Si è spento Mario Tontodonati, icona del calcio abruzzese

Si è spento all'età di 86 anni un'icona del calcio abruzzese. Centravanti puro, temibilissimo in area di rigore, è stato uno dei calciatori abruzzesi che riscosse più consensi nel panorama nazionale.
vi proponiamo una delle sue ultime interviste rilasciata all'omonimo Giovanni Tontodonati.

da Donato Giampietro
3.462

Mario Tontodonati è nato a Scafa il 29-08-1922. Centravanti puro, temibilissimo in area di rigore, è stato uno dei calciatori abruzzesi che riscosse più consensi nel panorama nazionale. Iniziò l’attività agonistica in serie C, militando nella Simaz (poi chiamata Dinasimaz ) Popoli. Nel 1940-41 venne acquistato dal Pescara che, nel 1946, lo cedette al Bari dove rimase per 2 anni giocando ad altissimi livelli, così come fece, in seguito, nella Roma. Infine, dopo un anno nella Lucchese ed uno al Torino, il ritorno al Pescara.
Signor Mario credo sia doveroso iniziare quest’intervista parlando della sua infanzia. Dopo tutto in molti non sanno che questo paese ha dato i natali ad un grande campione.
- Oh, quanti anni sono passati! Scafa era davvero un piccolo borgo allora. Abitavamo in corso I° maggio e la mia era una famiglia assai numerosa, io ero il terzo di sette figli. Ricordo con nostalgia che, di ritorno da scuola, mi affrettavo a svolgere i compiti per poter scendere in strada e dedicare l’intero pomeriggio al pallone, uno dei pochi svaghi che potevamo concederci. In uno spazio ristretto, delimitato semplicemente da un muro, ci dilettavamo a prendere a calci un pallone, se oggi è consentito definire in tal modo una sfera fatta di “pezza”.
- Chi condivideva con lei questi momenti?
- Citarli tutti richiederebbe davvero uno spazio notevole. Ricordo Tontodonati Lembo, Tribiani Attilio, Gialluca Rocco, De Luca Vincenzo, i fratelli Gigante e Baiocchi . Ricordo inoltre altri come Alfonso Di Gregorio (“Funzino”), Egeo, Oreste e Pantalone davvero vispi e scanzonati tant’è che, un giorno, architettarono una burla a dir poco singolare nei confronti di Angelo Dell’Orso, soprannominato “scatozzo”. Gli fecero credere che io facevo un profumo utilizzando le cicale. Angelo, con l’ingenuità di un bambino, venne a cercarmi per vendermi le cicale. Non trovandomi a casa, ne parlò con le mie sorelle che, difronte a quella proposta, non seppero trattenere le risate. Un altro piacevole ricordo legato a Scafa è quello della mia prima infatuazione per una ragazza; mi innamorai, infatti, di una certa Anna Sarti, figlia di un impiegato in una centrale elettrica di Alanno, trasferitosi poi in Campania. Purtroppo la distanza ci impedì di continuare a vederci.
- Poi, a sedici anni, l’inizio dell’attività agonistica.
- Sì, dopo due anni a Popoli, passai al Pescara dove conquistammo subito la promozione in serie B (campionato 1940-41, M.Tontodonati fu anche capocannoniere con 23 reti, ndr). Erano gli anni della gloriosa “strapaesana”, squadra interamente formata da calciatori di Pescara o delle zone limitrofe. Disputavamo le gare interne al mitico stadio “Rampigna”. Rimasi per 6 anni, fino al 1946, anche se nel 1943-44 il campionato fu sospeso a causa degli eventi bellici. Anch’io risposi all’obbligo di leva fortunatamente rimanendo tra Teramo e Pescara, invece, un mio compagno della strapaesana, Paludi, fu mandato in Russia dove venne dato per disperso.
- Nel 1946-47 finalmente il sogno di entrare a far parte del gotha del calcio nazionale divenne realtà.
- Andò proprio così. Il Bari acquistò il mio cartellino ed ebbe inizio la mia avventura nella massima serie. L’esperienza in terra pugliese durò due anni anche se fu sufficiente per conquistare l’intera piazza dalla quale ero osannato. Ma il ricordo più significativo legato a quel periodo è relativo allo splendido rapporto di amicizia che si instaurò con Tommaso Maestrelli,, un legame davvero indissolubile, per me era più di un fratello (T. Maestrelli venne ceduto con M. Tontodonati alla Roma. In seguito divenne allenatore regalando il primo scudetto della storia alla Lazio, nel campionato 1974-75. Morì qualche anno dopo a causa di un male incurabile, ndr).
Ci parli del suo passaggio alla Roma.
- Sono tuttora impresse nella mia mente le fasi febbrili della trattativa che si concluse in un albergo della capitale, in via Nazionale.
- Anche se alcuni clubs blasonati tentarono d’interferire nell’accordo.
- Si, soprattutto Inter , Milan e Torino. Ricordo che in un Bari-Torino il grande Valentino Mazzola mi disse: “Ma cosa fai qui? Vieni su da noi!”. A Roma il mio rendimento continuò ad essere ottimo ma la squadra non era molto competitiva (M.Tontodonati si guadagnò a suon di gol l’appellativo di “testina d’oro”, coniato dai giornalisti dell’epoca, ndr). Non potrò mai dimenticare l’inimitabile calore dei sostenitori giallorossi.
- Successivamente, un anno a Lucca e uno a Torino prima del ritorno al Pescara.
- Dopo un lungo corteggiamento il presidente Novo mi portò al Torino. Non erano passati molti anni dalla tragedia di Superga (il Grande Torino fu una squadra leggendaria che vinse, dal 1942 al 1949 ben 5 campionati. Di ritorno da una trasferta l’aereo con a bordo i calciatori si schiantò sulla Basilica di Superga, non ci furono superstiti ed ebbe inizio il mito, ndr), si viveva ancora in un’atmosfera surreale. Ricordo che da quel giorno il presidente non entrò più negli spogliatoi, non sopportava l’idea di non poter rivedere i volti di quei campioni, vittime di una tragica sciagura. Nel 1953-54 tornai a Pescara e dopo qualche anno abbandonai l’attività agonistica continuando tuttavia a collaborare fino al 1981 con il sodalizio biancoazzurro.
- Quale fu la rete più bella della sua carriera?
- Beh, se devo indicarne una dico quella di un Roma-Milan 1-0 di tanti anni fa. Era il Milan del mitico GRE-NO-LI (stellare trio svedese degli anni ’50, formato da Gren, Liedholm e Nordhal; quest’ultimo è tuttora il miglior bomber rossonero in assoluto in serie A con 210 reti, ndr) e noi, ovviamente, partivamo sfavoriti. Raccolsi un lungo rilancio del nostro portiere, mi liberai del mio diretto marcatore e calciai un destro violentissimo dai 25 metri che s’insaccò all’incrocio dei pali, ci fu un tripudio.<
- E se dovesse indicare il numero uno nella storia del calcio?
- Non credo si possa affermare con assoluta certezza. Però dico Maratona per la sua imprevedibilità, per il suo estro, per la sua capacità di risolvere le gare da solo. Credo che il gol più bello della storia sia stato quello messo a segno dal “pibe de oro” contro l’Inghilterra (Mondiali in Messico, 1986, Argentina-Inghilterra 2-0).
- Quali sono le maggiori differenze tra il calcio moderno e quello dei suoi tempi?
- La caratteristica peculiare del calcio moderno è la rapidità, oggi si gioca su ritmi forsennati, si cura di più la preparazione fisica e la qualità magari ne risente; tuttavia in circolazione ci sono degli ottimi calciatori. Sono un grande estimatore di Roberto Baggio.
- E la sua squadra del cuore?
- A parte quelle con cui ho giocato mi piace la Juventus perché sta sempre ai vertici anche se ho da sempre subito il fascino del Grande Torino, al pari di molti sportivi italiani.
Per chiudere, molti scafesi, specie i più anziani non hanno dimenticato Mario Tontodonati.
-Tutto ciò non può che inorgoglirmi. Ringrazio tutti, da molto tempo speravo che qualcuno si ricordasse di me.

Commenti
47

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da flaiano

Bellissima figura di Medda...la nuova società è ricca di idee e di soci ma molto povera di stile.Complimenti. pizzaonhead

da VecchioCK

da VecchioCK @ 25-06-2009 20:21 Naturalmente spero che la Delfino Pescara abbia mandato qualche rappresentante ai funerali pizzaonhead da MOMISOROTT @ 25-06-2009 21:26 PARE CHE NON C'ERA NESSUNO DELLA DELFINO PESCARA AL FUNERALE !!! pizzaonhead da grandepescara4ever @ 25-06-2009 21:33 si confermo..c'erano tutti gli uomini sportivi abruzzesi, pure dei rappresentati della lazio..ma della società nessuna ombra al funerale.. Tocchiamoci le palle..ma questi mi danno tanto l'idea dei soci del Foggia. pizzaonhead LO IMMAGINAVO. Che figura di MERDA!! VERGOGNA società di dilettanti. pizzaonhead

da SempreForzaPe!!!

X seven: si ma difatti mica ti ho detto qualcosa, se rileggi il mio post vedrai che stavo dicendo la stessa cosa tua. eyed

da MOMISOROTT

PARE CHE NON C'ERA NESSUNO DELLA DELFINO PESCARA AL FUNERALE !!! pizzaonhead pizzaonhead pizzaonhead

da seven

Ma io la paenso come te forse ho scritto male,ieri sono stato tutta la sera a parlare con ge74

da VecchioCK

Naturalmente spero che la Delfino Pescara abbia mandato qualche rappresentante ai funerali.

da VecchioCK

Abbiate il buon gusto di scrivere post calcistici o le solite stronzate su una news diversa tipo quella di Di Gennaro, riservando questi spazi ai messaggi di cordoglio per il grande Mario Tontodonati che purtroppo il 90% delle persone che scrive qui è troppo giovane per sapere chi fosse e quanto fu importante nella storia del Pescara. PURTET RISPETT!!

da pescaresepazzo

NELL'ULTIMO PERIODO RICORDO ANCORA QUANDO MI SALUTAVA PARLANDOMI DELLE AVVENTURE PASSATE ASSIEME A MIO NONNO QUANDO ERA MEDICO DELLA PESCARA CALCIO..SEMPRE CON IL SORRISO ... ARRIVEDERCI..ALESSIO...

da GalassiaPescara

da SempreForzaPe!!! @ 25-06-2009 19:02:51 - IP: 62.94.56.129 Seven è un post che secondo me si poteva risparmiare, poi se vogliamo dire male ai tifosi occasionali io sono il primo ad incazzarmi, ma non si può incolpare la provincia di questo, scherziamo!?Proviamo a togliere dallo stadio gente di Loreto, Penne, Moscufo, Pianella, Cepagatti, Cappelle, Rosciano, Alanno, Scafa ecc. e vediamo quanti ne rimangono ... A TAL SCOPO INCLUDO UNO STRISCIONE DEI NOSTRI DIRIMPETTAI: "SPOLTORE MOSCUFO CAPRARA C'E' QUALCUNO DI PESCARA?" ...E' BRUTTO DIRLO MA E' COSI'.

da SempreForzaPe!!!

Seven è un post che secondo me si poteva risparmiare, poi se vogliamo dire male ai tifosi occasionali io sono il primo ad incazzarmi, ma non si può incolpare la provincia di questo, scherziamo!?Proviamo a togliere dallo stadio gente di Loreto, Penne, Moscufo, Pianella, Cepagatti, Cappelle, Rosciano, Alanno, Scafa ecc. e vediamo quanti ne rimangono perplex

da TATANKA

ma jet a lu mar

da TATANKA

Cercare di dare un etichetta alla popolazione di una città è una delle idiozie piu grandi che abbia mai sentito..."il vero pescarese fa questo"....ma cosa state dicendo pizzaonhead pizzaonhead gli steriotipi sono solo superficilità ed ignoranza!

da tony_jaa

Pescaresi bisogna esserlo nella mente, il vero Pescarese come direbbe solopescara1936, non e il tipo da caffe' Venezia, caffe' letterario e Tabacchi Jazz, quelle sono checche, sono figli di papa' simili ai polentoni milanesi che l'estate ci vengono a prendere gli schiaffi. Noi siamo gente di mare, i nostri genitori o nonni hanno patito la fame, a nu ci piac gli autoscontri alla festa a S Andrea, e lu Tagada' ai colli, e lu sabbt iamm a Riccion vestendoci come dovessimo andare al mare.

da tony_jaa

La Pescara Calcio e la squadra d'Abruzzo!

da VecchioCK

Mario TONTODONATI: Un uomo, un mito, una bandiera!

da seven

da UnGoal2 @ 25-06-2009 15:58:34 - IP: 80.205.159.110 quoto completamente, totalmente, indiscutibilmente sempreforzaPe... i veri cafoni sono quelli di piazza salotto che vanno al caffè venezia con il cellulare da 1000euro e il pantalone firmato, onore ai veri pescaresi...E NON HANNO UNA LIRA IN SACCOCCIA SOLO APPARENZA

da seven

NOTO CHE SIAMO IN MOLTI AD AVERCELA CON GE74,ALLORA NON SIAMO NOI CHE ABBIAMO CAPITO MALE SEI TU CHE HAI PARRLATO A SPROPOSITO....SEMPREFORZAPE è DA IERI CHE GKLIELO STIAMO A DI CHE I CAFONI CHE DICE LUIO HANNO AIUTATO IL PESCARA A DIVENTARE GRANDE E SOPRATUTTO CHE LA PROVINCIA DI PESCARA INCLUDE ANCHEI PAESI CHE HA MENSIONATO LUI NEL POST.

da SempreForzaPe!!!

da ge74 @ 24-06-2009 21:52:47 - IP: 151.64.101.54 Anch'io sono pienamente d'accordo con chi deserterà il 14 Agosto l'Adriatico anzi che puzza piov a ciel apert....affinche tutti li cafun che arcalan da Penne,Collecorvino,e Cappelle s'abbagngn bon bon...così capiranno anche loro cosa significa farsi un anno di TRASFERTE in Abruzzo sott all'acqq.....mentre loro erano con le ciambelle davanti alla tv a vedè a SKY la Juve o lu Milan.....chi.si.mattt......IE
TL A PI JA NGUL CAFONI! X Sivigliano: …..Sul fatto che quando sto a casa indosso le ciambelle c’ha azzeccato, per il resto però mi sembra molto chiaro quello che ha scritto.Vedi io di solito non do molto peso ai post e mi incazzo se qualcuno se la prende per queste cose ma un post del genere mi sembra da 5a elementare e va rettificato perplex Comunque il personaggio col fiorino non è un mio amico, ha più di 70 anni laugher, ecco perché per me è un mito.laugherlaugher[laughe
r] Molti dovrebbero imparare da lui!!!

da DelfinoNelCuore

Sarà che il mercato estivo si apre ufficialmente il primo luglio...però quì ancora tutto tace! hiss

da flaiano

Siete liberi di dire tutto e il contrario di tutto ma... soprattutto nel rispetto di questo straordinario personaggio scomparso (tra l'altro era nato a Scafa) attenetevi all'argomento!! perplex.Rinnovo le mie condoglianze alla famiglia Tontodonati.

da SENSOUNICO

HO CAPITO UNGOAL2 eyed...NOI VERI PESCARESI SIAMO FATTI COSI'...

da bubuell

SFP ti vuje strign la man mi fatt fà na bella risat!!

da bubuell

SEMPREFORZAPE un grande plauso al bel post che hai scritto...li vir cafun purtropp è propri quill chi fann la spol tra caffè venezia e piazz salott...LORETO: il sangue di mio padre che per prima mi ha iniziato a questa passione è proprio di lì. BRAVO!

da SempreForzaPe!!!

Sensounico ma figurati non me la prendo mica per così poco.Lo so benissimo che a Pescara non siete tutti così, era solo per rispondere ad un post che non mi era piaciuto. Sono sicurissimo che tutti potremmo fare di più per il Pescara ma addossare il problema delle presenze allo stadio durante il campionato ai paesi limitrofi mi sembra troppo.Io penso invece che potrebbero andare molte più persone di pescara a vedere le partite, visto che dovrebbero sentirla tutti come squadra della città, senza considerare il rapporto abitanti tra Pescara e un paese come Loreto o Penne.Non s'affronta dai. Cmq non mi piace discutere virtualmente, spero un giorno di incontrare GE74 davanti ad una bella birra e fargli capire che si sbaglia.

da UnGoal2

sensoù mo hai capito perchè l'altro giorno ho detto che volevo 11 sensounico ecc????

da sivigliano

sono molto divertito dalla spontaneita' del tuo post SEMPREFORZAPE!!, onestamente come darti torto.... tuttavia credo che ge74, non si riferisse a quelli che come te e il tuo simpatico amico col fiorino, bensi' a tutti quelli che dai paesi (e di sicuro ,come ce ne sono a Pescara ce ne saranno anche nel tuo) vengono allo stadio solo per riempire la curva sud di turno, incitando le cosiddette grandi della serie A.... viceversa, a chi si fa tanti km per venire all'adriatico ad incitare i ns colori, va tutto il mio rispetto e ammirazioni... pescaresi lo si e' dentro, no sulla carta di identita'....

da allegriok

condoglianze e sempreforzape sei un fegno

da SempreForzaPe!!!

Certo UnGoal sono loro i veri cafoni, quelli che credono che basta un vestito firmato per risollevarsi dalla loro pochezza.Pensano che per contare qualcosa in questo mondo bisogna comprarsi i pantaloni D & G e la maglia di Armani e poi andarsi a prendere il cocktail di tendenza che poi tra l'altro fa pure schifo! ma che importa! fa figo e mi stanno pure a guardà!ni vid quand so bell! laugher

da SENSOUNICO

IL POST DELL'UTENTE "SEMPREFORZAPE" E' IL POST PIU BELLO E INTELLIGENTE CHE ABBIA MAI VISTO QUA SOPRA...COMPLIMENTI COMPA' E NON TE LA PRENDERE CHE A PESCARA NON SIAMO TUTTI COSI'...SALUTI eyed

da SENSOUNICO

CIAO VECCHIO BOMBER...RIPOSA IN PACE

da PescArA

-PESCARESI-

da UnGoal2

quoto completamente, totalmente, indiscutibilmente sempreforzaPe... i veri cafoni sono quelli di piazza salotto che vanno al caffè venezia con il cellulare da 1000euro e il pantalone firmato, onore ai veri pescaresi

da TATANKA

condoglianze alla famiglia

da TATANKA

Però dico Maratona...e sci di fondo laugher laugher

da SempreForzaPe!!!

X GE74: Ma le rileggi le cazzate che scrivi?Io sono di Loreto e quì tutti tifano per il Pescara, vanno in giro con le maglie biancazzurre e molti fanno anche l'abbonamento in curva. Sai, conosco una persona, una di quelle che tu additeresti come "Perfetto Cafone".Abita nella campagna più sperduta, ha solo un fiorino per muoversi e spesso quando apre il portellone gli casca la merda di vacca per terra che usa come concime per le pummadore che dop ti mign tu......Apparte il fatto che non lo troverai mai al trofeo Tim (che tra l'altro nin sa manc chi è), ma questo soggetto, caro GE si fa ogni anno l'abbonamento e lo puoi trovare in curva nord lato tribuna maiella con il suo cappello di paglia, pronto a incitare il pescara e mandare a quel paese le merde di turno.Quest’anno so che è stato un paio di volte anche a Vasto…….ARFLITT PRIM DI PARLA’! Io sono dell’82 e seguo il Pescara da quando avevo 12 anni.Ricordo ancora la mia prima partita all’Adriatico, Pescara-Taranto con mio zio che urlava: “Allbitro lu citron si magn a fett, scuppà!” e “Set quattr jitt, arijetevn da do set vinut”….io da quel giorno non mi sono perso una partita in casa(tranne l’anno scorso per motivi di lavoro) e quando posso sono presente anche in trasferta, fino a qualche anno fa insieme ai ragazzi di Silvi….spesso faccio qualche capatina anche in sede….se la frequenti può anche essere che ci conosciamo, ma dubito visto che so come la pensano e non ho mai parlato con nessuno lì dentro che avesse le tue idee. Tra l’altro visto che sei della madonn di lu foc, lì molti facevano parte dei Bad Boys, quindi dovresti sapere che uno dei loro ex capi era di Manoppello( che tra l’altro conosco benissimo), mentre uno “molto noto” dei Rangers è di Elice…..Ma come, queste cose non le sai? Ti dico una cosa!Sai chi ci andrà a vedere il trofeo Tim?I cafoni di Pescara che fanno la spola tra piazza salotto e il caffè Venezia!Altro che paesetti!Mi dispiace dirlo ma i veri CAFONI siete voi, quelli che la pensano come te!E vicc cacche vot allù stadie ca da quell chi scriv mi par ca nci vi.

da SempreForzaPe!!!

Riposa in pace!!! Simbolo di un calcio che non c'è più...

da Duka

Ngul combà ma mi sbaglio o da qualche anno a ssa parte in casa PESCARA abbiamo un morto a settimana? Che cazz cia piat lu mal di sant'Antonie? PIETA' PER I PESCARESI GESU', già ni sem puc, si cuntinuem di ssu pass ciarmanem sol i e te. Vicini alla famiglia di Mario.

da piccino84

http://www.calciomercato.com/i
ndex.php?c=24&a=129335

da sivigliano

ciao Mario icona biancazzurra.....

da gubbio73

condoglianze..anke se nn lo conosocevo... pss

da rudebo

vecchio stile!

da bubuell

ITALIANSTYLE non potevi usare definizione migliore! eyed

da UnGoal2

sci però il bari......

da domenico@

cry

da bubuell

Grande uomo!

da ItalianStyle

FIEREZZA E ORGOGLIO DI UN CALCIO D'ALTRI TEMPI.... CIAO MARIO COLONNA BIANCAZZURRA!!

da bubuell

horny