Pescara, la sfida con il Napoli continua da "Il Messaggero"

Eccoci dunque al giorno della verità. Dopo quattro gradi di giudizio, toccherà oggi al Consiglio di Stato dire l’ultima sulla composizione dei campionati di calcio.

da Redazione
540

Eccoci dunque al giorno della verità. Dopo quattro gradi di giudizio, toccherà oggi al Consiglio di Stato dire l’ultima parola sulla composizione dei campionati di calcio. Insomma stasera (al massimo domani) sapremo se il Pescara sarà ripescato in serie B, se giocherà in C1 o se ( ipotesi remota ma comunque esistente) sparirà dalla geografia del calcio italiano. Il ripescaggio è l’ipotesi più probabile, soprattutto dopo le sentenze della Caf che ieri ha ribadito la retrocessione del Genoa in C1. A questo punto, per consentire ai biancazzuri di far festa, basterà che venga respinto il ricorso di uno dei due club non ammessi alla B (Perugia o Salernitana) e che, naturalmente, venga rispedito al mittente, anche il ricorso del Napoli sui presunti mancati pagamenti Inail del Pescara.
E proprio intorno al Napoli si sta scatenando nelle ultime ore una battaglia cruente, senza esclusioni di colpi. Del resto è fin troppo evidente che tutti hanno interesse a spingere il Napoli piuttosto che un club piccolo come il Pescara…
Ieri ad alzare di nuovo il tono della polemica, ci si è messo di nuovo il ministro del Welfare Roberto Maroni. “Ho chiesto personalmente all’Inail – ha detto il rappresentante delle “camere verdi” – la posizione di tutte le società al 28 di luglio, chiedendo per i club morosi di sentire la società esattrice. E’ quindi sicuramente vero che il Pescara non ha mai pagato l’Inail: il Pescara può anche essere in buona fede, non lo metto in dubbio, ma l’Inail non ha mai avuto quei soldi”. Una dichiarazione che ha generato la nuova, piccata replica del presidente biancazzuro Dante Paterna: “ La ricevuta del nostro avvenuto pagamento è stata allegata alla documentazione presentata al Tar del Lazio, insieme alla dichiarazione dell’ufficio Inail di Pescara che attesta come la nostra posizione sia in regola…”.

Commenti
35

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da io

serie C napoli ahah

da SERIE C SERIE C SERIEC

NAPOLECANO L\'HAI PRESO AL CULO!!!!!!!!!! laugher laugher laugher

da SERIE C SERIE C SERIEC

NAPOLECANO L'HAI PRESO AL CULO!!!!!!!!!! laugher laugher laugher

da Aleks

De Laurentis e un pezzo di merda!

da bossi

Io Senatour ho ordinato a Maroni di spalleggiare il Napoli così prendiamo qualche voto anche al sud nelle elezioni del 2006. Sono una volpe e i Napoletani ci voteranno perchè gli abbiamo ridato l'oppio dei popoli: il calcio laugher

da Jim

Se Paterna ha pagato e può dimostrarlo faccia andare avanti i Napoletani con ricorsi e controricorsi e alla fine li denunci e chieda un cospiquo risarcimento dei danni a de Laurentiis con cui poter fare campagna acquisti senza cacciare una lira come gli piace laugher

da palla

maroni coglione napoli colera e napolecani zozzoni

da Piero

Buon articolo improntato al rilancio della squadra sul mercato e soprattutto ottima intervista a Paterna sul numero odierno del Corriere dello Sport.

da alberto

La prova dell'inadempienza del Pescara è a carico del Napoli. Hanno detto che avevano documenti che provavano che il Pescara al 28 luglio non aveva pagato l'INAIL. Notizia confermata dal Ministro Maroni in base alle informazioni non aggiornate della Sede Centrale dell'INAIL. A questo punto mi sembra evidente che il Napoli non abbia raggiunto lo scopo della prova del mancato pagamento all'INAIL. L'identica situazione che si è verificata al Tal Lazio. In ogni caso il pagamento dell'INAIL non era ritenuto dal FIGC come perentorio. La Coavisoc ha allungato i termini del 30 giugno al 12 luglio. Il Pescara ha certificato la regolarità dei pagamenti già prima della decisione della Covisoc del 9 luglio scorso.

da Piero

Leggendo questo si può essere ottimisti: Da Calciocampano >«Esaminata con attenzione l'ordinanza del Tar Lazio, è molto improbabile che il Consiglio di Stato decida di ribaltare il verdetto». E' l'opinione di un magistrato interpellato da CalcioCampano.com per fare chiarezza sulla posizione del Napoli in vista dell'appuntamento della prossima settimana, decisivo per il ripescaggio in serie B. «Il Tar ha riconosciuto la validità della tesi dei legali del Napoli sulla natura previdenziale dei contributi Inail - aggiunge - ma il vero problema riguarda le autocertificazioni. I giudici hanno verificato la presenza delle autocertificazioni, così come previsto dalla legge che assegna alla giurisdizione amministrativa un controllo di legittimità, non anche la veridicità delle stesse». Dunque, la carenza di materiale probatorio sarebbe causata dalla presenza di autocertificazioni; anche se fossero false, i giudici amministrativi potrebbero fare ben poco in questa fase. La complessità della vicenda rischia di aprire la strada a cause civili nei confronti della Figc, ma è improbabile che l'ordinanza del Consiglio di Stato possa modificare la posizione del Napoli. «Per la verità - sostiene ancora il giudice - ci sarebbe una possibilità, per quanto remota: il Consiglio di Stato potrebbe sospendere la decisione della Camera di Conciliazione ed Arbitrato del Coni per un difetto di istruttoria; i giudici potrebbero sostenere che gli organi della Federcalcio abbiano omesso di indagare sulla veridicità delle autocertificazioni nonostante siano state rappresentate come mendaci dai legali del Napoli. Mi sembra l'unica speranza per la società di De Laurentiis». Su tale interpretazione dell'ordinanza del Tar Lazio concorda anche un presidente di sezione della Suprema Corte di Cassazione, interpellato da CalcioCampano.com per chiarire nei dettagli il perché della bocciatura di un ricorso evidentemente fondato sul piano sostanziale.<

da alberto

TAR: "PROVE INSUFFICIENTI" PRIMO PIANO REPUBBLICA ITALIANA TRIBUNALE AMMINISTRATIVO REGIONALE PER IL LAZIO ROMA SEZIONE TERZA TER Registro Ordinanze: Registro Generale: 7272/2005 nelle persone dei Signori: STEFANO BACCARINI Presidente SILVESTRO MARIA RUSSO Cons. , relatore GIULIA FERRARI Primo Ref. ha pronunciato la seguente ORDINANZA nella Camera di Consiglio del 02 Agosto 2005 Visto il ricorso 7272/2005 proposto da: SOC NAPOLI SOCCER SPA rappresentata e difesa da: VINTI AVV. STEFANO MINERVINI AVV PAOLO SANTORI AVV. MAURIZIO CHIACCHIO AVV. EDOARDO con domicilio eletto in ROMA VIA EMILIA, 88 presso VINTI AVV. STEFANO contro FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO rappresentato e difeso da: GALLAVOTTI AVV. MARIO MEDUGNO AVV. LUIGI con domicilio eletto in ROMA VIA PO, 9 presso MEDUGNO AVV. LUIGI CONI rappresentato e difeso da: ANGELETTI AVV. ALBERTO con domicilio eletto in ROMA VIA G PISANELLI, 2 presso la sua sede CAMERA DI CONCILIAZIONE ARBITRATO PER LO SPORT PRESSO CONI LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI DELLA FIGC e nei confronti di SOC A.C. AREZZO SRL rappresentato e difeso da: STINCARDINI AVV. RUGGERO STEVANATO AVV. LUCA con domicilio eletto in ROMA VIA DOMENICO CIMAROSA,13 presso DE STEFANO AVV. RAFFAELE e nei confronti di LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI L.N.P. rappresentato e difeso da: MEDUGNO AVV. LUIGI ROSSELLO AVV. CRISTINA con domicilio eletto in ROMA VIA PANAMA, 12 presso MEDUGNO AVV. LUIGI e con l'intervento ad adiuvandum di I.N.A.I.L. (DEPOSITATI ATTO + 2 DOC. NON NOTIFICATI) rappresentato e difeso da: TEDESCO EMIDIO PONE AVV VINCENZO LA PECCERELLA AVV. LUIGI con domicilio eletto in ROMA VIA IV NOVEMBRE, 144 presso TEDESCO EMIDIO e con l'intervento ad adiuvandum di COME DI NAPOLI (DEPOSITATI ATTO + 2 DOC. NON NOTIFICATI) rappresentato e difeso da: BARONE AVV. EDOARDO COZZUTO QUADRI AVV. MARIA ROSARIA con domicilio eletto in ROMA LUNGOTEVERE FLAMINIO, 46 presso GREZ AVV GIAMMARCO per l'annullamento, previa sospensione dell'esecuzione, della deliberazione del Consiglio Federale della FIGC assunta nella riunione del 15 luglio 2005 con la quale è stata deliberata la ammissione della AC Arezzo srl ai Campionati di calcio professionistici per la stagione 2005/2006; nonchè di ogni altro atto indicato nell’epigrafe del ricorso. Visti gli atti e i documenti depositati con il ricorso; Vista la domanda di sospensione della esecuzione del provvedimento impugnato, presentata in via incidentale dal ricorrente; Visto l'atto di costituzione in giudizio di: CONI FEDERAZIONE ITALIANA GIOCO CALCIO I.N.A.I.L. (DEPOSITATI ATTO + 2 DOC. NON NOTIFICATI) LEGA NAZIONALE PROFESSIONISTI L.N.P. SOC A.C. AREZZO SRL Udito il relatore Cons. SILVESTRO MARIA RUSSO e uditi altresì per le parti gli avvocati come da verbale di udienza. Visti gli artt. 19 e 21, u.c., della Legge 6 dicembre 1971, n. 1034, e l'art. 36 del R.D. 17 agosto 1907, n. 642; Ritenuto che il ricorso in epigrafe s’appalesa, ad un primo esame e aldilà d’ogni considerazione sulla sua ammissibilità (relativamente all’attualità dell’interesse ai fini concreti dell’eventuale ripescaggio della ricorrente), non assistito da elementi tali da giustificare l’invocata misura cautelare, giacchè non solo non è fornita seria prova dell’effettivo inadempimento della controinteressata del debito verso l’INAIL – sulla cui natura previdenziale nella specie nulla quaestio, essendo anche tali debiti contributivi rilevanti ai fini del C.U. n. 189/A della FIGC -, ma consta anche la concreta effettuazione di pagamenti a favore di tale Ente; P.Q.M. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio – Sezione Terza Respinge la suindicata domanda incidentale di sospensione. La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la Segreteria del Tribunale che provvederà a darne comunicazione alle parti. ROMA , li 02 Agosto 2005

da RO

Ragazzi è la prima volta che scrivo e fidatevi di cazzate fin'ora ne ho sentite parecchio. La regolarità INAIL non significa che la società deve aver pagato tutto il debito INAIL ad oggi ma basta aver pagato le prime due rate scadenti il 16/02/2005 e 16/05/2005 per considerarsi in regola. Pertanto i legali del Napoli sono dei demeriti ignoranti xchè per legge e per l'INAIL il debito inail periodo 2004 - 2005 si può rateizzare in 4 rate con scadenze trimestrali. Pertanto non preoccupatevi per la questione INAIL xchè il Pescara è in regola . Siamo in B.

da RO

Ragazzi è la prima volta che scrivo e fidatevi di cazzate fin'ora ne ho sentite parecchio. La regolarità INAIL non significa che la società deve aver pagato tutto il debito INAIL ad oggi ma basta aver pagato le prime due rate scadenti il 16/02/2005 e 16/05/2005 per considerarsi in regola. Pertanto i legali del Napoli sono dei demeriti ignoranti xchè per legge e per l'INAIL il debito inail periodo 2004 - 2005 si può rateizzare in 4 rate con scadenze trimestrali. Pertanto non preoccupatevi per la questione INAIL xchè il Pescara è in regola . Siamo in B.

da MILANO

DUNQUE PREMESSO CHE LA CAMPAGNA PROMOZIONALE DEL NAPOLI FATTA DA POLITICI DI SINISTRA E ORA ANCHE DI DESTRA NONCHE LO STRANO SORTEGGIO DI COPPA ITALIA NAPOLI-PESCARA IN DIRETTA SU RAI TRE MI FA PREOCCUPARE MI FA ANCORA PIU PAURA PATERNA COMUNQUE MARONI PERCHE' NON SI RICORDA DELLA TANGENTE PRESA DALLA LEGA E DELLA COLLETTA PER RESTITUIRE QUEI SOLDI FATTA DAI LEGHISTI STE COSE ISTIGANO ALLA VIOLENZA RICORDATELO MARONI !!! E' ORA CHE PESCARA CACCI LE PALLE

da alberto

La Coavisoc ha concesso la regolarizzazione delle posizioni assicurative fino al 12 luglio. Quindi siamo in regola. L'espressione: "La discussione sembra aver soddisfatto i legali del Napoli assomiglia a una delusione".

da Piero

Ovviamente i napoletani sono sempre ottimisti. Lo erano molto anche al TAR...

da Piero

CONSIGLIO DI STATO: FINITA DISCUSSIONE NAPOLI - PESCARA, NAPOLI - VICENZA E' finita la discussione dei ricorsi del Napoli contro Pescara e Vicenza. Da indiscrezioni, il dibattimento ha soddisfatto i legali del club di De Laurentiis. Il Pescara ha portato ai giudici un documento che attesta una rateizzazione dei contributi Inail ottenuta l'8 luglio. I legali del Napoli hanno ribadito il concetto del mancato rispetto dei termini perentori. Davanti ai giudici del Consiglio di Stato anche gli avvocati del Comune di Napoli e quelli della FIGC. I legali della Federazione hanno contrastato l'intervento dell'Inail ponendo la questione di legittimità sull'interesse dell'istituto di previdenza. Lo riferisce Telecaprisport.

da alberto

Deve esserci qualche imbroglio napoletano. Paterna ha depositato al Tar Lazio una ricevuta di pagamento. L'INAIL di Roma che ha dati non aggiornati insiste sulla storia della rateizzazione.

da alberto

Iniziato il Consiglio di Stato Aug 9 2005, 10:40 AM (Aggiornamento) - Appena terminato l'esame dei ricorsi presentato dalla società azzurra contro Pescara e Vicenza. La discussione sembra aver soddisfatto i legali del Napoli, i quali hanno nuovamente attestato il ritardo nei pagamenti dei contributi da parte della società adriatica che, secondo indiscrezioni, ha presentato una richiesta di rateizzazione datata 8 luglioe di conseguenza non rispettando il termine ultimo. Al riesame dei ricorsi, erano inoltre presenti in aula anche i legali della FIGC e del Comune di Napoli.

da Piero

L'udienza al c.d.s. è iniziata verso le 9 di stamattina. Il ricorso riguardante il Pescara sarà una degli ultimi ad essere discussi. Le sentenze saranno rese note verso le ore 17 di oggi pomeriggio. Nel frattempo incrociamo le dita e...sempre FORZA PESCARA

da mano

che sapete se è cominciato il c.d.s.? stasera già si saprà qualcosa?

da NAPOLI__COLERA

MARONI TI FACCIAMO ANDARE FUORI DAI COGLIONI laugher laugher

da MARONI PEZZO DI MERDA

ROBERTO MARONI HAI ROTTO I MARONI horny

da dolphin

http://www.tuttalac.it/ Guardate questo sito di merda cosa dice di camorropoli soccer-pescara. In bell'evidenza una foto di quello skifoso di reja. Da notare poi i numerosi errori citati nella campagna acquisti. Ci danno Rosati e Volpati e Speranza proveniente dal Picchio. Che squadra è? Roba da matti...Incompetenti e falsi.

da nexus_

Ma stasera qualche bello striscione contro il napoli ci sara' ? Rai 1 in prima serata, non si possono perdere queste occasioni!

da GABRIELE

QUEL LEGHISTA DI MARONI APPOGGIA IL NAPOLI PERCHE' PENSA GIA' ALLA PROSSIMA CAMPAGNA ELETTORALE, MA LUI E QUEL LADRONE DI BERLUSCA PRENDERANO UNA BELLA BASTONATA horny

da Bach86

Maroni vattene affanculo bastardo.

da POP

MARONI MARONI CI HAI ROTTO I COGLIONI!! STO LEGHISTA ZEZZONE DI MERDa!! VA CONTROLLA LU CAP A TU ESS NIN PAG NINT LU PESCAR A SEMPR PAGAT TUTTI ZIZZO !!

da Aleks ( VERO )

L'ASCOLI IN B..MA VI RENDETE CONTO...E GIAMPY CHE VA A CHIUDERE LA CARRIERA IN SERIE A...BEATO LUI...ANDRO' SICURAMENTE AD ASCOLI A VEDERMI ALCUNI BIG MATCH...

da Aleks (VERO)

da Aleks @ 09-08-2005 10:11:15 Verona contro Ascoli per la precisione (Verona 7° in serie B, dice che l'Ascoli non è in regola con Enpals e Inail, dunque andrebbe in A al posto dell'Ascoli) Inizi dunovo a clonarmi? TU SEI PEGGIO DI DE LAURENTIIS, SEI UN FURFANTE. TE NE ERI STATO BUONO PER UN PO'. SEI PROPRIO FETENTE. VERGOGNATI VERME

da Aleks

da Aleks @ 09-08-2005 10:11:15 Verona contro Ascoli per la precisione (Verona 7° in serie B, dice che l'Ascoli non è in regola con Enpals e Inail, dunque andrebbe in A al posto dell'Ascoli) Inizi dunovo a clonarmi?

da Consiglio di Stato

Decisione presa: Napoli retrocesso in serie C2!

da ALESSANDRO

AHAHHAHA MARONI AHAHAHHA CHE COGLIONE!

da Aleks

Verona contro Ascoli per la precisione (Verona 7° in serie B, dice che l'Ascoli non è in regola con Enpals e Inail, dunque andrebbe in A al posto dell'Ascoli)

da pippo

(ANSA) - ROMA, 9 AGO - Sono cominciate alle 9 le udienze per l'esame dei ricorsi al Consiglio di Stato da parte delle societa' escluse dai campionati. Davanti alla VI sezione saranno presi in esame i seguenti ricorsi: Gela, Imolese, Rosetana, Perugia, Torino, Napoli contro Vicenza, Napoli contro Pescara, Napoli contro Messina, Benevento, Bologna contro Messina, Verona, Spal, Salernitana, Torres, Figc contro Messina. Intanto tifosi di Torino e Messina sono gia' davanti alla sede del Consiglio di Stato.