La Corte d'Appello di L'Aquila conferma la validità del bilancio 2017

La Pescara Calcio rende nota la decisione della Corte per la richiesta avanzata della CIMMAV

da Redazione
5.061
La Corte d'Appello di L'Aquila conferma la validità del bilancio 2017, foto 1

Il comunicato ufficiale della Pescara Calcio sul bilancio del 2017: "La società Delfino Pescara 1936 spa comunica che la Corte di Appello di L’Aquila ha riformato ANCHE la sentenza del Tribunale con riferimento alla impugnativa del bilancio 2017.

 
Sicché il bilancio della società al 30 giugno 2017 è da ritenersi valido.
 
Si tratta di un risultato che conferma, ANCORA UNA VOLTA, la correttezza dell’attività gestoria, posto che la domanda della CIMMAV srl (oggi in fallimento) è stata quindi dichiarata improcedibile.
 
Il Presidente Daniele Sebastiani manifesta la propria soddisfazione per il risultato ottenuto in sede giudiziaria, laddove la società è stata difesa dall’avv. Giuliano Milia e dal Prof. Avv. Ciro Esposito."

Commenti
29

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da Piero Torino

Qua ormai si vive solo di ricordi… Pescarmarcord dovrebbe essere il nuovo nome della società. Siamo un popolo ( e parlo in generale) assoggettato alla nuova monarchia mascherata. Loro sono loro e noi non siamo un c…o, solo semplici coglioni che gli permettono di spartirsi il malloppo che noi produciamo

da Nu76NU

Non parliamo più di altre tifoserie che siamo imbarazzanti soprattutto a livello di coerenza e mentalità...i Veronesi sono andati in 500 xchè quelli erano i biglietti totali messi a disposizione...

da Smiths

Il sindaco, in piena trance elettorale, aveva dato la sua disponibilità per cercare di favorire la cessione della società, la sbandierata telefonata di imprenditori lombardi si rivelò per tutto altro scopo, vista la storia, il bacino di utenza e l’appeal non inferiore ad altre realtà ci sono novità? Se non ce sono i motivi possono essere solo due: richiesta eccessiva o debiti eccessivi, da qui non si scappa, le mie sono domande retoriche ma che qualcuno che per mestiere dovrebbe, non fa

da gnurant

Alceo, ma come ...."Tu quoque, Brute, fili mi"

da Alceo294

gnurant purtroppo a volte i migliori restano (questa non so se la capirai, probabilmente è troppo per te).

da frittura

Lo so che non va bene parlare di strisciate, non accusatemi di doppiofedismo, ma in conferenza stampa il mister Pioli a chi lo accusava di non essere da Milan anzichè replicare che avrebbe vinto il derby della madonnina per fare un dispetto all'Inter ha detto che rimane al suo posto grazie al fatto che i bilanci del Milan del 1998 sono a posto.

da gnurant

La ringraziamo presidente per tutto quello che ha fatto, per il Pescara, in barba ai suoi interessi personali . Grazie ancora . Peccato, abbia deciso di vendere , anzi di cedere. La ricorderemo con enorme malinconia , sia Io , sia alceo e tutti gli altri. Sono sempre i migliori che se ne vanno.

da elleffe

Ok il bilancio è valido... adesso si può togliere quella faccia??

da gips

Le tue a sottozero Alceo

da POTERE BIANCAZZURRO

Che vita miserabile deve essere la tua...

da Alceo294

Le chiacchiere dei "tifosi" stanno a zero.

da Smiths

“Il Pescara più equilibrato fa ben sperare per i playoff “. Ma questi del giornalino hanno mai visto qualche partita? O sono i soci occulti di cullu’?

da frittura

Il fallimento sportivo del 23-24 quando viene giudicato? Chiedo per i venditori di reggipetti abbottati.

da Vattene

Sì Vince….Ho sbagliato categoria ma il concetto si è capito …perdemmo a Salerno una partita stradominata e per un punto perdemmo la possibilità di fare i play off E se la memoria non mi inganna beffa doppia perché avevamo 1 punto di penalizzazione.Quella di Lerda era una buona squadra ben allenata .Ricordo dal vivo all’Arechi mettemmo alle corde la salernitana col pubblico ammutolito per 70 minuti la quale vincendo (con un gol in fuorigioco di Di Napoli) sarebbe andata in B Micco si mangiò diversi gol alla Cuppone Con noi c’era anche un giovanissimo Ebagua che poi fece una discreta carriera

da 43annibiancazzurri

Bel ricordo Perez,anche quando arrivarono Junior e Tita folla oceanica all'aeroporto

da Salvateci

Si tratta di un risultato che conferma, ANCORA UNA VOLTA, la correttezza dell’attività gestoria, posto che la domanda della CIMMAV srl (oggi in fallimento) è stata quindi dichiarata improcedibile. Incredibile, mai visto un comunicato di una società in cui si alza anche la voce…nn c è limite alla vergogna..oltre che sbruffone anche ignorante

da delf

verona bergamo 116 km, una partita fondamentale per le l"hellas merda sono andati in 500, se eravamo noi eravamo minimo 3000, per dire cosa, devono FALLIRE tutti i maggiori imprenditori locali, in primis de cerco, BASCTIANO TEATINO

da ZICO

Pedag, su Mazinho è così come scrivi, mentre per i giovanissimi Romario e Geovani, come detto da altri, l'affare sfumò (ebben sì, anche allora c'erano le sfumature...) forse per l'aumento delle pretese dei procuratori. Tita comunque non fu un ripiego, era certo più anziano ma era pur sempre un campione del mondo per club (1981 Liverpool-Flamengo 0-3 con Junior, Zico e altri...).

da pedag

Vattene, su Mazinho ti sbagli. Venne opzionato dal Pescara che, all'epoca, stava andando bene in serie B ma, purtroppo, non riuscì a salire per cui andò al Lecce che invece era in serie A (o salì proprio quell'anno), non fu uno scippo.

da ale1963

ROMA 1 PESCARA 3 AMARCORD. Roma: Peruzzi, Gerolin, Nela, Manfredonia, Ferrario, Desideri, Massaro, Di Mauro, Voeller, Giannini, Rizzitelli A disposizione: Tancredi, Collovatti, Andrade, Conti Allenatore: Nils Liedholm e Sormani Angelo Pescara: Gatta, Camplone, Bergodi, Ferretti, Junior, Bruno, Pagano, Gasperini, Marchegiani, Tita, Berlinghieri A disposizione: Zinetti, Edmar, Miano, Ciarlantini, Caffarelli Allenatore: Galeone Giovanni Arbitro: Luci Luciano di Firenze 1°Assistente: 2°Assistente: Risultato: 1-3 Marcatori: 45° P.T. Tita (Pescara 0-1) 55° S.T. Tita (Pescara 0-2) 17° S.T. Giannini (Roma 1-2) Rigore 25° S.T. Tita (Pescara 1-3) Sostituzioni: 33° P.T. esce Voeller entra Renato (Roma) 23° S.T. esce Berlinghieri entra Edmar (Pescara) 41° S.T. esce Gasperini entra Miano (Pescara)

da perez

Geovani maledetto t9

da perez

Per l'esattezza: "Roma, tre Tita negli occhi" . Quell'anno Tita ne fece anche due alla lazzie sempre all'olimpico. Per me era fortissimo. Romario e Giovani ricordo anche io che sfumarono all'ultimo ma in realtà soprattutto Giovani no erano molto noti. Ricordo quando arrivo Edmar all'aeroporto di Pescara (e non d'Abruzzo come si chiama oggi sigh) c'erano quasi 10 Milà persone ...e sulla Tiburtina a correre dietro la Rolls Royce di Edmano padre ...che tempi ..eravamo esaltati come non mai

da Harken

Ennesima uscita scostumata e volgare nei modi e nei toni, infarcita di balle che non troveranno mai nessuno che ne chiederà conto. Tipico stile al quale siamo abituati.

da mauroioratti

Il fallimendo è solo sbortivo ormai da una vida.....tando non mi vergogno.... Ho i condi apposcto...

da orazi52

GONDI ABBOSTO.

da Warco

Si è anche preso la soddisfazione di precisare che la Cimmav è in fallimento cry

da madelib

Che spocchia!!! Cullù ha giocato una partita che stava perdendo (le CCTTU gli avevano dato torto) e che, poi, ha fatto in modo di giocare da solo (con l'aumento di capitale cui la Curatela del Fallimento della Cimmav non poteva far fronte, non avendo nemmeno un ragionevole interesse): dunque, la domanda originaria della Cimmav (poi sotto curatela) è di fatto venuta meno, poiché è venuta meno proprio la parte processuale; dunque, _tamquam non esset_ ed improcedibilità (altro che regolarità sostanziale!!!). Quale soddisfazione?!!! VERGOGNA!

da Vince

Ehm... Con L'erba arrivammo 6 in serie C. Sfiorammo i play off per la differenza reti e andò il Perugia.

da Vattene

Sì….Mazhino mentre veniva a Pescara si intromise il Lecce con un offerta più grossa e il brasiliano se ne andò in Salento dove dimostrò tutto il suo talento ….Noi siamo la società principe delle sfumature negative per pochi minuti e centimetri…dalle promozioni buttate al vento dalla B alla A con Delio Rossi Franco Oddo Gigi De Canio e Franco Lerda agli acquisti sciupati con trattative da dilettanti …come dimenticare anche lo scippo di Salomon per un paio d’ore di differenza e tanti altri aneddoti sempre frutto dell’ approssimazione e quasi mai dovute a fortuite casualità o sfortuna