News ore 14:30: Ancora infruttuoso il dialogo Deutsche-Pincione

Nessuna buona nuova dal fronte Pincione. La situazione è di stallo.

da Donato Giampietro
4.757

Nessuna buona nuova dal fronte Pincione. La situazione è di stallo. Appare difficile, a tre ore circa dalla chiusura dell'istituto di credito pescarese, che il tutto trovi soluzione positiva.
Come scritto ieri spetta alla discrezionalità del Collegio Sindacale decidere sul da farsi.
Ci sono da rispettare tempi tecnici e presumibilmente da martedì 2 ottobre si darà il via libera all'ingresso di eventuali terzi. A tal proposito appare solida la candidatura del gruppo Soglia con l'ausilio di uno o più imprenditori locali.

Commenti
138

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da biancazzurro_

una domanda rivolta a tutti?? qualcuno sa se di giacomo ha una tuareg nera?? perchè se fosse cosiì stamattina l'ho visto e saprei anche rintracciare Pincione... PER FAVORE RISPONDETEMI CHI SA.

da fabrifibra

ha preso in giro tutti pincione.mi dispiace che lui è di origini pescaresi,cugnoli è in prov.di pescara. non ho parole,sono dieci mesi che sto è stiamo penando per un personaggio è anche + che non meritano nulla.la procura di vicenza nei prossimi giorni chiamera di nuovo pincione per il presunta combine della partita vicenza pescara del campionato scorso.pincione: horny

da fabrifibra

che cosa ha detto pincione a forzapescara.com? giovedì sarò a pescara è risolvo tutto.giovedì era ieri.traete le conclusioni.domenica e sempre w pe

da fabrifibra

che cosa ha detto pincione a forzapescara.com? giovedì sarò a pescara è risolvo tutto.giovedì era ieri.traete le conclusioni.domenica e sempre w pe

da SAW

Che schifo!!! RADIODELTA1 NON HA DETTO NULLA DEL PESCARA... QUESTO CI FA CAPIRE QUANTO POCO IMPORTINO LE SORTI DEL DESTINO AI POTENTI DELLA CITTA'

da SAUL77

NON SO COSA AVETE DA FESTEGGIARE. IL RITARDO DI PINCIONE CI COSTERA' NON MENO DI 4 PUNTI DI PENALIZZAZIONE. VA BENE L'ODIO VERSO L'AMERICANO, MA A ME INTERESSA IL BENE DELLE SQUADRA E UN -4 NON LO E'. ANCHE A ME PINCIONE HA STUFATO, MA COME RIPETO AL MOMENTO PER IL BENE DELLA SQUADRA ERA GIUSTO CHE VERSASSE. SIGNIFICA CHE IL PESCARA DOVRA' FARE MOLTI PUNTI SPERANDO CHE LA PENALITA' NON LO TOLGA DALLA ZONA PLAY OFF. VISTO IL LIVELLAMENTO DEL CAMPIONATO NON DOVREBBE ACCADERE. SPERIAMO BENE. DOMENICA TUTTI ALLO STADIO: SERVONO PUNTI, E IL CONTRIBUTO DI NOI TIFOSI E' IMPORTANTISSIMO.

da pippo

ma di giacomo non aveva detto a tele9 se non sbaglio che il premio della partita con la samb l'avrebbe dato agli impiegati ? e che ne aveva parlato con i giocatori ?

da rangers71

domenica sara la partita della verita se si gioca bene con una buona squadra i punti di penalizzazione non ci fanno peura

da SAW

PESCARA - "Sono tranquillo per quanto riguarda la squadra - ammette il direttore sportivo Enzo Nucifora - Tornare in campo alla ricerca della terza vittoria consecutiva, infatti, rende unito il gruppo. Io voglio pensare alla gara di domenica, più che a dove si trovi il presidente Pincione. Il mio pensiero, se proprio vogliamo parlare della questione societaria, va agli stipendi dei dipendenti che dovranno essere necessariamente onorati in quanto tutti coloro che lavorano all'interno della Pescara Calcio hanno delle famiglie a cui badare". Secondo lei tutti questi ritardi a quanti punti di penalizzazione potranno portare? "Visto che si tratta di nuove norme non credo che si passi immediatamente al massimo della pena. Credo che non ce la potremo cavare con meno di 2 punti di penalizzazione, più un punto addizionale per il ritardo nell'iscrizione. Farebbero 3, quindi, ma io voglio pensare al peggio dicendo che ne avremo 4". ven 28 settembre 2007 17:36 - Letto (58) - Fernando Errichi

da christof

....attaccati al PC attendiamo ansiosi qualche buona notizia...la farsa stà finendo....tra poco cominceranno i ringraziamenti per tutti coloro che si sono dati da fare per salvare la squadra.. Caro Delfino...noi tifosi biancazzurri non ti abbandoneremo mai.......

da rangers71

dario argento[pincione] vaffanculo

da gattabeninicamplone

Ti ricordi sul lungomare l'anconetano che andava a p ....e, sempre in fila tra i travestiti, con l'uccello fra le dita, anconetano non avrai futuro, di aidiesse morirai sicuro, ed il giorno del tuo massacro, per pescara sarà un giorno sacro.... lalala lala lala lala ...... (se volete potete sostituire l'anconetano con pincione)

da fabbro

A Belli Capelli horny horny horny AZIONARIATO POPOLARE!!!!!!

da fabbro

Caro pescarese! Prima c'è chi ha creduto alle sue parole, chi + e chi meno, e c'era chi sognava, ora non si può essere contenti, com'è giusto che sia

da fabioout

siamo sulla SOGLIA del baratro.. PINCIONE VAFFANCULO.. ANCONA MERDA

da savo

........Mancho....ci sei????

da savo

Vatt'a durmì!!!

da *pescarese*

quando è arrivato pincione tutti a dire: quant è fregn, ha i diamanti , andiamo in serie a... mo tutti contro e prima dove eravate?

da Pescarese100%%%

Se Di Giacomo ha accettato l'invito, è già un segnale positivo. Non penso che venga per farsi sputare in faccia!

da savo

Mancho tu a riguardo non sai proprio nulla???

da Pescarese100%%%

Ci sarà Semproni a Telemax?

da mancho

Di Giacomo stasera a Telemax, per la prima volta. Speriamo con buone nuove. In bocca al lupo a tutti per domenica. Dai delfino !

da thc66

vabbò io chiudo, ho finito di lavorare laugher cmq un'ultima cosa..... stem a falì per 2 milioni di euro.....rendiamoci conto uagliù!!!!!

da Ndokojo Kojo

Preparatevi ad aprire gli ombrelli pss Sta arrivando Pincione e pioveranno lingotti d'oro su tutta la città!

da gips

se ti danno 6 o7 punti altro che play off!

da Peppe71

X Gino: se anche fosse come dici tu, STI CAZZI! perplex

da BANDIERA@ROTTA

FORZA PESCARA A TUTTI horny Signori, si sta delineando la situazione che molti di noi avevamo intuito...il Pescara fallirà in corsa e verrà rilevato a quattro lire. se i punti di penalizzazione non saranno eccessivi potremmo comunque aspirare ai play-off, altrimenti l'anno prossimo sarà ancora c1. a me sta anche bene. se venisse un imprenditore serio, con delle ambizioni consone alla città avrei poco da ridire, anche se, nel calcio, 2 milioni non sono granchè e potrebbero compensare i danni dello scempio fatto, soprattutto ne settore giovanile e potrebbe valere la pena spenderli.

da savo

X la REDAZIONE: Possiamo per favore interpellare qualcuno della società...Di Giacomo, Nucifora,il direttore della Caripe Mancini o lo stesso Pincione e sentire proprio dalle loro parole come stanno realmente i fatti???!!! PER FAVORE cry

da gino72

vi siete mai chiesti perchè la famiglia soglia sia intenzionata ad acquisire la pescara calcio? io si e mi sono dato anche una risposta. pescara e il suo comprendorio è scarsa di ricettività (alberghi in primis soprattutto in città), quindi 1+1 fa ddu a la cas a mi! loro aiuteranno la pescara calcio e il comune si metterà a 90° per rilasciare concessioni edilizie! cmq sia per me sono i benvenuti. WELCOME TO PARADISE!

da thc66

redazione il vostro silenzio oltre che assordante è eloquente.....

da gips

ciao piero piove lassu'?

da piero torino

XZazza, io penso che se la trattativa esiste, i soldi non sono di Pincione...forse il problema sta tutto li....boh

da thc66

x saw: la differenza è che il berlusca non è un cafone. Tutto quì. (non sono berlusconiano sia kiaro)

da gips

nessuna paura anche se ci dovessero dare punti di penalizzazione il president a gennaio ci regalera' oronzo cana' l'esperto della bizona

da SAW

Una città che ha dato da mangiare a fior di imprenditori e questi non sanno essere riconoscenti!Berlusconi (antipatico che voglia essere) nato e cresciuto a Milano ha fatto la fortuna del Milan, come Business certo, ma è un segno di riconoscenza verso una popolazione che vive nella tua stessa comunità.

da ZAZZA

PEDAROMA...MI RISPONDI PER CORTESIA???

da mmmm

REDAZIONE AGGIORNATE LA SITUAZIONE? PERCHE' NON PROVATE A SENTIRE O DI GIACOMO O IL DIRETTORE MANCINI O IL PINOCCHIONE PER SPIEGARE EVENTUALI EVOLUZIONI....SOLO VOI POTETE AIUTARCI A SAPERE....GRAZIE pizzaonhead cry

da Pescarese100%%%

Non riesce a portare i soldi, perchè non li ha! Per fare un bonifico, di qualunque importo, occorrono al massimo 3 giorni lavorativi! Però si devono avere i soldi! Speriamo di esserci liberati di questo ciarlatano!

da ZAZZA

PER PEDAROMA: CHE CACCHIO DI TRATTATIVA STA FACENDO PINCIONE CON LA BANCA !? E' UNA VITA CHE DURA QUESTA STORIA. PERCHE' NON RIESCE A PORTARE I SOLDI IN ITALIA? ME LO SPIEGHI PER FAVORE?

da thc66

redazione novità????

da francepes

Vabbè va, arving massèr, cusc' sacc caccos d kkiù...............m sting sol a 'nnervì... FORZA PESCARA!!!!!!!!!! ANCONETANI DI MERDA!!!! v trtem com lu sal..........!!!!!!!!

da gattabeninicamplone

Palladini il contenzioso in Tribunale se lo dovrebbero beccare Pincione e tutti quelli che ci faranno prendere penalizzazioni compromettenti per l'attività agonistica della Pescara Calcio, Amministratori e Sindaci compresi! Per quanto riguarda le paura di chi sta sulla soglia per me sono puttanate: la delibera di aumento di capitale è stata ratificata o comunque accettata da Pincione e tutto il CdA, quindi un impugnazione in Tribunale avrebbe lo 0,00000 % di possibilità di risultare vittoriosa!

da francepes

Ma pincione riesce a dormire tranquillo la notte????? boo boo boo nn era lui che per primo era un tifoso del pescara??? sarà contento di vedere la squadra di cui è tifoso andare in rovina..... per mano sua!!!!!!!???????? cry cry boo boo

da Palladini

Non sono operazioni da fare cosi come diciamo noi, ma sono operazioni dove si riflette 1000 volte prima di fare un passo del genere. Per cui dobbiamo ancora aspettare, il fatto che ancora si sia fatto avanti ora è normale per il momento.

da thc66

gatta.....grazie a Dio. almeno uno che la pensa come me. smakkkk ti vui dà nù bacie

da CurvaNord70

x pescaradaroma: sono completamente d'accordo con te. Per il bene del nostro Pescara speriamo che in un modo o nell'altro tutto si risolva bene. Una cosa è certa ed è venuta fuori da tutta questa vicenda: se prima si pensava che gli imprenditori Pescaresi erano dei bastardi ora ne abbiamo avuto la conferma, nemmeno davanti a una situazione del genere sono stati capaci di avere un po di cuore e mettersi assieme per trovare questi benedetti soldi. Vi odierò per sempre e sempre vi schiferò...MERDE!!

da francepes

mi sono rotto le palle di questa situazione, nn ne posso +...... ma PERCHE' proprio a noi??????? perchè???????????????????????
???????? mi dispiace un casino e spero che i ragazzi davvero riescano ad andare avanti, anche se penalizzati........ma ci vorrebbero 2 palle grosse così.................... ma noi ci saremo lo stesso!!!!!! eyed

da Palladini

Gatta non e' cosi' semplice se ad esempio la caripe prende le quote di pincione questo inizia sicuramente un contenzioso, per cui nessuno ci si vuole mettere in mezzo ora. Fin quando non sara pincione stesso ad arrendersi nessuno gli togliera le quote col rischio di trovarsi in tribunale. Magari alla fine pincione perderebbe ma comunque sarebbe un casino in cui nessuno vorrebbe trovarcisi.

da gattabeninicamplone

ANCONA MERDA!!!

da thc66

....beppe pastaio, Di Propetroliere, Cald.ostruzioni, Walter dei serbatoi, totoavioatore e costruttore, e tutti gli altri pidocch arricchiti della nostra città.....andate a......... vedi V-DAY di grillo. horny

da mancho

Concordo con Chica, una volta tanto...Per una persona così ricca e influente sarebbe più facile mettere il sedere su un bimotore che non fare proclami e litigare con chiunque per mesi e mesi...non avrebbe perso tutto questo tempo. Ma è solo il mio pensiero ed è solo un pensiero...

da DelfinoTatuato

Da adesso fino al 90°: ANCONAMERDA. Avete capito? Basta Pincione, Basta Soglia, Basta Banche, Basta penalizzazioni. Solo: ANCONAMERDA

da gattabeninicamplone

Non regge neanche la scusa che Pincione potrebbe impugnare tutto! Se il CdA di Pescara Calcio S.p.a. ha dato il suo benestare alla delibera di aumento di capitale ed i termini erano quelli che ci hanno detto, Pincione non può far proprio nulla! Il suo tempo è scaduto, ora è nella posizione di qualsiasi altra persona: il primo che arriva vince!!!

da gattabeninicamplone

AVETE ROTTO IL CAZZO CON STI SOGLIA! Ma lo volete capire che se qualcuno voleva il Pescara adesso l'avremmo già saputo??? Il tempo di Pincione è scaduto ed il Pescare, in questo momento è alla portata di tutti! Se Pincione sta avendo una seconda possibilità non è perchè gli hanno dato una proroga, ma perchè, alla resa dei conti, nessuno dei chiacchieroni vuol tirar fuori la moneta!!! A proposito, che fine ha fatto il trio Miccini-Galletti-Giammarco? pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead

da Chica

Carissimo pescaradaroma, uno, chiunque esso sia, che ha 20 milioni di euro a disposizione, siccome ne servono subito 2 milioni, li mette in una cazzo di valigetta, prende un aereo privato, arriva a Pescara e li deposita dove dovrebbe. Punto !!! E te lo dice uno che di euro ne guadagna 1000 al mese ma non è così scemo come cercate di far credere da mesi. Buona merdosa giornata !!!

da mimmo74

ed intanto mentre si consuma anche questo giorno infruttifero, il Pescara va verso una penalizzazione di almeno 6 punti che a questo punto sembra inevitabile......... Ma è possibile che nè la Caripe nè nessun altro imprenditore gliene frega del Pescara? Ma possibile che bisogna per forza distruggere questa squadra ?(prendere tanti punti di penalizzazione avrebbe un effetto pesantissimo sui ragazzi!!!) E' l'ennesimo schifo e l'ennesima vergogna!!!! GRAZIE CARIPE GRAZIE IMPRENDITORI PESCARESI GRAZIE GIUNTA COMUNALE GRAZIE PINCIONE la colpa di tutto questo è solo vostra!!!!!!

da gips

pescaradaroma boo ma come fai ancora a dargli fiducia?

da pescaradaroma

...scrivo ora dopo tanto tempo...Punto PRIMO i soldi Pincione ce li ha..e non ridete se vi dico che fino ad ora, in questi momenti che sto scrivendo,sta trattando non per due milioni..ma veramente per venti milioni..dico 20 MILIONI di euro solo che……si merita un bel"MONGOLINO D'ORO"…per come sta gestendo tutta questa vicenda…!!!! In pratica si sta giocando-fuori tempo massimo secondo me-la carta del principe arabo che veramente esiste e gli è vicino negli affari.Di tutto quello che scrivo me ne assumo le responsabilità. Se entro oggi la situazione non si sblocca è l'addio definitivo ai sogni di chi come me ha creduto in Massimiliano Pincione…Punto SECONDO non facciamo lo stesso sbaglio fatto con SIBILIA..ovvero l’abbiamo fatto scappare appena arrivato…semmai subentrassero i SOGLIA sappiate che (io sono nel campo alberghiero – ristorazione) sono una famiglia veramente forte e di certo il direttore Mancini – per recuperare dei soldi da lui autorizzati-non chiama degli altri avventurieri. Cosa chiederanno in cambio del loro ingresso tra costruzioni di nuovi alberghi e concessioni per le agenzie di viaggio non me ne importa nulla come non me ne importava della fumosa provenienza dei soldi di Pincione..io so solo che vorrei tanta…tanta…tanta normalità………Saluti a tutti

da gips

GO home

da fabio da zurigo

pincione se ti serve un traduttore per il tedesco fammi sapere laugher

da savo

A me personalmente interesserebbe sapere chi potrebbero essere i probabili acquirenti della Pescara Calcio e che tipo di lavoro svolgono. Abbiamo criticato per tanto tempo Pincione per non aver fatto sapere nulla sul suo conto ed ora... I Soglia a Pescara non è un affare fatto....però...siamo a buon punto. Spero che non si sfasci tutto all'ultimo momento cmq staremo a vedere.

da gips

boo

da Kidd_11

Concordo con Massimo 70. Anche a me risulta che domenica trasmettano la Reggiana e non il Pescara. Quindi voi che potete andate allo stadio, che cuscì vi telefono per sapere(mannaggia l'emigrazione...)

da thc66

o savo... non essere permaloso, se il pescara dovesse essere acquistato da un gropp serio e pino di soldi io sarei il più felice, ma è inutile che riempi il forum con vita morte e miracoli di sti soglia....... se dovessere arrivare allora se ne parlerà. cmq fa un pò come ti pare.....

da gips

noo president go home

da pallmall75

ANCORAAAAAAAAAAAAA a contà i minuti state porca vacca cullù non ha un'euro ma come mai non vi entra in testa? avrebbe aspettato fine settembre se aveva i soldi?

da francepes

Io non ce li ho i soldi, sennò nn g p'nsej n'attm cry cry

da savo

thc66 non preoccuparti......tempo al tempo... E poi non c'è assolutamente nesun bisogno che tu legga quello che scrivo! Fai a meno di leggerlo e quando scrivi parla al singolare....

da Gips

Diretta? il vero tifoso va allo stadio! biglietto comprato! Curva nord logicamente!

da ALESSANDRO

SI CERTO ADESSO ANCHE I SOGLIA SONO MULTIMILIONARI! MA PER PIACERE NON SIETE STUFI DI ESSERE PRESI IN GIRO?? OGNI PRESIDENTE CHE VIENE A PESCARA A CHIACCHIERE E' STRARICCO,MA POI I FATTI CI SMENTISCONO! STETV CALM

da fdb.75

BASTA PARLARE DI SOCIETA'! BASTAAAA!!!!! Tutti a raccolta domenica nel mitico "Adriatico", acchiappet la gent pi li capill, portate amici, parenti, donne, mogli,amanti,nonni, nipoti...tutti uniti per incitare le uniche persone degne del nome che portiamo: la nostra squadra.Carichiamo a dovere i giocatori,NOI VOGLIAMO QUESTA VITTORIA! Clima ostile e basta per i marchigiani, fischi assordanti appena si avvicinano alla ns trequarti,capito uagliù! Sparagnet la voce,domenica la bolgia! AVANTI ULTRAS FINO ALLA FINE! PESCARA, STILE DI VITA! ANCONA MERDA!!!

da gips

boo

da SAW

Se questi Soglia sono seriamente interessati ben vengano e il miglior biglietto da visita non potrebbe che essere il pagamento degli stipendi in modo da evitare la penalizzazione. BEN VENGA CHIUNQUE VOGLIA IL BENE DEL PESCARA CON I FATTI E NON CON LE CHIACCHIERE.

da savo

Potrebbe essere veramente la svolta se entrasse in società (con la maggioranza delle quote) il gruppo Soglia!!! Spero che Gerardo Soglia abbia veramente questa intenzione!!!

da thc66

o savo, non ce ne frga una mazza di quessi se prima non comprano il pescara li vù capì..... che cavolo posti sti romanzi...

da PieroMilano

io parlavo di diretta radio su internet

da savo

Sotto, il golfo di Salerno è come una conca azzurra da cui si levano schegge di luce che ti pungono gli occhi. Massiccio e bruno, Gerardo Soglia mi stringe la mano, argina l’esuberanza e si sottopone al terzo grado con un retrosguardo di timidezza gentile. Sbaglierò, ma non è il tipo che sotto le belle maniere sa essere svagato. Non lo è per ragioni anagrafiche (35 anni), per il modo di parlare e di pensare, non lo è per il garbo, per il senso della misura, per l’eleganza. Ha un volto astuto, ardimentoso, confidenziale e veloce: per l’apparenza intellettuale, potrebbe essere un giovane professore proveniente da qualche ateneo. Doveva, per tradizione familiare, fare il lavoro di suo padre Giuseppe: realizzare opere pubbliche. Invece no. Primo dei cinque figli di un agiato costruttore salernitano, Gerardo ha preferito laurearsi in economia e navigare in un’altra direzione: il turismo. I risultati gli hanno dato ragione. Oggi è al vertice di un giovane e dinamico gruppo (Soglia Hotels & Resort, con sede a Verona) che si colloca tra le prime cinque compagnie alberghiere italiane. Un gruppo con un fatturato di 80 milioni di euro che, grazie alle acquisizioni degli ultimi due anni, gestisce una ventina di alberghi in una straordinaria sequenza che va dalla Costiera Amalfitana al Monte Bianco, passando per Vicenza, Verona e Modena. Una struttura impostata in maniera moderna e motivata a crescere per arrivare sul mercato, già dal prossimo anno, con un’offerta di 3.000 camere e cento milioni di fatturato. LA FAMIGLIA Il nome del gruppo rimanda immediatamente a Giuseppe Soglia, un self made man dal carattere estroverso e passionale, che in oltre 40 anni di attività nel settore edile, ha saputo creare con caparbietà le basi di un piccolo impero. “Papà è stato sempre severo con noi figli, - racconta Gerardo - ma lo ha fatto per stimolarci: è un genitore che ha sempre guardato lontano. Ci ha trasmesso esempi di grandi sacrifici perché, provenendo da una famiglia di modeste origini, ha vissuto di persona la povertà. A 18 anni se ne andò a fare l’operaio in Germania, poi lavorò come geometra e insegnò matematica a Torre Orsaia. Infine decise di esprimere la sua creatività entrando nel mondo delle costruzioni: in società con un fratello tornato dal Venezuela, fondò un’impresa che appaltava lavori pubblici, strade, ponti, ristrutturazioni. Il primo lavoro gli fu affidato proprio qui, a Vietri sul Mare, per un importo di 700mila lire. Ogni giorno lui transitava con una Fiat Seicento davanti all’hotel Baia, costruito sulla roccia a spiovente sul mare: lo considerava come il luogo più raffinato e incantevole del mondo. Mai immaginando che un giorno il suo sogno di possederlo sarebbe diventato realtà”. Negli anni Ottanta l’impresa Soglia costruisce a Salerno lo stadio e l’aeroporto. Si moltiplicano gli appalti e il fatturato cresce fino a 10-15 miliardi di lire. Sulla scia del successo, Giuseppe diventa, dal 1986 al 1991, presidente della Salernitana, squadra che nel 1990 è promossa in serie B. Ma la famiglia Soglia, originaria di Castel S. Giorgio, non cambia stile di vita. “E questo anche grazie al ruolo di mia madre Antonietta, tenace custode dell’educazione dei figli — continua a raccontare Gerardo. - La nostra è sempre stata una famiglia patriarcale fortemente ancorata ai valori umani e a certe regole: come il mettersi a tavola tutti insieme, oppure il tramandare i nomi. Pensi che Giuseppe e Gerardo sono nomi che i Soglia usano da otto generazioni”. VIA DA SALERNO Aveva 18 anni, un’idea in testa e una gran voglia di sfondare, quando Gerardo se ne andò a studiare economia all’università di Parma. A 22 si laurea e va a fare un master in business administration al Politecnico di Milano. Poi studia sei mesi a Francoforte e sei alla New York University. Due anni dopo, nel 1995, sposa una bella ragazza veronese, Paola, che diventerà la madre dei suoi due figli (Antonella e Giuseppe) e la sua più valida collaboratrice. Nel 1996 Gerardo entra nell’impresa paterna e comincia a occuparsi della parte finanziaria. Ma il volume di affari è in calo: si fanno pochi lavori pubblici e con ribassi elevatissimi. Il fatturato si dimezza. “Aspetta — gli dice il padre - arriveranno tempi migliori”. Niente, il giovane scalpita, non è tagliato per starsene in panchina. “Facciamo dell’altro o me ne vado a lavorare altrove”, propone al genitore. Pur di averlo accanto a sé, il padre frena, s’accontenta di come vanno le cose. Gerardo però non si sente realizzato a battere la fiacca. Odia il suo fastidioso riposo, col pomeriggio lungo e pieno di noia, le serate di chiacchiere sul lungomare di Salerno. Alla ricerca inesausta di nuove prospettive, fa un colloquio di lavoro per andare in Germania, in una fabbrica nei pressi di Francoforte. Ne parla con il padre, cerca di convincerlo. Il genitore però svicola e sposta sempre più avanti il guanto della sfida: per misurare le capacità del primogenito, che gli somiglia. LA GRANDE OCCASIONE Quant’è bizzarro e giudizioso il caso, certe volte. Nel maggio del 1999, imprevedibile, ecco che arriva la grande occasione. “Sì, la mia vita imprenditoriale per molti aspetti è dovuta al caso — conferma con sincerità Gerardo. - Una mattina a Salerno andai nella Banca di Roma e il direttore mi informò che c’era l’asta fallimentare del Lloyd’s Baia Hotel. Perché non partecipi?, mi disse. Gli risposi: se tu mi finanzi lo faccio volentieri. Detto e fatto. Una volta assicuratomi il suo appoggio, tenni una riunione di famiglia con i miei fratelli Francesco, Nobile, Alessandro, Nunzia e i genitori. Non tutti erano d’accordo ad assumersi il grosso rischio dell’esposizione, ma mio padre, che è sempre stato la mia guida, mi spalleggiò. Io e lui siamo un po’ come il gatto e la volpe. E così partecipammo all’asta aggiudicandoci l’albergo con un’offerta di 18 miliardi di lire”. A cose fatte, Gerardo si rimbocca le maniche e guarda per la prima volta il mondo guardare lui. Comincia la gavetta gestendo in prima persona la struttura. Ecco il suo racconto: “Era luglio quando arrivai sul posto e presi possesso della struttura. Il mio primo giorno il direttore dell’albergo, Enzo Memoli, mi disse che c’erano da fare i contratti dell’allotment. Di allotment ne sapevo assai poco perché io non avevo fatto la scuola alberghiera. Andai subito a comprarmi un libro per capirne di più…”. Tenace e carico di agonismo, il giovane si doterà ben presto di un know-how imprenditoriale d’alto livello, indispensabile per gestire con successo anche la nuova attività. Ma per l’esattezza e il rigore profuso negli affari, il suo punto di riferimento resterà sempre il padre. A poco a poco si appropria dell’insegnamento paterno, lo assimila, lo rielabora. E sfonda. “Sono molto rapido nelle decisioni. Nel 2001 ho comprato dalla famiglia Gallia, per 13 miliardi, il secondo albergo, il Gran Baita di Courmayer: cinque stelle, 54 camere…”. Per farsi strada, il primogenito dei Soglia intuisce che occorre rischiare, possedere il gusto di rischiare e di rimettersi continuamente in gioco. E oggi che è arrivato lontano, mostra di avere ancora parecchie pallottole in canna. “In Italia — mi spiega con l’espressione di chi si dedica a un compito di immenso rilievo - ci sono 33mila alberghi e solo il tre per cento fanno capo a compagnie alberghiere. La più grande, quella del Jolly, ha una quarantina di alberghi. Sa che significa? Che da noi il settore è tutto frammentato. Invece in Inghilterra, per esempio, il 60 per cento delle strutture alberghiere appartengono a catene. Ecco, questo è il limite dell’offerta italiana. Occorre dunque cambiare musica, e concentrare…”. IL SEGRETO DEL SUCCESSO La famiglia Soglia è molto unita. Mentre Gerardo è amministratore delegato, i suoi quattro fratelli hanno ruoli operativi nel gruppo. Una sfida emozionante sprona e accomuna tutti: creare il primo gruppo turistico italiano e competere con i colossi internazionali. Nata nel 1999, la società Soglia Hotels & Resorts è riuscita in pochi anni a collocarsi nelle migliori posizioni sul mercato grazie alla qualità dei servizi offerti e alla professionalità profusa da tutto il personale (700 dipendenti). Oggi il gruppo alberghiero è tra le prime 30 compagnie internazionali specializzate nel settore dei servizi per il turismo, operanti sul territorio italiano. Ma chi fa funzionare con tanta efficienza il grande ingranaggio? Creatore e leader di un team assai motivato e altamente professionale, Gerardo Soglia può contare sulle capacità della moglie Paola e su un team di professionisti fortemente motivati, gente che alle competenze tecniche unisce doti di dinamismo e di innovazione. “Non credo nella funzione del padre padrone — confida l’imprenditore - io scelgo i miei collaboratori stabilendo con loro prima di tutto un feeling: mi devono trasmettere qualcosa. Con me lavorano coetanei e amici, molti venuti da Salerno”. Ma come si fa a competere con gli stranieri? “Credo molto nella teoria del portafoglio di Markovitz - risponde Gerardo — noi possiamo offrire mare, montagna e città d’arte; insomma un’offerta diversificata che altri non hanno”. IL CONTESTO SALERNITANO Dal terrazzo panoramico dell’albergo vietrese si vede, a strapiombo, il porto commerciale di Salerno, e una spianata di automobili che intasa le banchine in attesa dell’imbarco. Niente vele al vento, niente yacht o imbarcazioni da diporto. Dice Gerardo: “Il turismo è una miniera d’oro per l’Italia, come il petrolio per gli arabi. Dovrebbero capirlo anche i politici. Purtroppo loro vedono le cose nel breve tempo...”. Incredibile. La vista corta dei politici ha fatto nascere qui sotto, all’imbocco della costiera più bella del mondo, uno scalo commerciale anzicché un porto turistico. Sicché il discorso dell’imprenditore scivola sull’ambiente: “A Salerno se tu compri il Lloyd’s Baia dicono: chi sa quello come ha trovato i soldi per farlo! Non ti dicono bravo!, come farebbero a Verona. Ecco, qui c’è la cultura dell’invidia e del sospetto che prevale. Eppure mio padre, sia ben chiaro, non è mai stato inquisito per nulla…”. Lo sfogo del padron di casa è del tutto legittimo. “Le lamentazioni del Sud non mi riguardano. — afferma - Io ho la mentalità dell’efficienza. Spero solo che al Sud le nuove generazioni abbiano il gusto di mettersi in gioco. Se sei bravo vinci: è questione di mentalità. Mi creda, io ero figlio del presidente della Salernitana, potevo fare il mio comodo e vivere tra gli agi, invece ho fatto la valigia e me ne sono andato via da Salerno per realizzarmi. A Verona, dov’è la nuova sede di rappresentanza del mio gruppo, (Villa Pellegrini Cipolla di Castion Veronese, una bellissima villa del ‘700 ricca di storia e di tesori artistici, ndr) sono sempre stato ben accetto”. Da alcuni anni il ruolo di amministratore delegato lo porta a vivere freneticamente tra Verona, Milano, Roma e Salerno: si sposta in continuazione e ha ritmi di lavoro sostenutissimi. Dottor Soglia, come farà a crescere ancora, visto che non si può comprare tutto nella vita? Lui riflette, allarga le braccia e ti spiega il suo modello: sono i grandi gruppi internazionali come Hilton o Holiday Inn che hanno alle spalle grandi fondi immobiliari. Mi dice che anche gli spagnoli sono assai più bravi degli albergatori italiani. “Il modello vincente oggi è quello immobiliare-turistico”. Scusi, in che consiste? “Si compra un terreno e su una metà si realizzano strutture alberghiere e sull’altra appartamenti”. Poi confessa di avere adocchiato dei terreni in Sardegna e sul Gargano, dove il gruppo Soglia conta di espandersi. “Sì, abbiamo concluso una joint venture con un fondo assicurativo e previdenziale americano: vogliamo realizzare venti alberghi di città per la clientela d’affari investendo 200 milioni di euro”. IL PRIVATO DI SOGLIA A un certo punto mi squadra e sbotta: “Perché non dirlo, io sono ben soddisfatto di ciò che ho realizzato. Forse lo devo alla scuola. Infatti al liceo avevo un professore di filosofia che ogni giorno mi tartassava interrogandomi e facendomi ripetere la lezione spiegata il giorno prima. Sono stato costretto a studiare Voltaire e il Candido e così sono diventato un po’ voltairiano nel modo di pensare”. Ma se dovesse definirsi in due parole? “Istintivo e ambizioso”. E trova il tempo di dedicarsi alla famiglia? gli chiedo toccando quello che è, di solito, per un imprenditore un nervo scoperto. “Mio padre tornava alle due di notte mentre io dormivo, non era mai a casa: ora capisco perché. Comunque, per me il valore più grande sono i figli. E assieme ai figli, la stima di mia moglie, a cui tengo particolarmente. Per avere successo bisogna avere accanto una moglie di qualità. Io sono stato fortunato: Paola ha un ruolo fondamentale e anche per lei la famiglia è un valore da difendere”. Trova anche il tempo di leggere qualcosa, ora che è alle prese con i grandi affari? Gerardo si acciglia, strizza gli occhi e ribatte con prontezza: “Sì, in questi giorni sto leggendo Lo specchio del diavolo, di Giorgio Ruffolo: una cavalcata sulla storia dell'economia, dal paradiso terrestre ai giorni nostri”. E’ molto veloce quando parla, e a volte scuote la testa con una punta di timidezza. Ma qual è il suo peggior difetto? Lui ci riflette due secondi e risponde: “Ebbene sì, riconosco che a volte sono testardo”. E il miglior pregio? “Sono uno che si fida e delega, - disvela mettendo in luce i più intimi congegni del cervello - ho il senso della gratitudine e so dire grazie”. Il suo sogno nel cassetto? “Finire la mia carriera andando a vivere con la famiglia a New York”. L’intervista volge al termine. La precisione razionale contenuta nelle sue dichiarazioni e il modo in cui formula i suoi giudizi, persino il suo modo di sorridere all’improvviso, o i tratti del suo volto a riposo, mi hanno descritto il vigore di un giovane imprenditore pieno di determinazione. Uno che ha fatto già parecchia strada e adora essere riconosciuto per quello che certamente è: un personaggio diverso. ------------------------------
------------------------------
--------------------

da mmmm

VI CONSIGLIO TUTTI DI ASPETTARE LA CHIUSURA DELLA DUETSCHE BANK ALLE...18....CI SARANNO NOVITA'.NON PARLATE PRIMA DEL TEMPO...... hiss hiss

da MASSIMO70

GUARDATE CHE LA TV IN QUESTIONE E' DI REGGIO EMILIA E OGNI DOMENICA TRASMETTE LA REGGIANA, MI PARE STRANO CHE MO TRASMETTA OGNI DOMENICA UNA PARTITA IMPORTANTE DELLA SERIE C, E POI DA TUTTA ITALIA.....BO. CI CONVIENE ANDARE ALLO STADIO

da thc66

...o ma ke ca... seguitate a scrive di sti Soglia!!!!!! gurdate che il pescara è nella merda e loro non ancora coprano una mazza..... fate i seri. Redaziò novità ancora nulla?

da cimist

MI CHIEDO CHE FINE HANNO FATTO I PINCIONIANI (PESCARADAROMA,CURVANORD70,SME
TTETELA e compagnia cantante) CON IL LORO OTTIMISMO E CON LA LORO FIDUCIA INCONDIZIONATA A QUESTO PERSONAGGIO SQUALLIDO...DOPO MESI E MESI DI PROMESSE (CAZZATE) CI RITROVIAMO NELLA CACCA PIU' ASSOLUTA...SPERO CHE QUESTO INDIVIDUO MESCHINO NON RIMETTA PIU' PIEDE NELLA SUA TERRA DI ORIGINE (CHE HA INFAMATO TRA L'ALTRO + VOLTE)..VERGOGNATI SEI SOLO STATO CAPACE A DIRE CAZZATE, PRENDERE IN GIRO E OFFENDERE NOI TIFOSI...VERGOGNATI

da emigratotriste

grazie christof.....SEMPRE FORZA PESCARA!E ANCONA MERDA!!

da cetaceo

Soglia Hotels rileva Parmatour per 40 mln di Sergio Governale Soglia Hotels rileva Parmatour per circa 40 milioni di euro. Il gruppo alberghiero guidato dal campano Gerardo Soglia oggi dovrebbe ricevere il via libera da parte del comitato di sorveglianza di Parmalat, in amministrazione straordinaria. La scorsa settimana il commissario Enrico Bondi e l’advisor Mediobanca aprono le buste del bando di gara e verificano che l’offerta di Soglia è la più elevata tra le cinque pervenute. Soglia presenta un’offerta totalitaria per il ramo turistico di Collecchio, battendo la concorrenza degli spagnoli di Globalia. Soglia Hotels, dopo aver acquisito la scorsa settimana sei alberghi dal concordato preventivo di Porto Laconia per 23 milioni di euro ed essere entrato nel capitale del tour operator partenopeo Tiberio Viaggi, più che triplica in pochi giorni le sue dimensioni, passando dai sette alberghi del gruppo alle 24 strutture attuali, di cui undici villaggi turistici Parmatour, senza contare l’acquisizione da Parmalat di marchi storici del turismo italiano, quali Sestante, Chiariva e Club Vacanze. *** Soglia Hotels, gruppo alberghiero campano guidato da Gerardo Soglia, balza sul podio dei tour operator italiani grazie all’acquisizione di Parmatour, in particolare in terza posizione dietro Alpitour e Viaggi del Ventaglio. Manca soltanto il via libera del Comitato di sorveglianza di Parmalat, che dovrebbe riunirsi per l’occasione proprio oggi, perché Soglia Hotels possa rilevare per circa 40 milioni di euro il ramo turistico dell’ex impero di Calisto Tanzi (il prezzo offerto non può essere reso pubblico, ma da fonti finanziarie si apprende che il valore del ramo d’azienda dovrebbe oscillare tra i 30 e i 50 milioni di euro). Come noto (si veda Il Denaro dello scorso 4 giugno), Soglia è in pole position per Parmatour, avendo presentando innanzitutto un’offerta totalitaria per le attività della società in amministrazione straordinaria (come gli spagnoli di Globalia) e poi un prezzo più elevato e garantendo le migliori condizioni possibili al personale (il gruppo campano ha infatti in animo di salvaguardare almeno l’80 per cento dell’occupazione attuale dopo i due anni di mantenimento previsti dall’amministrazione straordinaria). Secondo le stesse fonti finanziarie, la settimana scorsa il commissario Enrico Bondi e l’advisor Mediobanca aprono le cinque buste e prendono atto dell’offerta di Soglia, dando il via libera all’operazione. Oggi tocca al Comitato di sorveglianza nominato dal ministero delle Attività produttive dare il via libera ufficiale. Il tutto sembra sia rimesso nelle mani di Daniela Primicerio, che dirige il Consiglio nazionale dei consumatori e degli utenti, uno dei cinque componenti dell’organo nominato dall’ex ministro, Antonio Marzano. Dopo aver rilevato appena una settimana fa sei hotel dal concordato preventivo di Porto Laconia (si veda Il Denaro pubblicato venerdì scorso), Soglia ora arriva a detenere 24 strutture in Italia e all’estero dalle sette originarie sul suolo nazionale. Il gruppo campano, per organizzare al meglio le attività di tour operator di Parmatour, entra - sempre una settimana fa - in Tiberio Viaggi, società che fa capo ai partenopei Luigi Nappo e Cosimo Sarro. Soglia, infatti, si troverà a dover gestire un fatturato che a regime sarà di oltre 200 milioni di euro dai 25 milioni attuali e circa 1.500 dipendenti, di cui circa mille stagionali. Parmatour, che ha oggi un fatturato di 27 milioni, porta in dote alcuni marchi storici del turismo italiano, quali Sestante, Comitours, Going, Chiariva e Club Vacanze, la rete di circa trenta agenzie di Viaggi del Sestante dislocate su tutto il territorio italiano e il ramo Business Travel rivolto alle aziende, che fattura circa 8 milioni di euro. Ma il vero “colpo“ è rappresentato dagli undici villaggi turistici, di cui cinque all’estero, dell’ex impero di Tanzi. ------------------------------
------------------------------
-------------------- Le strutture in arrivo da Porto Laconia Spa Albergo - località - capacità Hotel Perla - Madonna di Campiglio (Tn) - 22 suites Hotel Astoria - La Villa (Bz) - 31 suites Hotel Posta - S. Vigilio di Marebbe (Bz) - 56 suites Sporting Hotel Tancamanna - Cannigione Arzachena (Ss) - 93 miniappartamenti Residence Portolaconia - Cannigione Arzachena (Ss) - 106 miniappartamenti Green Park Hotel - Cala di Volpe (Ss) - 35 suites Sono 23 i milioni di euro messi sul piatto da Gerardo Soglia per rilevare sei hotel di Porto Laconia tramite il concordato preventivo presso il Tribunale di Verona ------------------------------
------------------------------
-------------------- Il gruppo oggi... Soglia Hotels in pillole: - 7 strutture alberghiere in Italia - 400 dipendenti - 25 milioni di euro di fatturato nel 2004 ... e domani 24 strutture Fatturato oltre 200 mln di euro Dipendenti: 500 fissi 1.000 stagionali ------------------------------
------------------------------
-------------------- La classifica italiana 1° Alpitour 2° Viaggi del Ventaglio 3° Soglia Hotels 4° Valtur 5° Hotel Plan 6° Gastaldi Soglia balza sul podio nella classifica dei più grandi tour operator italiani, dietro Alpitour e Viaggi del Ventaglio ------------------------------
------------------------------
-------------------- Villaggi, undici perle dell’ex impero di Tanzi Italia Sabbie Bianche Calabria tirrenica Baia Paraelios Calabria tirrenica Triton Club Calabria ionica L’Approdo di Ulisse Favignana (Sicilia) Punta Fram Village Pantelleria (Sicilia) Des Alpes Madonna di Campiglio (Tn) Estero Dongwe Club Zanzibar (Tanzania) Kuda Rah Maldive Gangehi Maldive Chauve Souris Seychelles Cote d’Or Seychelles Soglia, rilevando Parmatour, acquisisce undici villaggi turistici, di cui sei in Italia (e cinque extra Ue), per un totale di oltre mille camere per più di 2.500 posti letto

da christof

....ci sono tifosi biancazzurri che vivono lontano da Pescara e che soffrono per il Delfino...a loro invio il mio saluto fraterno ed il mio rispetto... e sempre FORZA PESCARA ...

da emigratotriste

io non dico cazzate......guarda che in giro per l'italia e purtroppo quasi tutti al nord siamo tanti!poi che la gente non viene allo stadio è un altro paio di maniche!ancora renzetti in giro.....non ho parole!!

da DelfinoTatuato

Ahò, la mia proposta? Bisogna chiudere l'intervento scrivendo ANCONAMERDA, chi non lo fa è un DORICO, coggiudà.... Piè tarcurde a bologn ch la Y10, milan stadie dall'are sott la neve? Mi ci ve da pagne.. ANCONAMERDA

da pescara90

pincione va a fatja!!!!!

da thc66

scusate sapete se l'allenameto è alla 15????? dove di preciso?

da 11

Si ho capito Maestro ma che diretta vuoi ? Siamo 1000 persone ad andare allo stadio e vuoi la diretta? Quanti pescaresi ci sono in giro per l'italia? siete 4 persone...iamm su non diciamo cazzate.

da gattabeninicamplone

SU TUTTOPESCARA.NET addirittura si mettono a pubblicare il "parere" di RENZETTI, che dopo aver sparato ai 4 venti che sarebbe stato pronto a ricapitalizzare lui in caso di inadempienza di Pincione, ora se ne esce con: "No, io mi tirerei indietro. La situazione è talmente ingarbugliata che non me la sento. Già mi sono scottato una volta". pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead Come direbbe GRILLO: Va.......ooooooooooooooooooooo
oooooooooooo!!!!!!!!!

da emigratotriste

11 con chi ce l'hai??guarda che c'è una frega di gente che come me vive lontano e a cui la diretta della partita farebbe cosa graditissima.....capito maestro??

da Galeon

E la Caripe da banca seria quale noi tutti crediamo che sia, si sarà già premunita....... Altrimenti a che joc.....

da Galeon

Sulla soglia ad aspettare ahah buona questa Gatta eyed

da 11

Che diretta volete? 2mila persone allo stadio e volete la diretta? Siamo diventati una piazza come TREVISO non potete pretendere niente e alle persone che scrivono qui sopra e che hanno intenzione di venire solo domenica perchè c'è L'ancona horny.

da gattabeninicamplone

Bravissimo Galeon! QUI I TEMPI TECNICI NON C'ENTRANO UN CAZZO, NE' E' STATO CONCESSO UN ALTRO RINVIO A PINCIONE!!! OGGI CHIUNQUE PUO' PRESENTARSI CON IL 25% E SOTTOSCRIVERE L'AUMENTO DI CAPITALE!!! SE NON E' ANCORA SUCCESSO E NON SUCCEDERA' SARA' SOLO PERCHE' SONO TUTTI UNA MASSA DI MERDE, SIA QUELLI CHE STANNO SULLA SOGLIA AD ASPETTARE, SIA QUELLI CHE GLI FANNO PUBBLICITA' GRATUITA!!!

da gattabeninicamplone

Bravissimo Galeon! QUI I TEMPI TECNICI NON C'ENTRANO UN CAZZO, NE' E' STATO CONCESSO UN ALTRO RINVIO A PINCIONE!!! OGGI CHIUNQUE PUO' PRESENTARSI CON IL 25% E SOTTOSCRIVERE L'AUMENTO DI CAPITALE!!! SE NON E' ANCORA SUCCESSO E NON SUCCEDERA' SARA' SOLO PERCHE' SONO TUTTI UNA MASSA DI MERDE, SIA QUELLI CHE STANNO SULLA SOGLIA AD ASPETTARE, SIA QUELLI CHE GLI FANNO PUBBLICITA' GRATUITA!!!

da emigratotriste

su tutto pescara dicono che c'è la diretta della partita su 891 sky, ma di solito li fanno vedere la partita della reggiana e non le migliori partite della c....

da Dicenso

Si, come no, martedi 2 ottobre, certo, e frotte di compratori con gli assegni in bocca.. SVEGLIA!!!! Se la Caripe non ha ancora mandato affanculo in Pincio, vuol dire che non c'e' nessun'altro compratore, altro che 20 milioni di Euro ... 20 milioni di Vaffa!!!

da PieroMilano

La diretta per noi poveri immigrati. Per DelfinoTatuato, tante trasferte...non le conto più, come le pizze :)

da guizzo

Cazzo Ancona merda fa la diretta e NOI nn siamo capaci di farla?

da cri05

La diretta della partita..

da christof

....ma come faranno a restare tranquilli i nostri giocatori ?...Anche se sono fortissimi e motivati respirano aria troppo "inquinata"...caro delfino vinci per noi ...noi lotteremo sempre al tuo fianco...

da guizzo

Per la diretta, canale 891 di SKY, scusate la diretta di kosa?

da antilaziale

QUANDO AVRAì FINE QUESTO BRUTTO SOGNO?? cry cry cry cry cryMI VORREI SVEGLIARE E DIRE CHE TUTTO QUELLO CHE STA ACCADENDO..SIA SOLO UN BRUTTO SOGNO!! cry cry cry cry cry

da Tutte-a-PEcora

grazie x la puntualizzazione,delfino tatuato. tornera' utile a mio padre,che e' in italia e ha sky. quanto a me,esiliato,mi resta l'emittente marchigiana,dopo quella stabiese e quella sambina. se poi e' vero che non ç'e' 2 senza 3.... AnconaMerda!

da Chica

E' ovvio...uno parla il cugnolicano, gli altri tedesco...come cazzo fanno a capirsi...ma guarda che storie di merda bisogna sentire pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead

da Galeon

Ma non diciamo eresie. Il tempo dato a Pincione è scaduto come da delibera di lunedi 17 settembre. Ergo da oggi chi si presenta col 25% dell'aumento di capitale (500mila€ su 2milioni) e i 5/600mila€ per le spettanze maggio-giugno (tali da evitare punti di penalità) avrà la Pescara Calcio 1936. P.S. Questi debiti ad un imprenditore serio non mettono paura eyed

da mocio_vileda

PINCIONE TI ODIO

da DelfinoTatuato

A Piè, ma li si quant so li pizz? O ti pers lu cunte? Ch dic arinarann li timpe ch tu sti in mezz a lu campe e ye sopr la tribbune? Quand cazz di trasfert ci sem fatte e lu vere? Mannagg a lu Piscare di mò.. Per la diretta, canale 891 di SKY, come dicevano nelle news precedenti. Propongo una cosa carina: da questo messaggio in avanti, tutti gli utenti che ne rilasciano uno, devono chiudere il proprio intervento così: ANCONAMERDA

da thc66

o l'allenamento è alle 15? ma dove di preciso?

da PieroMilano

Ma Pincione ha già fatto sapere che lui di dimettersi non ha nessuna intenzione. Ci vorrà dunque un’azione di forza dei sindaci. Di sicuro chi entrerà sarà atteso da una lunga battaglia legale ed è proprio questo che potrebbe frenare i nuovi. Questo, e la volontà di veder chiaro nei conti di questi ultimi mesi e nei contratti dei nuovi acquisti. Nuovi guai in arrivo. Ieri intanto è scoppiata, per nulla imprevista, una nuova grana. Sono infatti in arrivo per la società biancazzurra nuovi decreti ingiuntivi da parte di due ex dipendenti. Per il momento si tratta dell’ex responsabile dell’area comunicazione Pierfrancesco Visci e di una delle segretarie. Ma molto presto potrebbero seguire altre azioni. Sempre che non si arrivi a un chiarimento o si insedi una nuova proprietà.

da guizzo

se la situazione è kosi nessuno si prenderà questa brutta gatta da pelare! POVERI NOI. cry

da thc66

ma come da martedì 2 ottobbre.... ma dai un'altro rinvio........ e quando credemmo di aver toccatp il fondo udimmo dei colpi venire dal baso..... anke il colleggio sindacale fa cagare sono senza palle.

da Pescarese100%%%

Aggiungerei anche analfabeta!

da PieroMilano

Pincione deleterio, pernicioso & abietto.

da Pescarese100%%%

Basta con i buffoni!

da galeoniano

PINCIONE NON E' TORNATO

da fabrifibra

donato buon pomeriggio.domenica voglio 3 punti i ragazzi c'è la metteranno tutta per battere la capolista.

da SIVIGLIANO

...eyed...

da ckxsempre

a questo punto non importa se i punti di penalizzazione siano 2 o 10.....questo personaggio deve...e sottolineo DEVE ANDARE VIA DA PESCARA!!!! troppi sciagurati si sono fatti pubblicita gratuita a spese dei tifosi e di 70 anni di gloriosa storia del delfino... QUI' C'è BISOGNO DI GENTE AMBIZIOSA CHE COSTRUISCA QUALCOSA DI GRANDE...UNA SQUADRA FORTE C'è..CON DEI RAGAZZI CHE MAI PRIMA D'ORA DANNO DIMOSTRAZIONE DI SERIETA' E ATTACCAMENTO AI COLORI...PARTIAMO DA QUI..TANTO PEGGIO DI PATERNA E PINCIONE E IMPOSSIBILE FARE...QUINDI....AVANTI SOGLIA!!!!

da PieroMilano

Pincione, stavolta forse è proprio finita Il presidente non paga, e intanto il Pescara rischia una nuova penalizzazione Da oggi via libera per i nuovi soci Se arriveranno l’italo americano sarà fuori causa La nuova proprietà avrà subito un problema visto che il vecchio C.d.A. non vuol dimettersi Intanto arrivano altri decreti ingiuntivi di PIERPAOLO MARCHETTI PESCARA Non è una novità, ma i soldi promessi da Pincione non sono arrivati. Al momento di andare in stampa in realtà mancano ancora alcuni minuti alla mezzanotte, orario fissato per la scadenza dell’ultimatum, ma sui conti della società biancazzurra non è arrivato nulla. Solo un gran rincorrersi di voci quasi tutte impossibili da verificare e inevitabilmente false. Nessuna sorpresa. Se a mezzanotte Pincione non avrà saldato i debiti, avrà quasi certamente concluso la sua esperienza alla guida del Pescara. E l’avrà conclusa nel peggiore dei modi perché oggi scadono i termini per il pagamento degli stipendi di maggio e giugno scorso. In realtà, essendoci di mezzo il week end, si potrà pagare fino a lunedì ma è molto difficile che ciò accada. E questo porterà a una nuova penalizzazione che, regolamenti alla mano sarà come minimo di due punti e come massimo... beh, per adesso è meglio non pensarci. Abbiamo detto ”quasi” conclusa, nel senso che la situazione è talmente anomala che neanche avvocati e commercialisti sembrano avere certezze assolute in una simile situzione. Secondo Pincione e i suoi le trattative con la Deutsche Bank proseguiranno anche oggi. Ma fino a ieri sera, interpellato sull’argomento, il direttore generale della Caripe, Dario Mancini, è stato esplicito: «Tempo scaduto». Ed è difficile che il collegio sindacale possa dire il contrario visto che nel corso dell’ultima assemblea era stato scritto, per filo e per segno, tutto il calendario di questi ultimi giorni pincioniani. Di certo l’attuale dirigenza resta al suo posto fino a quando non sarà effettuata da altri la ricapitalizzzione. Da oggi c’è spazio per eventuali nuovi soci. Per la cronaca, in attesa di liberare i suo famigerati 20 milioni di euro, ieri pomeriggio Pincione ha chiamato il d.s. Nucifora chiedendogli se fosse in grado di procurare nel giro di poche ore 600.000 euro... per evitare almeno la penalizzazione. Così è ridotto il Pescara oggi a livello societarioe... ! Ma in questo caso non è esente da colpe il colegio sindacale che a forza di dare immotivatamente fiducia a Pincione, ha ignorato o fatto finta di ignorare che i molti rinvii avrebbero finito per coincidere con questa scadenza importantissima. Dunque, dopo i pignoramenti, i decreti ingiuntivi, i ritardati pagamenti dell’Irpef, i sette mesi di stipendi arretrati ai dipendenti, la gestione di Pincione rischia di lasciare un altro ricordino sotto forma di penalizzazione. Da oggi dunque (a meno di nuove sorprese da parte di Paolone e soci...) la Caripe ha le mani libere e potrà portare a termine nel più breve tempo possibile la trattative con Gerardo e Francesco Soglia ai quali si dovrebbe aggiungere un imprenditore pescarese. Una volta che gli eventuali nuovi soci avranno versato, dovranno entro 7 giorni convocare l’assemblea per dichiarare decaduto il vecchio C.d.A che in realtà, per correttezza, una volta subentrati nuovi soci, dovrebbe dimettersi. Ma Pincione ha già fatto sapere che lui di dimettersi non ha nessuna intenzione. Ci vorrà dunque un’azione di forza dei sindaci. Di sicuro chi entrerà sarà atteso da una lunga battaglia legale ed è proprio questo che potrebbe frenare i nuovi. Questo, e la volontà di veder chiaro nei conti di questi ultimi mesi e nei contratti dei nuovi acquisti. Nuovi guai in arrivo. Ieri intanto è scoppiata, per nulla imprevista, una nuova grana. Sono infatti in arrivo per la società biancazzurra nuovi decreti ingiuntivi da parte di due ex dipendenti. Per il momento si tratta dell’ex responsabile dell’area comunicazione Pierfrancesco Visci e di una delle segretarie. Ma molto presto potrebbero seguire altre azioni. Sempre che non si arrivi a un chiarimento o si insedi una nuova proprietà.

da fabrifibra

scusate,ma cosa c'entra la deutch-bank con la caripe?

da fabrifibra

quante altre umiliazioni dovremo subìre.pincione horny

da fabrifibra

pincione mettiti da parte.il tuo tempo è scaduto.

da delfino36

CONCORDO CON DELFINO TATUATO ps. IO HO PREGATO CHE IL BONIFICO NON ARRIVASSE ALMENO IL COLLEGGIO SINDACALE FA VUORI IL PICCIONE E SPERO DI CAPITARE IN MANI MIGLIORI, ANCHE SE ME LA DOVREI PRENDERE CON LA CARIPE CHE NON HA AGITO AL PRIMO STOP. PINCIONE!!! horny horny horny horny horny horny horny horny

da Tutte-a-PEcora

diretta?? dove e come? Delfino tatuato per favore illuminami. io finora ho trovato una radioweb anconetana che dovrebbe,dico dovrebbe trasmettere la radiocronaca in streaming. Forza Pescara da 2000km e ancora una volta Ancona Merda! (quant'e' felice la mia Topastra!!)

da gattabeninicamplone

Ma quali tempi tecnici......!!!!!!!!!!! NON CI VUOLE UN CAZZO A PRENDERE IL PESCARA ADESSO! BASTA PRESENTARSI CON 450.000 EURO (cioè il 25% dell'aumento deliberato) E SOTTOSCRIVERE L'AUMENTO DI CAPITALE!!! Chi pensa di presentarsi in ritardo per sciacallare si ni po sta a la cas!!!

da gattabeninicamplone

Ma quali tempi tecnici......!!!!!!!!!!! NON CI VUOLE UN CAZZO A PRENDERE IL PESCARA ADESSO! BASTA PRESENTARSI CON 450.000 EURO (cioè il 25% dell'aumento deliberato) E SOTTOSCRIVERE L'AUMENTO DI CAPITALE!!! Chi pensa di presentarsi in ritardo per sciacallare si ni po sta a la cas!!!

da PieroMilano

Pincione fa anche lo spiritoso, chissà che ne pensano i tifosi del Pescara: "A questa squadra serve una lo-bo-to-mia..."Il nuovo patron della società biancoazzurra parla chiaro alla squadra. zoom - galleria Pescara - La sconfitta interna contro l'Arezzo manda in frantumi tutti i sogni di rincorsa salvezza del Pescara. Il primo ad accorgersene è il presidente Massimiliano Pincione, durissimo con i suoi. "La matematica non condanna ancora la squadra alla retrocessione - ha detto al quotidiano "Il Messaggero" - Anche se più che una scossa qui ci vorrebbe un elettroshock, una lo-bo

da ckxsempre

AVANTI SOGLIA!!!!!!!!!!!!!!!PINCIONE VATTENE!!!!!!!!!!

da carpe

PESCARA - ANCONA 30 SETTEMBRE 2007 - TRASFERTA IN TRENO *RADUNO IN STAZIONE ALLE ORE 10.30, PARTENZA DEL TRENO ALLE ORE 11.50. *RIENTRO IN ANCONA CON TRENO DELLE ORE 17:48. *MUNIRSI AUTONAMENTE DI BIGLIETTO PER LA PARTITA E DEL TRENO. *RICORDATEVI DI PORTARVI UN DOCUMENTO POTREBBERO CHIEDERVI DI ESIBIRLO AI CONTROLLI. PER L'ORGOGLIO DI ANCONA NON PUOI MANCARE. SPARGERE LA VOCE A TUTTI QUELLI CHE HANNO L'ANCONA NEL CUORE.

da gattabeninicamplone

Ma quale 2 ottobre!!!!!! Chi deve fare qualcosa si muova subito oggi, sennò si ni po sta a la cas!!!

da gattabeninicamplone

Ma quale 2 ottobre!!!!!! Chi deve fare qualcosa si muova subito oggi, sennò si ni po sta a la cas!!!

da PieroMilano

Io Primo. Pinco dopo di me. ahah

da DelfinoTatuato

Chi sta a più di 600km di distanza, non può che SOFFRIRE DAVANTI ALLA TV. Meno male della diretta, almeno per una volta abbandono so cazz di televideo. Questa è una partita speciale e, per quanto mi riguarda, abbandono ogni concetto, ogni discorso societario, ogni pensiero discostante dal mondo ultras attuale. Da adesso, fino al 95° di domenica, esiste solo una cosa: ANCONAMERDA, porcoggiuda..

da fabrifibra

qualcuno ci salvi,sono esausto!!!!!!!!!!!!!

da pinco

primo

da PieroMilano

Pincio.né. è il momento buono per andartene. non complicare la situazione. dai su...esci. dai. non porteremo rancore ma solo stima per una scelta giusta...quella di andartene per il bene di noi e della società. Coraggio, si può anche fallire nella vita ma non portarti appresso pure il Pescara. Addio.