulla nella testa del presidente bravissimo, in momenti così grami, ad evitare telecamere e microfoni circostanti per blandire gli ultimi mohicani della fede biancazzurra, è naturale pensare agli sviluppi futuri che si prefigurano per il Delfino. Fino a quando si dovrà assistere a questa situazione? Difficile dirlo ma, in attesa che Sebastiani sciolga i dubbi e assecondi i sogni di un ambiente intero, non resta che  leggere i segnali che arrivano dallo stato maggiore biancazzurro. Con Gaetano Auteri sempre più in predicato di passare la mano, il clima che si respira intorno al direttore sportivo Luca Matteassi è tutt'altro che confortante. E gli indizi a suo carico sono molti. Nel dopo gara a Pontedera, l'unico dirigente pescarese presente alla trasferta in terra Toscana, al triplice fischio finale, è risalito in macchina ed è tornato a casa. Da un po' di tempo del ds emiliano non si hanno copiose notizie.  La sua luna di miele col presidente è già finita? Può essere, e, allora, non ci sarebbe proprio da stupirsi più di tanto se, tra qualche tempo, dietro la scrivania dovesse tornare a sedere Antonio Bocchetti. Il presidente, è notorio, ha avuto sempre una certa propensione per i grandi ritorni. E sul fronte allenatore? I nomi  caldi sono quelli di Vincenzo Vivarini e di Domenico Toscano. Basta cambiare l'allenatore per risolvere il problema? L'interrogativa è  retorica, ovviamente, e sottintende una riflessione molto più ampia. Perché questa società riprenda un cammino dignitoso, se il presidente vuole, deve restare al suo posto, a dispetto di tanti, facesse davvero piazza pulita dentro lo spogliatoio togliendo chi, in qualche modo, ha  partecipato ai disastri sportivi dell'ultimo triennio non prima, però, di aver imposto a sé stesso il silenzio stampa e il divieto di fare operazioni di mercato e valutazioni tecniche. È chiedere troppo? A Natale puoi...

Commenti
43

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da johnnyP

È tutto chiaro Morrissey, ma io ne parlo e ne ho parlato abbondantemente con chi di dovere. Ma non serve a niente per lo stesso motivo di cui sotto: parlarne vuol dire ammettere, ammettere vuol dire assumersi le responsabilità, ed assumersele vuol dire dover sciogliere il gruppo. Questo è. Ripeto ancora una volta: rispetto massimo per l’indiano.

da Morrissey

Io credo johnnyP (e tutti gli altri...) che i problemi della curva siano innegabili, e chiaramente quello che dici te focalizza molto bene il punto, io non lo nego affatto; credo che in una tifoseria, nel gruppo organizzato, le persone si debbano identificare, si dabbano sentire parte aggregante o anche solo superficiale, di chi supporta il gruppo attivo, ma ne sente in qualche modo di far parte, inoltre un gruppo deve saper aggregare e dare risposte ad una città ed intera tifoseria, nei momenti belli ovviamente (con coreografie o trasferte in cui si cerca di coinvolgere più persone possibile) ma in particolare nei momenti bui. Tutto questo sta mancando ai PR da tanti anni, complici tanti fattori oltre a quelli detti da te. Gli stessi PR si trincerano dietro una mentalità sicuramente datata, per cui può parlare solo chi c'è, chi si presta, chi parte, fa sacrifici ecc... e da questo loop non se ne esce facilmente. Quello che io contesto a te, e a chi si permette di giudicare i PR dietro un monitor è solo il fatto di non fare la cosa più complessa di questa situazione, e cioé affrontare di persona, come una volta, questi problemi, provando a partecipare alle assemblee (che ci sono, basta informarsi), provando a ficcare il naso in curva e in trasferta, provando a parlare con chi dei PR c'è, è attivo e, vi assicuro, anche critico verso il gruppo stesso e con i quali si può parlare; perché ritengo sia sempre molto più facile dire disertiamo lo stadio, andiamo in curva ma di lato ecc... ma i grandi cambiamenti arrivano sempre dall'energia che ti da un conflitto, una critica, e dalle scelte più rischiose e difficili. Spero capiate che cosa intendo dire...

da renoir

Il sindaco cosa può fare? Non può di certo giudicare l'operato, seppur discutibile, di un'azienda privata finché questa non rischia di arrecare danni alla collettività e/o al tessuto sociale ed economico della città. Gli unici che devono farsi sentire (e non mi stancherò mai di ripeterlo) sono coloro che si sono autoproclamati ultras; nel gioco delle parti sta a loro manifestare qualsiasi inadempienza della società in tutte le sue figure dal presidente al magazziniere. Se un calciatore fa non si impegna si fischia, se un presidente non ha uno stralcio di programmazione si contesta, se si rimane in silenzio vuol dire che a loro va tutto bene oppure che a loro conviene. Fare 4 cori sporadici senza intraprendere azioni vere e concrete ovviamente non violente mi fa pensare alla seconda opzione. Le chiacchiere stanno a zero. Ah se poi la stampa facesse semplicemente da cassa di risonanza sarebbe lo scenario ideale ma anche qui valgono le due opzioni su citate

da OldSivigliano

Dove sta lu spareme mpett? Fatti vedere, ricordaci quanto sei bravo... il miglior bresidende avuto a Pescara.... tu fai impallidire Paterna, Pincione e Soglia... ma il tempo degli onori sta volgendo al termine,,,,, e noi aspettiamo con ansia giustizia....

da Smiths

Sempreforzapescara, ufficialmente no ma attraverso altri canali si. Concordo con Oddo se prima non ci facciamo sentire noi non di smuoverà nessuno, Sindaco e poi su accoderanno anche i media

da Smiths

Oddoboys hai ragione anzi …perfetto!

da johnnyP

@Morrissey, ti faccio i complimenti per la lucidità del commento, anche se non concordo con te: ho fatto tantissimi sacrifici nei decenni per seguire il Pescara, quindi non mi va di sentirmi dire 'facile criticare da una tastiera', ma sei stato bravissimo e propedeutico nell'esporre il tuo (in parte giustissimo) punto di vista. Ma non ci scordiamo che essere PR vuol dire TANTISSIMO per questa città, onori ed oneri, non possiamo giustificare le note malefatte col 'eh ma loro stavano sul pullmino'. Sappiamo che parte di quel vecchio direttivo ha barattato la dignità della curva per interessi personali intrecciati col ferguson collinare. Pensi che questo possa essere argomento di discussione? MAI, e sai perchè? Perchè fare autocritica (quella di cui parli) è troppo complicato quando si devono ammettere colpe troppo gravi per un gruppo ultras. Parliamoci chiaro, se cullu sta ancora dove sta è ANCHE per merito di qualcuno della curva, e su questo c’è poco da discutere. Lo sanno anche le ormai famose colonne di Piccinato dell’Adriatico. Ora forse è tardi per riconquistare la fiducia ed il rispetto, lo scioglimento del gruppo sarebbe la prima pietra da cui ripartire, insieme ad una SERIA contestazione, che per essere tale (seria, appunto) non può passare dalle mani che si sono strette con l’emiro collinare, quindi ora tocca a TUTTI I PESCARESI attivarsi per il bene della squadra. PS tengo a precisare quanto IMMANE, VISCERALE, INDISCUTIBILE ED INOSSIDABILE orgoglio provo verso l’indiano, e le mie non sono parole d’odio ma d’amore verso quel vessillo.

da DAsempre

L'ho scritto più volte, la stagione di Zeman è stato il canto del cigno per il tifo pescarese. Solo per i numeri però, perché i cori facevano già cacare, diciamo le cose come stanno, e in trasferta non ci si andava per protesta. Da lì, a parte sporadiche eccezioni, come Bologna ritorno playoff serie B, il nulla assoluto

da ANDREAPES

SardeSalate , video bellissimo ,mi hai fatto tornare indietro di 30 anni. Ma ai giocatori (se si possano ancora chiamare cosi) farei vedere , se c'e' il video dell'amichevole del Pescara di Delio Rossi giocata in precampionato a torre dei Passeri o Sulmona se non sbaglio ... a fine partita la CURVA NORD invase il campo e furono sardelle a prescindere per tutti !!!!!

da SardeSalate

per la curva Nord di oggi https://www.youtube.com/watch?
v=syyeahfO9ow

da DAsempre

Quello che ha scritto Morrissey mi piace, purtroppo però mi pare un po' come mettere le mani avanti a propria discolpa. Perché, e qui mi riallaccio a quello che ha detto gips, il tifo ( o quello che ne è rimasto) da molto tempo ormai è spaccato. A parte i toni da ultras che possono fare impressione, almeno sul momento, poi la gente non è fessa e sa ragionare col proprio cervello

da Antonio78

L'unica cosa che temo di più dell' imminente mercato di gennaio é l'arrivo di un allenatore alla Di Biagio, Nesta, Gilardino col patentino preso coi punti del conad

da Rebonato00

Anni fa parlavo del fatto che sarebbe stato meglio ricominciare da 0 piuttosto che continuare a stare sotto la "guida' di pinocchio e molta gente era quasi indignata da quello che dissi. Oggi ci ritroviamo a metà classifica della serie C senza giocatori di proprietà e senza un progetto con 3000 spettatori allo stadio e SENZA FUTURO. Qualcosa si deve fare ma purtroppo continueremo nel nostro silenzio avallando questo teatro. Che tristezza

da I_love_Pescara

Davvero io non capisco come sia possibile che un personaggio del genere possa essere ancora al timone della squadra dopo due retrocessioni consecutive e lo schifo che ci sta facendo fare in un campionato di merda come la serie C. Ormai è il terzo anno che non ci sta capendo più niente e soprattutto non ci sta guadagnando un euro (e di questo godo soltanto). Dichiarasse fallimento e basta

da ANDREAPES

Naturalmente Auteri non si tocca !!! troppo presto un nuovo allenatore aprirebbe bocca sul mercato di Gennaio!!! Ho sempre negato la possibilità di fallimento e sparizione del calcio a Pescara. Ma per la prima volta da ieri prevale in me la voglia che il Pescara non scenda in campo ....basta umiliazioni , basta incazzature !!!! Davvero rivolgiamoci al sindaco all'assessore allo sport , a chi volete voi ....ma mettiamo fine a questo stillicidio....magari ci riproviamo tra una decina d'anni!!!

da gips

La soluzione dei problemi non passa dassa divisione della tifoseria! Che trovassero un punto d'incontro

da pier66

Ha ragione l'utente Kattivik..... Poi come si sa "li maccarun abbott la panz e li chiacchier sì li port lu vent.."

da SeiTuttoTuPerMe

RITIRO AD OLTRANZA MULTE E PUNIZIONI PER QUESTI LURIDI MERCENARI!!

da SeiTuttoTuPerMe

CLIMA OSTILE FINO ALLA FINE PER QUESTE INDEGNE SIGNORINE!!

da Oddo_Boys

E cmq c'è da dire che una grandissima responsabilità c'è l'ha la stampa locale che non è in grado di mettere alle strette cullú con critiche, sondaggi, interviste incalzanti ecc.... A sto punto bisogna appellarsi anche ai giornalisti...se c'è n'è qualcuno che lo sia davvero oltre ad avere il tesserino noo

da KattiviK

Chi si è messo a capo della curva anni fa, ha le stesse responsabilità di cullù... Si chiedessero perché sono rimasti in 50, non si tratta solo di ricambio generazionale purtroppo, i primi a doversi fare un esame di coscienza, sono proprio loro...

da esempreforzapescara

Smiths, il sindaco non ha il potere di fare ciò che dici, se non quando una squadra è fallita o rischia il fallimento. Non può mettere bocca su l'andamento e la conduzione di una società anche se rappresenta la città che amministra

da NeSeMEnU

ha appena detto che Auteri rimane. ..............................
..Una breve ma importante dichiarazione quella rilasciata al nostro sito dal presidente Daniele Sebastiani. “Auteri non si tocca, oggi terrò a rapporto la squadra”. Ore frenetiche e di riflessione in casa biancazzurra dopo la brutta pagina scritta ieri a Pontedera. Il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani ha comunque ribadito che al momento il tecnico Gaetano Auteri rimane al suo posto. Il numero uno biancazzurro nel pomeriggio incontrerà i giocatori. Come dire, più che riflettere su Auteri, la società rifletterà sui calciatori.

da gnurant

Anch'io vedo Auteri come il solito capro espiatorio (con le sue colpe); purtroppo andra' cambiato perche' e' delegittimato dalla societa' assente ,nei confronti del gruppo e della piazza. Per i PR, purtroppo le critiche sono dovute dalla mancata " Difesa di una Fede" (senza voler andare oltre), non certo alla loro passione o ai loro sacrifici, sempre encomiabili, dal mio punto di vista.

da Oddo_Boys

Smiths torniamo sempre allo stesso punto, se non ci facciamo sentire in quanto pescaresi oltre che tifosi, al sindaco non gliene frega una mazza...se invece si ritrova centinaia (migliaia sarebbe un sogno) di persone (elettori) sotto il comune a fare casino, vedi che qualcosa succederebbe

da NeSeMEnU

Una breve ma importante dichiarazione quella rilasciata al nostro sito dal presidente Daniele Sebastiani. “Auteri non si tocca, oggi terrò a rapporto la squadra”. Ore frenetiche e di riflessione in casa biancazzurra dopo la brutta pagina scritta ieri a Pontedera. Il presidente del Pescara, Daniele Sebastiani ha comunque ribadito che al momento il tecnico Gaetano Auteri rimane al suo posto. Il numero uno biancazzurro nel pomeriggio incontrerà i giocatori. Come dire, più che riflettere su Auteri, la società rifletterà sui calciatori.

da SardeSalate

Ho sentito l'intervista del dopo partita di Auteri, mi sembra una persona seria e sincera .

da Smiths

E l’assenza del Sindaco? Possibile che non possa radunare 2-3 imprenditori e mandare via sto’ tizio?

da Morrissey

Infatti dicevo che i problemi di aggregazione sono innegabili, e mai mi sognerei di additare chi ieri non c'era (anche io non c'ero perché non possiamo esserci sempre) e poi diciamocela tutta, non è necessario esaltare chi c'è perché chi parte e sa che cosa vuol dire, sa anche che il tutto è un divertimento e che si parte per stare assieme, non ho mai pensato di essere migliore di qualcuno perché stavo a Chiavari di lunedì sera in quei 25, ci mancherebbe altro, ne conosco altrettanti che sarebbero partiti ma non potevano! Però, probabilmente perché sono un'idealista?, io continuo a credere che la vita sia là fuori, sia eni bar sotto la nord, in curva, per strada, sui pulmini, alla sede... lì si fa e si creano iniziative; so benissimo quanto sia complicato avvicinarsi in questo momento storico, per la mancanza di vere politiche di aggregazione, ma come in tutte le cose la verità sta sempre nel mezzo e sarebbe opportuno, avendo toccato il fondo (e presumibilmente dovendoci restare per un pò) fare tutti quanti un passo indietro (o in avanti).

da weshallovercome

morissey, hai ragione il cazzaro ha gioco facile se al massimo gli si abbaia contro dai social. Io vivo al nord da 40 anni, chi è lì dovrebbe mobilitarsi, non si rischia l'arresto, io da ragazzo ho partecipato a trasferte, sottoscrizioni popolari, mobilitazioni quando avevo due soldi. Oggi bisogna fare massa critica per cacciarlo o farlo andar via, magari trovando un'alternativa come un'azionariato popolare come ha fatto il Piacenza. Lui fa da tappo, ha messo sotto il tappeto schifezze e inquinato l'ambiente, per questo ogni allenatore o giocatore che arriva non riesce a incidere o non vuole

da Warco

Ormai non c'è più da scrivere articoli o fare commenti. L'unica soluzione possibile è l'immediato abbandono del palleggiatore di tacco e la sua banda. Non a volergli dire male a tutti i costi ma è ormai palese che questo qua non ha proprio i mezzi materiali per sostenere una squadra di calcio a livelli professionistici. E l'anno prossimo senza manco più il paracadute non oso immaginare cosa potrà succedere. E' tempo ormai che la stampa e la tifoseria organizzata facciano le loro scelte o nessuno si venga poi a lamentare o a fare trasmissioni quando saremo sprofondati nel dilettantismo.

da esempreforzapescara

Auteri incolpevole? Non diciamo eresie. Gurdate quanti goal abbiamo preso con una frattura tra centrocampo e difesa e chi dovrebbe curare il male?? Pompetti, mi dispiace dirlo, ma è solo un talentuoso mancino che non può fare deteminati compiti per limiti fisici ed è l'unico sempre titolare. Possibile che non provi a cambiare centrocampo? Ci sono ordini superiori per valorizzare pompetti?? Dai su siamo seri. Il cambio allenatore va fatto ora per non precipitare nell'inferno!!

da Oddo_Boys

Io non concordo invece... scrivere su un forum è facile, è vero, ma non è vero che chi scrive su un forum sia solo gente che chiacchiera e basta, se chi di dovere non intraprende nessuna iniziativa che coinvolga tutto 8l popolo biancazzurro, chi dovrebbe farlo? Andiamo random sotto il comune a gridare via Sebastiani?! Ma per piacere!! Onore a chi ieri si sparato centinaia di km per vedere uno schifo, ma non tutti possono...io ad esempio stavo a fa la notte...

da Morrissey

Quando parlate di fare piazza pulita di quei giocatori in pratica parlate di 3 giocatori (Memushaj, Drudi e Galano) e 1 ex giocatore (Valdifiori)? o mi sfugge qualcosa... perché fosse così, per carità, assolutamente d'accordo ma ritengo la cosa un pò riduttiva; come in politica, nel famoso cambiare tutto per non cambiare nulla, lo stesso ha fatto quest'anno Sebastiani, perché è innegabile la rivoluzione che c'è stata nelle persone (DS, staff medico, giocatori, settore giovanile) un pò per scelta e un pò perché costretto, ma la sensazione è che non sia cambiato nulla e che sia necessario svoltare nei metodi, nell'atteggiamento, nelle politiche di gestione... il problema a mio parere sta in questo, ed è un problema complesso e di difficile percezione: plusvalenze fittizie, affari con gli stessi procuratori, commesse agli stessi procuratori di cui sopra, affari con gli stessi presidenti (o dirigenti) ecc... e qui, lo ripeto, il discorso si fa più complesso. Io non lo so se la soluzione sia cacciarlo, sia che si ridimensioni (come fate capire voi dall'articolo), io non lo so ma resta il fatto che la mia sensazione è che siamo diventati quello che ci meritiamo, la metà classifica in serie C, ma tutti quanti dalla società a noi tifosi.

da SMA62

Redazione, ma in una situazione del genere cosa vi aspettavate da Matteassi ? Che vi dicesse ho deciso di cambiare allenatore eccovi il nome ? Siamo seri, è normale che non avesse niente da dire, due o tre giorni di riflessione sono normali

da gips

Concordo morissey

da POTERE BIANCAZZURRO

francamente provo (quasi) tenerezza per chi continua ad invocare una cambio di guida tecnica o epurazioni e punizioni per i nostri giocatori col fine di interrompere questa "discesa all'inferno" , ingenuità o malafede ? è come se per un malato di cancro all'ultimo stadio si proponesse un aeresol o una cura a base di tachipirina. il MALE è sotto gli occhi di tutti da tanto, troppo, tempo, il re ora è nudo anche per chi lo riteneva vestito fino a poco tempo fa. solo una cosa è rimasta da fare : farlo andare via, costi quel che costi

da Morrissey

Peccato che ieri a Pontedera c'erano 47 PR e 0 dai distinti (o da altre realtà), facile a parlare dietro una tastiera! sempre le solite cose, gli ex pr, i lacché, tutti la verità in mano avete! mai una sana auto critica, mai a pensare che forse sarebbe necessario fare i fatti invece che le parole, ma mettersi in gioco per capire che a fare i fatti quando sono sempre i soliti 40 diventa poi difficile anche solo fare uno striscione e appenderlo, e per tanti motivi legati alla repressione e non solo. Che ci siano problemi in curva è innegabile, ma è come in tutte le realtà politiche o sociali, gli spazi e le situazioni vanno vissute con i corpi, le esperienze, le discussioni fra persone, non sui forum e sui social dove anche un discorso come il mio può sembrare saccente o aggressivo quando invece vorrebbe essere tutt'altro. Comunque se vi fa sentire meglio (per chi lo fa) criticare e additare anche chi ieri ha vissuto di persona uno dei punti più bassi degli ultimi 35 anni di storia, chi ieri mentre voi andavate a dormire o vi guardavate un film sul divano era ancora su un pulmino, chi ieri per sto schifo ha speso soldi e tempo... fate pure, nessun problema ovviamente... e speriamo sul serio sta cosa vi faccia star meglio.

da Varsavia62

L`unica cosa da cambiare e` solo la Gestione del Pescara,purtroppo non succedera` la colpa e` solo NOSTRA!!!

da johnnyP

Auteri COMPLETAMENTE incolpevole, se abbiamo cambiato 20 allenatori in 5 anni, e NESSUNO ha vinto 3 partite su 10, un motivo ci sarà, anzi due: IL FERGUSON DEI COLLI ED I SUOI LACCHÈ (EX PR COMPRESI). Quindi io dico MASSIMA FIDUCIA AL MISTER (nonostante abbia dimostrato di essere incapace, MAI quanto la società) e CONTESTAZIONE AD OLTRANZA A DIRIGENZA E CURVA NORD. Da domenica riempiamo i distinti, RIEMPIAMO I DISTINTI, chiamate amici, cugini, parenti, figli e GRIDIAMO L'ORGOGLIO DI ESSERE PESCARESI. Cullu OUT, ex pr OUT, orgoglio IN.

da Harken

Bocchetti laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher laugher

da prunecchilarosa

GAME OVER

da SeiTuttoTuPerMe

RITIRO AD OLTRANZA MULTE E PUNIZIONI PER QUESTI LURIDI MERCENARI!!