Ridateci la domenica!

Questa che riportiamo è una delle tante email nostalgiche che ci arrivano di tanto...

da Redazione
635

Questa che riportiamo è una delle tante email nostalgiche che ci arrivano di tanto in tanto alla nostra casella di posta. Racconti di domeniche passate sugli spalti, di tradizioni consolidate, di emozioni che ormai non trovano più spazio in questo calcio moderno. Questa è la voce di Fabio, da sempre innamorato del Delfino...
Domenica dopo il pranzo, anticipato per l’occasione di una mezz’ora, mi affrettavo con mio padre a raggiungere il campo. Ricordo l’emozione che provavo quando, dopo aver salito gli scalini, scorgevo la sagoma rettangolare verde del terreno di gioco. Padri, madri, figli, ragazzi indaffarati a preparare cori e bandiere, anziani che si accingevano ad assistere ad un’altra battaglia sportiva, l’ennesima. Poi l’ingresso in campo dei miei beniamini con la maglia a strisce verticali bianco e azzurre, i colori del cielo e del mare, e lo stadio si animava. Uno sventolio di vessilli salutava i nostri, uno scrosciante battimani e un boato li caricavano. Avremmo gioito, spesso penato per quei soldatini in calzoni corti che ci rappresentavano, rappresentavano l’orgoglio e la speranza di una città, di una comunità che si riuniva e si stringeva attorno alla sua identità. Una sconfitta non avrebbe mai intaccato la passione per quei colori, anzi, ne avrebbe rafforzato l’attaccamento, in attesa di un pronto riscatto.
Sabato. O forse martedì, o lunedì, magari venerdì.
Quel bambino è oggi un ragazzo di anni venticinque. E’ ancora in quel campo che tante emozioni gli aveva regalato. Ma accanto a lui, in quella curva, pochi sono i superstiti di quell’olocausto che ha cancellato per sempre le nostre tradizioni. Una tragedia sportiva causata da arroganti e potenti signorotti, moderni feudatari in giacca e cravatta che, riunitisi nelle loro segrete stanze, decisero di privarci del nostro prezioso bene, l’assistere alla partita al campo. Un dì feriale, di pomeriggio o di sera, ancora una volta attendo trepidante l’ingresso dei miei calciatori, a cui stavolta lo stadio non tributa l’esplosione di entusiasmo che in passato era consueta. Solo io e i miei compagni di curva, la grande Curva, incitiamo a gran voce i soldatini in bianco e blu. Ma ormai siamo pochi, sempre meno, perché gli altri sono impegnati con le loro incombenze quotidiane e non hanno la possibilità di raggiungerci. Ma ai signorotti, i Don Rodrigo del calcio italiano, non interessa nulla. Loro credono di rimpinguare i loro forzieri grazie a coloro che siedono davanti allo schermo, collegati allo stadio grazie al tubo catodico. Non hanno inteso che noi spettatori superstiti non assistiamo meramente allo spettacolo, SIAMO NOI lo spettacolo. Solo quando decideremo, noialtri, anacronistici ultimi samurai del pallone, di calare il sipario disertando il loro mercato, probabilmente ci restituiranno il maltolto. E allora sarebbe ancora, di nuovo, sempre domenica.

Commenti
56

Legenda utenti: Amministratore | Community | Ospite | Semplice

Inserisci il tuo commento

Devi aver effettuato l'accesso prima di poter commentare,

Condizioni di utilizzo Non sei registrato?

da ST. ANNA D'ALFAEDO

VERONA MERDA LA VERGOGNA DELL'ITALIA SIETE VOI!!!!!!!!

da perigeo

grande...Mario eyed

da Mario

Articolo sublime...Mi ricordo anch'io il sabato sera dove tutti andavano a ballare e tu da solo o con pochi sentivi la tua ragazza alzare la voce perchè non esisteva sabato sera passato insieme.Dopo cena si scendeva in cortile entravi in garage e sentivi l'odore di vernice che ti prendeva alla gola,le mani sporche che pulivo con l'acqua ragia,controlalvi e ricucivi pezze e stendardi,si contavano i fumogeni e si riempivono le aste,ti ritrovavi in piena notte troppo stanco,e ti mettevi al letto..La mattina ti alzavi vedevi la sciarpa posta sul tavolo e ti accorgevi di essere schiavo di una fede..

da bufy

Non ne possiamo più delle divise blu, NO al calcio moderno NO alle pay tv

da GINO

...ridateci il pallone..il nostro pallone...grande Fabio!...FORZA PESCARA!..................

da commovente

QUESTA STORIA MI COMMUOVE..è BELLISSIMA...BEI TEMPI ANDATI...

da appassionato

che bel racconto..a pensare ad oggi mi vien da piangere... cry

da Rampigna

Alla fine chi ci rimette siamo sempre noi tifosi, i nostri sentimenti, le nostre passioni usate come merce di scambio per meri interessi di lucro...ultimo anello della catena, ma se ci spezziamo noi crolla tutto!

da pe

ma che vuoi pensare al presente? il calcio e' finito....ma li vedi gli stadi come sono vuoti? lo vedi il tasso tecnico delle squadre?

da bevilacqua

disertare le curve non servono perchè i media sono filtrati degli interessi di carraro e berlusconi.

da tifoso83

certo che stiamo messi proprio male: viviamo di ricordi... Stupendi, ma bisogna pensare al presente, anche se triste.

da 1972

Meno male che ci sono i ricordi!

da lex

incredibile ricordare i tempi del punto della situazione,sensazioni che non ci sono piu'.il ricordo di bambino che mi rimase impresso era quando tutto lo stadio batteva i piedi....era un terremoto.poi la curva nord faceva veramente paura e lo stadio era sempre pieno.era l'atmosfera che ti rimaneva impressa.

da Balordo

Pescara alzati e cammina. Onora Rifredo e vinci per noi!!!!

da Ercoli84

Racconto stupendo...Mi ricorda la mia prima all'Adriatico:Pescara-Parma coppa Italia 1996-97. Mi ricordo che la nord mi fece impressione strapiena e rumorosa...Oggi non si riempie nemmeno il centro... cry

da f

bei tempi quelli a chi lo dici per tutti è cosi' eyed

da fds

allora grazie per la nota storica, servirá anche per tutti gli altri che all´epoca non erano neanche polvere, compreso mi..Pescara Nei Nostri Cuori

da state fuori

che cazzo c'e' ne frega delle vostre disquisizioni e rettifiche sul manto di rampigna. siete pazzi! basta!!!

da -Galeone-

cry

da Germano da Cuneo X fds

fds, io volevo solo rettificare, perchè quando giocavo con i ragazzi della Mezzanotte il campo Rampigna era un manto verde che veniva tutte le mattine annaffiato da Rocco, il padre di Cipollone articoli sportivi. Dopo che hanno aperto la strada ( c'erano le tribune) del ponte nuovo il campo è stato ristretto ed il fondo è diventato in terra battuta. La mia voleva essere solo una nota storica, ti saluto e sempre Forza Pescara.

da SQUALIFICA RIDOTTA PER MATTEINI

La Commissione Disciplinare della Lega Calcio ha accolto parzialmente la richiesta del Pescara avverso la squalifica di quattro giornate a Davide Matteini, riducendo allo stesso la squalifica di un turno. L'attaccante pescarese fara' dunque rientro in campo nella seconda partita casalinga consecutica contro il Vicenza.

da dbm

ridatemi la domenica alle 14.30........!!!!!!!!!!

da LUCAPESCARESE

RIDOTTE DA 4 A 3 LE GIORNATE DI SQUALIFICA A MATTEINI! FORZA PESCARA

da fds

hiss a germá ,mo arrivi tu da Cuneo e mi vieni a dire com´era il rampigna e chi giocava? Il mio era un modo di dire che il rampigna era di terra battuta...mica offendevo qualcuno..e poi a quei tempi...pensa che il Meazza dopo i mondiali 90 divento´quasi terra battuta per causa manto erboso... non ci facciamo i fregni su questo sito anche se volevi solo rettificare....sempre forza Pescara

da perigeo

allora 3 giornate a Matteini?

da ALESSANDRO

EVVAI TORNA IL MATTO! RIDATECI LE NOSTRE DOMENICHE BASTARDI! noo

da 80 X DONATO!

SONO SEMPRE IL PRIMO A SAPERE LE NOTIZIE..... hiss

da emmanuele.

ridotta la squalifica a matteini

da R76

anche a me leggendo l'email sono tornati alla mente momenti stupendi. solo chi c'era in quegli anni puo' capire quando era bello stare in curva. pero' bisogna essere ottimisti, bisogna crederci, sopratutto quest'anno che abbiamo trovato un bravo allenatore. presto torneremo a essere temuti, da tutti! forza ragazzi.

da 80

UFFICIALE: ridotta la squalifica di matteini da 4 a 3 giornate. Pertanto MATTEINI sara' a dispozione per l'incontro casalingo contro il vicenza di mercoledi 5 ottobre!!!DAI!!!!

da roberto_dal_messico

Bellissima storia, mi manca quell'atmosfera, specie qui dal Messico, solo televideo e Forzapescara.com. Torno la settimana prossima per poche ore e cerco di vedere la partita col Vicenza, mi dite se e' possibile comprare i biglietti entro le due ore precedenti, o devo / posso mandare mio padre il giorno prima (o... devo mandare per fax la copia del mio passaporto per il nominativo... come siamo messi male...!) FORZA PESCARA!!!

da Marco Mi

(ANSA) - MILANO, 29 SET - La Commissione Disciplinare ha ridotto da quattro a tre le giornate di squalifica inflitte dal giudice sportivo a Matteini (Pescara).

da FEDELISSIMI PESCARA04 SETTORE DISTINTI

I TEMPI SONO CAMBIATI PRIMA IL TIFO SI FACEVA SOLO IN CURVA ORA ANCHE AI DISTINTI C'E' UN PO DI MOVIMENTO C'E' A CHI PIACE A CHI NO .OVVIAMENTE ANCHE NOI RIMPIANGIAMO LA DOMENICA I PREPARATIVI IL SABATO SERA SIA ESSA LA PARTITA IN CASA O FUORI,PREPARARE GLI SRISCIONI ALL'ANTISTADIO IL TRAFFICO PER ANDARE ALLO STADIO LA DOMENICA ALLE 15.00 CHE PER STRADA C'ERI SOLO TU CON I NEGOZI TUTTI CHIUSI ORA....! TUTTO è CAMBIATO, VOGLIONO FAR MORIRE LA NOSTRA VOGLIA DI ANDARE ALLO STADIO MA LORO NON SANNO CHE NOI NON MORIREMO MAI PRIMA APPARTENENTI AI BOYS ORA FEDELISSIMI PESCARA MA NOI NON MORIREMO MAI!

da xgempis

porta la tigre.Forza Giovanni

da Germano da Cuneo X fds

Ai tempi di Tontodonati, metà anni 50, il Rampigna, prima che facessero il nuovo ponte, era un campo con un bel manto verde e con un buon drenaggio, dove si poteva giocare anche quando nevicava. Solo un paio di volte fu sospesa la partita per troppa neve, una di queste, fu Pescara-Lecce che quando si rigiocò finì 4 a 1 per il Pescara. La formazione tipo era: Gaspari-Lalli, Godeas, Palestini IV, Monaco, Palestini V-Zamperlini, Tontodonati, Ferrari, Cuoghi e Palpacelli. All. Notti. Poi, al Rampigna, uno spettacolo prima della partita era "l'invasione" da parte dei portoghesi lato ferrovia.

da 80

prova

da PE ULTRAS

MI MANCA LA DOMENICA E I VECCHI TEMPI QUANDO FACEVAMO VERAMENTE SALTARE LO STADIO

da Duroy

w i gatti e le gatte nere,così come tuttti gli animali. al diavolo i deficenti. forza pescara.

da 80

CHE BELLO QUANDO LA DOMENICA SI PRANZAVA IN FAMIGLIA TUTTI INSIEME ASCOLTANDO E VEDENDO "IL PUNTO DELLA SITUAZIONE" DI RIFREDO ROCCHI E SUBITO DOPO CON ANCORA IL TIMBALLO SULLO STOMACO E LA BOCCA ZEZZA DI SUGO SI PRENDEVA LA SCIARPETTA E SI ANDAVA ALLO STADIO ALMENO 1 ORA PRIMA PER PRENDERE I POSTI......RICORDI IDELEBILI NELLA MEMORIA..... cry

da Durby

Anche se ho solo 18 anni vado allo stadio da quando ero ancora poco capace di capire cosa mi succedeva attorno...ho ricordi sfocati fino al 94/95...m da allora è tutto un ricordo che accende in me la voglia di andare avanti...il rito della domenica oltre al pranzo anticipato con tutti i parenti era il bacio in fronte della nonna che ti stringeva al collo la sciarpa e ti diceva..."RIPORTAMI I PUNTI" cry cry cry...nn tornerà mai quel periodo...

da ultras

bei ricordi. quando non solo lo stadio esplodeva ai gol del pescara ma tutta la citta\' che non era riuscita a trovare i biglietti. ricordi stupendi quando dopo aver fatto le scale, il sole ti accecava gli occhi prima di guardar il campo da gioco con i nostri beniamini che si scaldavano. il pranzo della domanica anticipato. gran bel articolo. RISORGEREMO!!!!! p.s. ho preso l\'influenza!!! spero di guarire per sabato1!!!!!!

da x Aleks

Registrati!!

da RICORSO

SAPETE IL RICORSO X MATTEINI CEH HANNO DETTO ???????????

da Marco

Rivogliamo la domenica???? ....Bene, la avremo appena torneremo in A!!!!!! prima o poi terminera' questo periodo di merda e le cose torneranno posto.... PER ADESSO SOLO SOFFERENZA APPRESSO AL PESCARA - ORA E SEMPRE FORZA PESCARA ORA E SEMPRE FORZA PESCARA ORA E SEMPRE FORZA PESCARA.........

da max-pe

e violenza sarà.....NO AL CALCIO MODERNO

da NON MOLLIAMO MAI

SABATO POM. FACCIAMO SALTARE L'ADRIATICO CON LE NOSTRE GRIDA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!! hissTUTTI ALLO STADIO X TIFARE

da NATO A LANCIAN HO VISSUTO A TERAMO VIVO A CHIETI M

HO LE IDEE CHIARE

da MARCO FORNAROLI MERDA

MARCO FORNAROLI MERDA

da gempis

Il calcio è finito qualche anno fà con l'avvento delle televisioni,inoltre tribunali,processi,doping,retr
ocessioni e promozioni decise da giudici che nei prossimi anni terranno conto del titolo sportivo,manipolando oltremodo le classifiche hanno contribuito a svilire quello che era lo sport più amato.Ora il giocattolo si è rotto, chi manovra i fili non darà di certo retta a noi,avete elogiato Rimini e Cesena che protestavano contro il sistema ma in TV non c'è traccia di questo,non una parola...quindi IL CALCIO é FINITO,non prendetelo troppo sul serio e NON PRENDETEVI TROPPO SUL SERIO !

da Mirco_da_Berna

bella...

da mah

e comunque non sarà mai la stessa cosa, oggi ci riempiono di partite sette giorni su sette, non si proverebbero mai le stesse emozioni, quando la partita la vedevi solo a via pepe. cry

da Max76

SEMPLICEMENTE GRANDIOSO RACCONTO!!!

da mah

Riprendiamocela noi la domenica andando in A! eyed

da LEX

LEGGERE QUEL PASSO DOVE SI SALGONO LE SCALE E SI VEDE IL RETTANGOLO DI GIOCO MI HA FATTO RICORDARE 18 ANNI FA QUANDO ANDAI LA PRIMA VOLTA ALLO STADIO.EMOZIONI INDESCRIVIBILI.ERA UN'ALTRA COSA! ADESSO ENTRI E VEDI POCHISSIMA GENTE.....

da fds

mi sembra di vedere il Pescara di Tontodonati e il rampigna.....con il suo campo di terrabattuta.....bravo

da MI biancazzurra

Bella, davvero bella!