A tu per tu con il presidente Dante Paterna da "Bar Sport Magazine"

Questa settimana su “Zoom” vi proponiamo un intervista con il presidente del Pescara Dante Paterna.

da Redazione
486

Salve Presidente.
Partiamo dall’inizio del nuovo campionato, a parte tutti i problemi che ci sono stati durante l’ estate, pare che tutte le polemiche che l’hanno coinvolta si stiano pian pianino affievolendo?

Quali polemiche?

Riguardo all’ accenno di contestazione durante l’estate, al fatto che la società apparentemente si muoveva poco sul mercato.
Oggi pare che anche chi le andava contro, stia tentando di fare retromarcia, non ha notato questo?

Quello che io ho notato è che c’è stato un grosso ripensamento da parte non dei tifosi ma di tutta la cittadinanza, sul fatto principale che il sottoscritto ha comunque ed in ogni caso iscritto la squadra al campionato, con un accollo di debiti non indifferente a gennaio scorso al momento dell’ingresso in società, con un esborso al 30 giugno di oltre 2.300.000 euro, in quel momento con quella situazione nessuno avrebbe scommesso da uno a dieci che io avrei iscritto la squadra.

Ma riguardo alle polemiche che l’hanno coinvolta?

Queste cose sono nate da persone che non erano informate sui fatti, noi abbiamo subito dei fortissimi ritardi, il che ha influito non poco sul nostro programma ma soprattutto sulla composizione della squadra.
Ci sono stati dei giocatori che ci avevano dato la loro piena disponibilità al trasferimento a Pescara, ma che volevano la sicurezza della categoria, lo stesso Luisi, Pescarese e tifoso di questa squadra, ha atteso l’ufficialità del ripescaggio un suo legittimo diritto,ci mancherebbe, ma questa è stata la situazione.
Dove abbiamo trovato consensi abbiamo operato, ma dal momento in cui questi consensi mancavano abbiamo dovuto aspettare, nostro malgrado, l’ultimo momento.
La stessa proroga di mercato, dimostra in maniera lampante questa situazione.


Quindi lei, con il senno di poi, si sente di giustificare le critiche che ha ricevuto?

Le critiche fin quando sono costruttive e si svolgono in una maniera civile sono sempre ben accette, rappresentano anche uno sprono verso la società e i suoi dirigenti, quello che non accetterò mai è la violenza, non posso dimenticare ciò che è successo nell’immediato dopopartita con il Crotone, tanto meno quello che successe l’anno scorso a Mosciano durante un amichevole, quando fui fatto oggetto di insulti e attacchi ingiustificati.
Sono sempre, sempre disponibile al confronto e al dialogo con chiunque, questa è una cosa che ho sempre fatto e dimostrato.
Sono consapevole che il tifoso ti consiglia per la passione che ha, per l’amore verso la squadra e i colori, non potrei mai rifiutare un consiglio da parte dei tifosi, sono consigli puliti, disinteressati, quando mai potrei rifiutarli, ma solo se questo avviene attraverso un confronto civile e non violento.


Ma parlando di calcio giocato, alla luce di quello che abbiamo visto con la squadra sia a Bologna, ma soprattutto a Terni, si sente di dire che con i suoi collaboratori ha fatto un buon lavoro?

Io quest’anno ho dichiarato che è l’anno zero, perché lo scorso anno, dopo aver scelto per simpatia l’allenatore, essendo un neofita del calcio mi sono semplicemente affidato nelle mani dei tecnici.
Quest’anno, avendo assunto qualche conoscenza in più, non ho semplicemente fatto fare, ma ho partecipato di più.
Il lavoro dei tecnici Iaconi e Bignone è stato eccellente.



Lei ha quindi, diciamo, sforato il budget prefisso, o è rimasto dentro certe cifre?

Loro non hanno avuto mai nessun veto, il Pescara sparagnino, il Pescara a budget limitato sono state tutte cose inventate per fare notizia, posso dichiarare che non c’è stato nessun budget da rispettare, i miei collaboratori hanno avuto campo libero.
Questo lo dichiaro a chiare lettere, certo non possiamo permetterci spese folli, ma nessuno ha imposto limitazioni.
Io voglio arrivare a fine campionato con la società salva, ma soprattutto sana, non voglio fallire come è successo a società blasonate, voglio che a Pescara il calcio continui.


Quindi lei riconosce ora, che le critiche che ha ricevuto sono state fatte in buona fede, alla luce di quella che stava accadendo attorno al Pescara?

Sicuramente in buona fede, ma io credo anche per non conoscenza della situazione, spero che adesso si possa marciare tutti dalla stessa parte per il bene di questa società, ma soprattutto per la tifoseria e la città.

Presidente i tifosi vogliono sapere se il Pescara e il Vicenza si tuteleranno legalmente nei confronti del Napoli, per la serie di ricorsi che la società di De Laurentis ha prodotto.
Il Pescara rivendicherà eventuali danni.

Al momento siamo fermi, dobbiamo discutere ancora un ulteriore ricorso il 25 settembre al Tar del Lazio, fin quando si tratta di giustizia sportiva il Pescara rispetterà sempre le regole e le leggi della federazione, ma quando il Napoli ricorre alla giustizia ordinaria se ne assume tutte le responsabilità, se ci saranno gli estremi per agire, al di fuori della federazione e ripeto attraverso la giustizia ordinaria, rispettando sempre le regole, il Pescara farà valere le sue ragioni, di questo statene certi, sempre con il consenso della FIGC.

Presidente, secondo lei, da quello che sente e da quello che le dicono anche gli esperti, il Pescara di quest’anno sta gia convincendo anche i più scettici, dove può arrivare?

Io voglio una salvezza tranquilla, arrivare a fine campionato senza patemi d’animo, per poter programmare con tranquillità la prossima stagione.

I tifosi ricordano una sua celebre frase al momento del suo ingresso in società, “ La serie A in 5 anni”, si sente di mantenere questa promessa?

Il mio programma l’avevo gia dichiarato, porta dei tempi tecnici, salvo miracoli.
Anche lo scorso anno, alla fine del girone di andata, qualcuno ipotizzava altri obiettivi.
E’ giusto sognare, ma preferisco rimanere con i piedi per terra e programmare.
Salviamoci e mettiamoci al lavoro su un programma concreto e a lungo termine.
Se quest’anno ci salviamo con tranquillità, possiamo metterci al lavoro con i tempi giusti.


Avremmo voluto continuare a fare al presidente Paterna tantissime altre domande, non mancherà sicuramente l’occasione.
Il numero uno di via Mazzarino si aspetta tanto da questa squadra, ma soprattutto dalla piazza, non ultima l’iniziativa legata alla campagna abbonamenti, tra le più economiche e vantaggiose in Italia.
Paterna, dunque, si aspetta una bella risposta da parte del pubblico, un ritorno in grande stile all’adriatico.
“Certi obiettivi si raggiungono insieme, remando tutti dalla stessa parte”, questa la frase ricorrente.
I riflettori dell’adriatico stanno per accendersi, speriamo che lo spettacolo che vedremo sia finalmente degno di questa città, della passione, spesso sopita, che i pescaresi hanno verso la loro squadra e questa maglia.
Per conquistare il loro cuore non ci vuole poi molto, Sarri lo sta gia facendo attraverso il lavoro, e il gioco espresso in queste prime battute di campionato dalla sua squadra, speriamo che questo stesso entusiasmo e fiducia si estenda presto anche ai vertici societari, per poter tutti insieme vivere un grande campionato, e perché no, scongiuri a parte anche sognare, perché Pescara ha smesso di farlo da tanto, troppo tempo.

Luca Teseo

Commenti
14

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da ccc

grande pescara laugher laugher

da parapucch\' da scaf

grande paterna. FORZA PATERNA!

da IMPORTANTE

raga dopo 2 ORE E UN QUARTO DI FIla da camaioli(Via b. croce) ce l'ho fatta!!volevo dire che innanzitutto loro continueranno a vendere i biglietti fino alle 16!!! e che poi mentre ero in fila sono arrivati due della questura e hanno detto che bastava solo il nome e il cognome!! non abbiamo usato il documento!!! quello servira solo all'entrata dello stadio!! quindi chi volesse andare a comprare il biglietto ci puo ancora andare!! ma fate presto che c'è ancora molta fila!!!

da Legionario x che casino !

Ciao, neanche 5bastano, ieri al bentegodi di verona avevano attivato oltre 60punti vendita, inoltre i botteghini dello stadio hanno staccato biglietti fino all'inizio del secondo tempo, a crotone c'erano 8000persone senza i biglietti nominali perche' li' erano al corrente di nn riuscire a farcela in tempo ad adeguarsi alla nuova norma senza disagi per gli sportivi. spero che anche tu invierai una mail di protesta. ti saluto.

da CHE CASINO!

IO SONO D'ACCORDO CON IL LEGIONARIO, CON SOLO 2 PUNTI VENDITA NON SI VA DA NESSUNA PARTE!!!!CE NE DOVREBBERE ESSERE ALMENO DICO ALMENO 4-5 ALMENO!!!!!

da Legionario

Ma perche' invece di lamentarvi nn mandate una mail di protesta come ho fatto io alla pescaracalcio esortandola ad aprire altri punti vendita? piu' mail mandiamo e meglio è ! se nn lo fate siete strani................

da Legionario

salve a tutti, perche' nn inviamo tutti quanti una lettera di protesta alla pescaracalcio, esortandoli a aprire piu' punti vendita? E' vergognoso che ad esempio a verona ieri sera si potevano acquistare i biglietii in 78punti vendita, inoltre i botteghini del bentegodi nn sono stati chiusi prima dell'inizio del secondo tempo; inoltre a Crotone, dove lo stadio nn è pronto avendo solo 3 punti vendita, la vendita dei nominali è stata rinviata a quando avranno attrezzature adatte; mi rivolgo a voi tutti e a donato affinche' questa mail nn cada nel dimenticatoio, MANDIAMO PIU' MAIL POSSIBILI !!!!!!

da adriatico76

Caro Paterna ai miei occhi sei sempre stato, sei e sarai uno strano individuo che non capisce nulla di calcio. Sei riuscito a farmi rimpiangere Scibilia che almeno aveva carattere. Oggi comunque si deve vincere. Forza Pescara.

da pescara79

Buongiorno.Oggi sono stato dal salumiere a Via D'Avalos.Mi hanno dato il numero alle 8.45.Il numero era il 60.Si trovava al numero 3!!!!Sono tornato do 1 ora e mezza...SI TROVAVA AL NUMERO 13!!!!.....E LA MACCHINETTA NN FUNZIONAVA PIU'!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!.......Non ho parole.Penso che quest'anno la cosa che + amo la ascolterò alla radio.Ma dov'è l'organizzazione?Xkè nn vendete i biglietti dal martedi e nn dal giovedì!!!???E mò che giochiamo sabato e martedi in casa???Che si fà.Vendono 10000 bglietti solo il lunedì????L'ITALIA FA' SCHIFO!!!!!

da riesco solo a fare tifo per il Pescara

Ma chi è ZOOM

da DVCE

Per risolvere il problema delle lunghe file è semplice: montare le entrate elettroniche, inserendo la tessera di abbonamento con 3 sec vieni identificato tramite il codice della carta d\'identità,il sistema del codice si potrebbe utilizzare anche poi per i biglietti acquistandoli in modo rapido: la prima volta che uno fa il biglietto con i propri dati, il computer memorizza il codice della carta d\'identità in modo che all\'acquisto di un biglietto successivamente si va al botteghino, l\'operatore digita il codice del tuo profilo personale, stampa il biglietto e con 5 min entri allo stadio...

da riesco solo a fare tifo per il Pescara

fuss la vota bonnnn

da perigeo

e speriamo per questa seria A.....e che venga al piú presto, vogliamo altri lidi.......Pescara for ever

da Italiano biancazzurro

......Io mi fido...... AVANTI TUTTA!!